Vincenzo NIBALI (Trek Segafredo)

È stata una tappa dura che ho corso senza risparmiarmi. La Sunweb sull’ultima salita ha imposto un ritmo fortissimo, lo abbiamo visto in gara e lo confermano i numeri. Per me e tanti altri big era difficile da sostenere. Mi sono difeso e ho limitato il ritardo, perché alla fine del Giro manca ancora una settimana e la posta in palio è ancora alta. Kelderman ha confermato le impressioni che già avevo e Almeida ogni giorno che passa si conferma molto solido. Questa è la realtà dei fatti, va accettata, ma anche affrontata con grinta e determinazione nelle tappe che verranno

Giro d'Italia
Giro d'Italia 2020: tutte le tappe da Monreale a Milano
IERI A 18:15
CHI VINCERÀ IL GIRO D'ITALIA?

Kelderman vede la rosa, vince Geoghegan Hart: rivivi l'arrivo

Paolo SLONGO (ds Trek Segafredo)

Questi erano i valori in campo oggi. Lui è andato male per la corsa, ma per i suoi valori è andato discretamente. Il ritmo della Sunweb era talmente forte che ha dovuto mollare e poi si è gestito fino all’arrivo. Kelderman, dopo la crono di ieri e la tappa dura di oggi, ha dimostrato che lui e la squadra sono forti. È uno dei pochi che ha la squadra compatta attorno a lui. Sarà il faro di questo Giro d’Italia, noi siamo ancora più lontani e viviamo alla giornata

Nibali e Pozzovivo si staccano, che fatica Almeida: gli highlights

Giro d'Italia
Tonfo Nibali: Kelderman si avvicina alla maglia rosa
18/10/2020 A 15:00
Giro d'Italia
Nibali resta da solo: anche Brambilla si ritira
18/10/2020 A 12:45