Segnatevi questa data: 3 ottobre 2020. Quel giorno, salvo nuovi stravolgimenti del calendario ciclistico, Peter Sagan debutterà al Giro d'Italia. Lo ha confermato ufficialmente il team manager della BORA Hansgrohe, Ralph Denk, in un'intervista a Velonews.

Ho dato la mia parola. E anche Peter. Ci siamo stretti la mano e questo per me significa qualcosa. È per questo che manterremo il nostro accordo di partecipare al Giro.
Giro d'Italia
Nibali, Froome, Bernal, Sagan, Viviani: chi va al Giro d'Italia 2020? La startlist provvisoria
4 ORE FA

Il campione slovacco aveva annunciato in tempi non sospetti la sua prima partecipazione alla corsa rosa, ma il cambio di piani da parte dell'UCI a causa dell'epidemia di coronavirus aveva rischiato di far saltare questa storica prima volta. Troppe le sovrapposizioni tra il Giro d'Italia e Classiche come Gand-Wevelgem, Giro delle Fiandre e Parigi-Roubaix. E invece il tre volte campione del mondo non rinuncerà al Giro 103. E questa, visto il carisma, la classe e la popolarità del nativo di Zilina è una splendida notizia per organizzatori, tifosi e appassionati.

Peter Sagan con il trofeo del Giro d'Italia

Credit Foto Getty Images

Il Grande Giro del cuore di Sagan è sempre stato il Tour, corso ogni anno dal 2012 e dove ha segnato il record di sette maglie a punti complessive, oltre a dodici tappe vinte. Quattro, invece, le sue partecipazioni alla Vuelta di Spagna, condite da altrettanti successi. Lo slovacco, in ogni caso, sarà presente anche al Tour. Il suo debutto è previsto alla Strade Bianche, il 1° agosto. Poi Milano-Torino, Milano-Sanremo e Giro del Delfinato, prima della Grande Boucle. Infine, prima del Giro, il Mondiale svizzero di Aigle-Martigny.

Impennate, autografi e scherzetti: Sagan, non vediamo l'ora di vederti al Giro 2020

Giro d'Italia
Pantani, dal salto di catena alla vittoria di Oropa
10 ORE FA
Giro d'Italia
L'Albo d'oro del Giro: tutti i vincitori dal 1909 al 2019
UN GIORNO FA