Thibaut Pinot potrebbe non essere ai nastri di partenza del prossimo Giro d’Italia. Il corridore transalpino, in un’intervista rilasciata a l’Equipe, ha spiegato che vorrebbe fare il massimo alla Corsa Rosa e la sua presenza sarà legata al miglioramento della condizione fisica. “È previsto che io vada al Giro, ma non ci andrò se non sarò al 100%. Se sono al 95% non vado, questo è sicuro, perché è la corsa più difficile e non voglio rivivere l’ultimo Tour e l’ultima Vuelta. Faremo un bilancio dopo il Tour of The Alps e, anche se abbiamo altri piani nel caso in cui dovesse andare male, parto con l’obiettivo di correre il Giro“.

Anche Pinot in difficoltà: prima prova la fuga, poi si stacca

Nel caso in cui Pinot non riuscisse a trovare la condizione giusta per prendere parte al Giro d’Italia, il focus per la stagione in corso si sposterebbe, quasi inevitabilmente, sul Tour de France. La Grand Boucle non ha riservato piacevoli sorprese al transalpino. “Speriamo di restare sul piano A. In ogni caso, qualsiasi cosa accada farò qualche corsa, perché non ho voglia di stare due o tre mesi ad allenarmi. Quel che è certo è che il Tour al 99% è escluso, perché non ne abbiamo mai parlato, la squadra è già fatta e non c’è motivo per cui debba essere imposta la mia presenza. Un giorno ci tornerò con piacere, magari anche l’anno prossimo, perché no? Nel frattempo non mi faccio questa domanda sulle corse previste nel piano B e spero di non dovermela fare“.
Giro d'Italia
Favoriti della 5a tappa: Viviani e Nizzolo pronti allo sprint
8 ORE FA

Ciclismo da ricordare: Pinot trascinato al traguardo!

Giro d'Italia
Ganna+De Marchi: 4 maglie rosa italiane, non accadeva dal 2007
9 ORE FA
Giro d'Italia
Tutte le classifiche del Giro d'Italia dopo la 4a tappa
11 ORE FA