Gran colpo di Tim Wellens che vince la terza frazione dell'Étoile de Bessèges e si porta in testa alla classifica generale a due tappe dalla conclusione. Andato in fuga con i compagni di squadra Gilbert e Oldani, il belga è partito secco ai 16 km dall'arrivo per evitare il ritorno del gruppo. Prima è stato Kwiatkowski ad accelerare il ritmo, ma Wellens è partito poi deciso fino a conquistare in solitaria l'arrivo di Bessèges. Per il belga della Lotto Soudal è il 31° successo in carriera, il primo stagionale dopo le due vittorie all'ultima Vuelta. Da segnalare le azioni in fuga prima di Vincenzo Nibali, poi di Egan Bernal. Il corridore italiano è partito all'attacco addirittura ai 147 km dal traguardo, un po' per testare la sua condizione in questo momento di preparazione. Più “tattico” il movimento di Bernal che ha cercato di fare il ritmo nella testa della corsa in favore di Kwiatkowski che era il leader della Ineos Grenadiers in questa corsa (basta vedere il lavoro che hanno fatto per lui Geraint Thomas e Ganna nelle prime due tappe). Il colombiano ci ha provato fino all'ultimo, ma Kwiatkowski non aveva più le energie - a seguito di una caduta - per raggiungere Wellens e per provare la volata finale.

L'ordine d'arrivo

CorridoreTempo
1. Tim Wellens3h28'02''
2. Edward Theuns+37''
3. Mads Würtz Schmidt+37''
4. Greg Van Avermaet+37''
5. Philippe Gilbert+37''
6. Cyril Barthe+37''
7. Jake Stewart+37''
8. Nils Politt+37''
9. Michael Gogl+37''
10. Michael Kwiatkowski+37''
Etoile de Bessèges
Ganna: "Vittorie che danno morale, ora aiuterò Adam Yates"
07/02/2021 A 16:33

La cronaca in 5 momenti

-147 km: dopo diversi tentativi di fuga, anche Vincenzo Nibali (Trek Segafredo) prova ad evadere dal plotone in compagnia di Anthony Perez (Cofidis).
-130 km: la fuga comincia ad essere interessante vista la presenza anche di Bernal (Ineos Grenadiers), Van Avermeat (AG2R) e Bettiol (Education Nippo) insieme a Nibali. Ci sono anche Wellens (Lotto Soudal), Benjamin Thomas (Groupama-FDJ) e Tobias Bayer (Alpecin-Fenix). I 7 accumulano ben presto 2 minuti di vantaggio sul plotone che vede invece Nizzolo e Bouhanni in difficoltà.
-94 km: il plotone rientra, ma si forma subito una nuova fuga. Saranno poi 17 i corridori che scapperanno via dal gruppo: Wellens, Gilbert e Oldani (Lotto Soudal), Würtz Schmidt (Israel), Eiking (Intermarché Wanty Gobert), Kwiatkowski e Bernal (Ineos Grenadiers), Márquez Román (Kern Pharma), Theuns (Trek Segafredo), Coquard e Barthe (B&B Hotels), Jake Stewart e L.van den Berg (Groupama-FDJ), Gogl (Qhubeka Assos), Carisey (Delko), Van Avermaet (AG2R Citroën) e Politt (Bora Hansgrohe). Dietro la Bingoal di Dupont oltre alla Cofidis e l'Education Nippo a fare l'andatura in gruppo, per rimontare sulla testa della corsa che ha un vantaggio di poco superiore ai 2 minuti.
-16 km: il gruppo prova a rientrare e davanti cominciano ad aumentare il ritmo. Kwiatkowski prova a lasciarsi tutti alle spalle, ma scivola nel tratto in discesa (c'erano tracce di gasolio sull'asfalto). È invece Wellens a prendere un po' di margine sugli ex compagni di fuga, accumulando 13'' di vantaggio sugli inseguitori e 2'05'' sul gruppo.
-Fine tappa: nonostante il lavoro di Bernal per far rientrare Kwiatkowski, gli inseguitori non riescono ad avvicinarsi a Wellens che vince in solitaria con 37'' di vantaggio sul resto della compagnia, prendendosi anche la maglia di leader. Dietro Theuns conquista la volata per il 2° posto su Würtz Schmidt, Van Avermaet e Gilbert. 10° Kwiatkowski.

La casa del ciclismo è tornata: tutto il meglio su Eurosport e GCN

Etoile de Bessèges
Ganna favoloso: fa doppietta e vince la crono di Alès
07/02/2021 A 15:17
Etoile de Bessèges
Ganna è tornato: 150 km di fuga e vittoria a Saint-Siffret
06/02/2021 A 17:44