La tappa di Sega di Ala, vinta da Daniel Martin, ha rimescolato le carte in classifica generale. Simon Yates prova a rientrare per la corsa alla maglia rosa, Damiano Caruso resiste, mentre Egan Bernal vive una giornata no. Il colombiano ammette di aver sbagliato a seguire Simon Yates, ma non è triste per il risultato. In fondo, dice Bernal, l'obiettivo è tenere sotto controllo Caruso. Lotta che si fa più interessante quando mancano ancora due tappe di alta montagna.

Classifiche e risultati

| Da Torino a Milano: il percorso del Giro | La classifica generale | L'Albo d'oro del Giro |
Giro d'Italia
Giro d'Italia: startlist, ritirati e squalificati dalla Giuria
08/05/2021 A 21:47
GIORNATA NO PER BERNAL: GIRO RIAPERTO?

Egan BERNAL

Tutto sommato sono soddisfatto perché, anche se non è stata la mia giornata migliore, non ho perso tanto tempo, solo qualche secondo da Caruso, che è secondo ed è colui che in questo momento devo tenere maggiormente sotto controllo. È un’altra tappa superata, quindi possiamo iniziare a pensare a domani. Simon Yates è andato fortissimo, ha fatto una salita impressionante, in una ascesa molto adatta a lui, con grandi pendenze. Ho provato a seguirlo e penso di aver sbagliato lì, forse non avrei dovuto e sarei dovuto rimanere con Caruso, ma alla fine sono comunque riuscito a restare con lui ed è andata bene così
Segui il Giro d'Italia LIVE su Eurosport Player e Discovery+: scopri l'offerta bomba
Giro riaperto?
L’ho detto più volte. Questo Giro finisce solo a Milano, abbiamo visto che basta una giornata storta per perdere tanto terreno. Devo restare concentrato e con i piedi per terra. Certo, se Yates fosse stato vicino in classifica oggi avrebbe guadagnato un minuto molto importante

Bernal fatica in salita, Martinez incita il compagno!

Simon YATES

Ho attaccato e solo dopo mi sono accorto che Egan si era staccato. Stavo già andando al massimo quindi non potevo accelerare ancora per cercare di aumentare il gap. Non abbiamo centrato la fuga e volevo provarci nella tappa di oggi. Col caldo vado meglio? Spero che il meteo rimanga così. Ogni giorno che ha piovuto non ho avuto una buona giornata, quindi spero che il tempo rimanga bello. Vedremo cosa potrò fare in questi ultimi giorni

Uno, due, tre scatti di Yates! Bernal in crisi, che forza l'inglese

Damiano CARUSO

Anche oggi per me è stata una giornata positiva e questo risultato conferma il mio buon livello. Questo podio si avvicina ogni giorno sempre di più. Il fatto che Bernal fosse più preoccupato per me che per Yates che attaccava, mi fa molto piacere e non me l’aspettavo. Cosa è successo? Lo sapevamo, Yates ha fatto la differenza su questa salita, perché più adatta alle sue caratteristiche. Onestamente non mi aspettavo, però, questo rallentamento di Bernal. A quanto pare ha dimostrato di essere anche lui umano come tutti noi, ma bisognerà vedere cosa succederà in questi ultimi giorni
Adesso rimangono ancora due arrivi in salita e una tappa a cronometro che decideranno le sorti della corsa. Dobbiamo ancora lavorare tanto per arrivare a Milano, per me sarà importante rimanere concentrato sulla corsa e con i piedi per terra

Giro 360, tappa 17: crisi Bernal, scienziato Yates c’è

Giro d'Italia
Il film del Giro: le tappe e i risultati da Torino a Milano
03/05/2021 A 16:07
Tour de France
Froome il più pagato, Nibali 11°: la classifica degli stipendi
19/04/2021 A 21:53