Geraint Thomas non ce la fa. Il rapporto del gallese con il Giro d'Italia non è per nulla fortunato, considerando che il corridore della Ineos si dovette ritirare a causa di una caduta anche nell'edizione del 2017.
Ecco che il gallese non sarà al via della 4a tappa del Giro dopo la bruttissima caduta patita nella terza frazione con arrivo sull'Etna.
Giro d'Italia
Giro d'Italia 2020: tutte le tappe da Monreale a Milano
06/10/2020 ALLE 01:25
CHI VINCERÀ IL GIRO D'ITALIA?
E dire che Thomas era finito per terra ancor prima della partenza della tappa a causa di una borraccia, chiudendo poi la giornata con più di 12 minuti di ritardo. Il capitano della Ineos aveva riportato abrasioni su braccio e gamba sinistra ma, soprattutto, una fortissima contusione all'anca. Gli esami raggi X svolti in serata non avevano evidenziato fratture, ma ulteriori esami avevano riscontrato una frattura non scomposta del bacino. Thomas così deciso non è ripartito da Catania, anche considerando una classifica molto deficitaria (era finito 53° a 11'17'' dalla maglia rosa).

Geraint Thomas - Giro d'Italia 2020, stage 3 - Getty Images

Credit Foto Getty Images

Il capitano della Ineos è così diventato Tao Geoghegan Hart che nelle prime battute sull'Etna era rimasto con i migliori. Il 25enne britannico ha patito, però, anche lui una scoppola nella tappa di ieri, finendo al 24esimo posto della generale con 3'12'' di ritardo da João Almeida.

Geraint Thomas si stacca ancor prima dell'Etna

Giro d'Italia
Giro d'Italia 2020: ritiri, non partenti e squalificati
06/10/2020 ALLE 01:08
Giro d'Italia
L'Albo d'oro del Giro: tutti i vincitori dal 1909 al 2019
28/09/2020 ALLE 16:45