Il giorno della partenza del Giro d'Italia 2021 è quasi arrivato e, ormai, abbiamo capito chi sono i favoriti per la corsa rosa. Forse è il n° 1 dei papabili per l'esperienza e per quanto fatto vedere nel corso di queste prime uscite. Parliamo di Simon Yates che alla presentazione del Giro non ha usato tanti giri di parole, affermando quelli che sono i suoi piani. Resta quella beffa nel 2018 dove il suo dominio totale si esaurì nella tappa del Colle delle Finestre. Il corridore di Bury ha però affermato di essere migliorato molto nella gestione delle 3 settimane. Ce la farà questa volta?

Classifiche e risultati

| Da Torino a Milano: il percorso del Giro | L'Albo d'oro del Giro | Tutte le news |
Giro d'Italia
L'Albo d'oro del Giro: tutti i vincitori dal 1909 al 2021
03/05/2021 A 16:57

Fiducioso della mia condizione

Il Tour of the Alps è andato molto bene e sono molto fiducioso della mia condizione. Ovviamente il Giro è una corsa completamente diversa. Ci saranno tanti corridori forti e sappiamo tutti i loro nomi. Saranno interessanti le due cronometro e anche molto difficili, non sono specialista, ma ho già fatto buone crono anche in passato. Lo sterrato? È molto impegnativo e sarà molto importante stare attenti ad evitare cadute e restare sempre nel gruppo. [Simon Yates alla presentazione]
Segui il Giro d'Italia LIVE su Eurosport Player e Discovery+: scopri l'offerta bomba

Sto imparando a gestirmi sulle 3 settimane

Sarà molto importante essere calmi e attenti. La prima settimana sarà impegnativa, la seconda sarà dura, mentre la terza ancora di più. L’importante è vincere questa corsa e dovrò arrivare con un buon vantaggio prima della cronometro finale. Ricordiamo che la corsa dura tre settimane e negli ultimi anni è stata vinta nell’ultima settimana, quindi bisogna correre pensando alla terza settimana non solo alla prima. Io, col passare degli anni, sto imparando meglio a come gestire le energie e spero di utilizzare questa esperienza per provare a vincere questo Giro

Un Giro adatto alle mie caratteristiche

Mi piace molto, si adatta molto alle mie caratteristiche. Ho fatto delle ricognizioni sia dopo la Tirreno che dopo il Tour of the Alps, abbiamo fatto un buon lavoro e siamo fiduciosi delle informazioni che abbiamo preso. Tutte le tappe sono difficili, anche quelle intermedie possono rivelarsi molto complicate. Il Giro è duro, bisogna stare attenti in ogni tappa. Mi piace molto correre al Giro e non vedo l’ora di cominciare
CHI VINCE IL GIRO 2021?

Da Torino a Milano: guarda il percorso del Giro 2021

Giro d'Italia
Il film del Giro: le tappe e i risultati da Torino a Milano
03/05/2021 A 16:07
Tour de France
Froome il più pagato, Nibali 11°: la classifica degli stipendi
19/04/2021 A 21:53