Niente sfida tra Sagan e Ulissi, con una fuga di 28 uomini che annulla tutti i piani di vittoria. Ci sono ben 12 italiani all'attacco, tra questi anche Giovanni Visconti che in qualche modo riesce a mantenere il proprio vantaggio su Ruben Guerreiro per quanto riguarda la classifica scalatori. Alla fine a spuntarla è Tratnik che si gestisce perfettamente e riesce a vincere la tappa nonostante il ritorno di O'Connor. Ma la corsa è molto interessante dietro, con João Almeida che batte un colpo. Il portoghese guadagna solo 2'' su Kelderman, Nibali e tutti gli altri, ma è l'atteggiamento del corridore della Deceuninck Quick Step a colpire. Sapeva che non avrebbe guadagnato tantissimo, ma lancia la sfida in vista delle prossime tappe. Sarà difficile togliergli la maglia rosa.

La sparata di Almeida: Nibali c'è! Rivivi l'arrivo

Giro d'Italia
Giro d'Italia 2020: tutte le tappe da Monreale a Milano
25/10/2020 A 18:15

La nuova classifica generale

CorridoreTempo
1. João Almeida65h45'08''
2. Wilco Kelderman+17''
3. Jai Hindley+2'58''
4. Tao Geoghegan Hart+2'59''
5. Pello Bilbao+3'12''
6. Rafal Majka+3'20''
7. Vincenzo Nibali+3'31''
8. Domenico Pozzovivo+3'52''
9. Patrik Konrad+4'11''
10. Fausto Masnada+4'24''
CHI VINCERÀ IL GIRO D'ITALIA?

28 in fuga, 12 sono italiani

Si attende una grossa fuga e i primi a partire sono Giovanni Visconti e Ruben Guerreiro: i due duellanti per la classifica scalatori. A loro si uniscono altri 26 corridori, con Sagan e Ulissi che restano invece in gruppo. All'attacco ci vanno Bidard, Bouchard, Vendrame e Warbasse (AG2R), Bisolti e Cepeda (Androni Giocattoli), Boaro e Felline (Astana), Battaglin e Tratnik (Bahrain McLaren), Tonelli e Zana (Bardiani), Fabbro e Poljanski (Bora Hansgrohe), Malecki e Rosskopf (CCC), Whelan e Ruben Guerreiro (Education First), Oldani (Lotto Soudal), Rubio e Samitier (Movistar), O’Connor (NTT), Puccio e Swift (Ineos Grenadiers), Bernard (Trek Sagafredo), Valerio Conti (UAE Emirates), Rota e Visconti (Vini Zabù). Ruben Guerreiro passa per primo al GPM di 2a categoria, ma Visconti risponde presente scollinando per primi nei due GPM successivi. Dietro il gruppo lascia fare, con la Deceuninck Quick Step che fa un'andatura tranquilla.

Salto di catena per Guerreiro, Visconti in solitaria al GPM

Tratnik ha la meglio su O'Connor

Si entra nel circuito che porta a San Daniele del Friuli, con il triplo passaggio sul Monte di Ragogna. Al primo passaggio ci passa Ruben Guerreiro che questa volta anticipa da lontano Visconti, poi partono in contropiede Boaro e Tratnik. Lo sloveno della Bahrain McLaren sembra averne di più e, al secondo passaggio, se ne va in solitaria lasciando dietro anche Boaro: al suo inseguimento Bouchard, Malecki, Tonelli, Swift, O'Connor, Battaglin, mentre si staccano Valerio Conti, Fabbro, Visconti e Guerreiro. Sul terzo passaggio, grande azione di O'Connor che saluta gli altri della fuga e si riporta su Tratnik proprio all'altezza del GPM. Il corridore della NTT prova poi a staccarlo sul Muro di via Sottomonte (al 20%), ma lo sloveno tiene botta e riesce a partire in contropiede a 600 metri dall'arrivo. O'Connor si deve accontentare del 2° posto, Battaglin si piazza 3°.

Che forza Tratnik! O'Connor respinto: rivivi l'arrivo di San Daniele

Almeida lancia la sfida a Nibali e Kelderman

Il gruppo maglia rosa se la prende comoda fino al circuito, con il triplo passaggio al Monte di Ragogna. Proprio in prossimità delle salite, è la Sunweb a mettersi in testa. Risponde però presente la Deceuninck Quick Step con l'andatura sostenuta di Serry. Sembra che Almeida stia bene e proprio nel km finale il portoghese lancia l'attacco: guadagna 2'' su Kelderman, Hindley e Nibali. Niente di eccezionale, ma il portoghese dimostra di essersi ripreso grazie al giorno di riposo e lancia la sfida per le prossime, durissime, montagne.

L'ordine d'arrivo

CorridoreTempo
1. Jan Tratnik6h04'36''
2. Ben O'Connor+7''
3. Enrico Battaglin+1'14''
4. Kamil Malecki+1'14''
5. Ben Swift+1'14''
6. Andrea Vendrame+1'21''
7. Geoffrey Bouchard+1'21''
8. Matteo Fabbro+1'25''
9. Manuele Boaro+1'33''
10. Alessandro Tonelli+1'37''
28. João Almeida+12'54''
29. Jai Hindley+12'56''
30. Vincenzo Nibali+12'56''
31. Tao Geoghegan Hart+12'56''
34. Wilco Kelderman+12'56''

Vegni: "La Bolla del Giro funziona. Lo Stelvio si fa, l'Agnello non so"

Giro d'Italia
L'Albo d'oro del Giro: tutti i vincitori dal 1909 al 2019
25/10/2020 A 18:14
Giro d'Italia
Giro d'Italia 2020: ritiri, non partenti e squalificati
25/10/2020 A 17:43