C'è delusione per molti degli avversari di Egan Bernal che ha guadagnato tantissimo grazie alla sua ennesima azione sullo sterrato. Numeri impressionanti quelli del colombiano che ha poi sbaragliato la concorrenza rimasta, col suo attacco sull'ultima salita. Si è letteralmente spenta la luce invece per Giulio Ciccone che dopo una tappa tutto sommato ben gestita, si è staccato proprio sull'ultima salita giungendo al traguardo con molto ritardo. Giro addio per Ciccone? L'abruzzese ammette di aver pagato il giorno di riposo, ma che il suo Giro non è ancora finito. Continua invece il sogno di Damiano Caruso...

Classifiche e risultati

| Da Torino a Milano: il percorso del Giro | La classifica generale | L'Albo d'oro del Giro |
Giro d'Italia
Giro d'Italia: startlist, ritirati e squalificati dalla Giuria
08/05/2021 A 21:47

Giulio Ciccone

È stata una giornata no, come purtroppo può capitare in un Grande Giro e, specialmente, quando riparti dopo il giorno di riposo con una tappa così impegnativa. Purtroppo le sensazioni sono state opposte a quelle avute fino a lunedì. Mi sono difeso bene fino ai -5 km, grazie anche al prezioso lavoro dei compagni che mi hanno tenuto sempre davanti. Ma le gambe non erano brillanti come i giorni scorsi. Oggi ho pagato, ma so che la condizione c’è, è buona. Voltiamo pagina e, con la stessa serenità con cui ho corso finora, rimango fiducioso per le prossime tappe
Segui il Giro d'Italia LIVE su Eurosport Player e Discovery+: scopri l'offerta bomba

Bernal scatenato! Tre attacchi, Evenepoel e gli altri cedono

Damiano Caruso

Da quando è iniziato il primo tratto di sterrato, non ci siamo mai risparmiati. Dvo dire grazie tantissimo alla squadra, a tutti, e in particolare a Pello Bilbao, che mi ha fatto da angelo custode per tutto il finale della tappa. I sogni certe volte si possono avverare, l’importante è continuare a crederci. Voglio godermela e basta, senza pensarci troppo, perché poi alla fine pensare troppo al podio, a qualcosa di così grande, ti toglie solo energie. Mi voglio concentrare solo sulle prestazioni
È stata una giornata difficile, non si può mai sapere come può reagire ognuno di noi. Ancora una volta, Bernal ha dimostrato che un Tour de France non si vince per caso. Secondo me è lui il vero punto di riferimento di questo Giro e sarà lui l’uomo da battere. Evenepoel? È un ragazzo che lo scorso anno ha avuto un incidente molto importante. Oggi i tratti in discesa erano veramente difficili, e può essere che ha anche uno strascico psicologico di quella paura, è normalissimo

Evenepoel infuriato con l'ammiraglia: getta via l'auricolare

Giro d'Italia
Il film del Giro: le tappe e i risultati da Torino a Milano
03/05/2021 A 16:07
Tour de France
Froome il più pagato, Nibali 11°: la classifica degli stipendi
19/04/2021 A 21:53