Bernal contro Caruso e Bernal contro Yates. Questa era solo il 1° round, perché si replica sabato con Passo San Bernardino, Passo dello Spluga e Alpe Motta, tutti di prima categoria. Il Giro d'Italia si deve ancora decidere, anche se Bernal sembra al sicuro con un vantaggio di 2'29'' su Caruso e 2'49'' su Simon Yates dopo la tappa di Alpe di Mera. Il britannico però ci crede e pensa di poter ancora vincere il Giro.

Classifiche e risultati

| Da Torino a Milano: il percorso del Giro | La classifica generale | L'Albo d'oro del Giro |
Giro d'Italia
Giro d'Italia: startlist, ritirati e squalificati dalla Giuria
08/05/2021 A 21:47

Simon YATES

Se non si soffre, non si vince. È stato uno sforzo di squadra fantastico, hanno fatto un ottimo lavoro fin dalla partenza e per tutto il giorno. Sono felice di aver concluso così con questa vittoria. Non conosco ancora la situazione in classifica, oggi puntavo solo alla vittoria di tappa. Non ce l’avrei fatta a fare una grande differenza, ero a tre minuti di distanza da Bernal. Ho guadagnato su di lui, ma il gap è ancora tanto. Sono felice di questa vittoria di tappa, vedremo domani. Ci sono tappe in cui tutti vogliono andare in fuga e combattono per vincere, non è facile. E domani? Proverò a vincere il Giro, se sarà possibile anche se so che sarà difficilissimo. Il distacco è ancora enorme, oltre i due minuti. Se ce la faccio ci proverò, ma sarà molto difficile. Ci sarà la pioggia? Questo può essere un problema, avrei preferito una bella giornata. Oggi comunque mi godo la vittoria, poi vedrò domani
Segui il Giro d'Italia LIVE su Eurosport Player e Discovery+: scopri l'offerta bomba

Yates, che gamba! Due scatti per staccare tutti gli avversari

Egan BERNAL

Oggi stavo molto molto meglio dell’altro ieri. Ho fatto un’ottima salita, mi sono sentito bene. Per me è una giornata in meno. Domani sarà l’ultimo test in salita, un’altra giornata difficile. Spero di avere le sensazioni migliori con l’altitudine. L’ultima salita non è tanto ripida quanto questa, quindi sarà difficile scattare e fare la differenza. Spero di avere ancora un’ottima squadra per tenere la situazione sotto controllo. Nel finale stavo abbastanza bene, ma non per chiudere su Yates, che è stato il migliore. Ma ho tenuto sotto controllo la situazione. Ho pensato che oggi sarebbe stato meglio perdere una trentina di secondi, perché ho ancora un po’ di margine e arrivare con un po’ di gambe in più alla tappa di domani
I dati di Egan Bernal sull'ultima salita

Ganna monumentale: salva Martinez e il colombiano lo ringrazia

Damiano CARUSO

Ho provato a seguire Simon Yates. Magari ho sbagliato, ma lo dovevo fare, per me stesso e per chi mi ha chiesto di provarci. Onore al più forte, Yates è andato più forte e ha fatto la differenza. Complimenti a lui. Intanto penso all’arrivo in salita di domani, poi domenica pomeriggio tireremo le somme

Caruso: "Era giusto provarci, complimenti a me stesso per il coraggio"

Giro d'Italia
Il film del Giro: le tappe e i risultati da Torino a Milano
03/05/2021 A 16:07
Tour de France
Froome il più pagato, Nibali 11°: la classifica degli stipendi
19/04/2021 A 21:53