Manca poco meno di un mese all'inizio del Giro d'Italia (start con la crono di Torino dell'8 maggio) e si cominciano a 'fare le formazioni' in vista della corsa rosa. In attesa di capire se Vincenzo Nibali riuscirà a rientrare giusto in tempo dopo la frattura al polso, si tira fuori Fabio Aru che ha annunciato che non farà parte della squadra della Qhubeka Assos per l'edizione 2021 (la startlist provvisoria). Il sardo non l'aveva previsto e non lo farà solo per presenza. Il suo programma prevede le Classiche e, dopo il Giro dei Paesi Baschi, sarà al via a Freccia Vallone e Liegi-Bastogne-Liegi in supporto a Sergio Henao che sarà il capitano del team sudafricano per le prove delle Ardenne.

Non farò il Giro

Correre il Giro quest’anno non era nel mio programma e quindi non vedo l’ora di guardare questa bellissima corsa e, ovviamente, fare il tifo per i miei compagni
Giro d'Italia
Giro d'Italia 2021: percorso e calendario di tutte le tappe
06/02/2021 A 02:11
Ho fatto 23 corse e alcune gare di ciclocross dall’inizio dell’anno e sono davvero felice di far parte della famiglia della Qhubeka Assos. È un grande team e sfrutto ogni momento speso con i miei compagni o con lo staff. La mia stagione è iniziata al Tour de la Provence, poi Tour des Alpes Maritimes et du Var, Faun-Ardèche, Royal Bernard Drome, Parigi-Nizza e Paesi Baschi. Le mie prossime gare saranno la Freccia Vallone e la Liegi-Bastogne-Liegi
La Qhubeka Assos si presenterà al Giro sicuramente con il campione europeo e italiano Nizzolo, poi con Pelucchi e Campenaerts e poi con Pozzovivo che curerà la classifica generale.

Domenico Pozzovivo e Giacomo Nizzolo (Qhubeka Assos) in azione durante l'UAE Tour 2021 - Getty Images

Credit Foto Getty Images

Sto cercando la mia condizione

Nel 2019 mi sono operato e mi sono dovuto fermare per tre mesi, poi sono tornato per qualche gara e mi sono fermato di nuovo dopo 10 giorni di Vuelta. L’anno scorso ho corso il Colombia e poi qualche corsa ad agosto, ma poi mi sono dovuto fermare di nuovo dopo una settimana di Tour e ora ho fatto poco più di 20 giorni di corsa. per un professionista non è molto e sto ancora facendo crescere la mia condizione. Ogni corsa che ho fatto da febbraio, incluso il ciclocross, è stata con lo scopo di tornare di nuovo al mio buon livello. Non sono ancora al 100%, ma sto crescendo e di questo sono molto felice

Mi godo ogni momento con la Qhubeka Assos

Per quanto riguarda i prossimi obiettivi, miei e del team, sono davvero contento della nostra strategia e di come stiamo valutando gara per gara, considerando la mia crescita e le mie sensazioni, stabilendo poi gli obiettivi insieme. Il principale è tornare al 100% e a un buon livello. Ai Paesi Baschi, ad esempio, avevo 20 corridori di primo piano davanti a me, ma sapendo che sono ancora in crescita sono contento di questo, il corpo sta migliorando gara dopo gara ed è per questo che sorrido in bici e mi godo ogni momento. La Qhubeka Assos non è solo un team, ma una famiglia, ogni singola persona qui lavora per l’altra, così come per Qhubeka Charirty e gli altri partner. Voglio ringraziare ogni membro del team, che crede in me ogni giorno e per questo è un immenso piacere per me far parte di questo team, far parte di questa famiglia

Aru, giornata nera: si stacca, manda a quel paese la moto e si ritira

Ciclismo
Ciclismo in diretta: calendario e risultati del World Tour 2021
05/02/2021 A 17:58
Ciclismo
Aru: "Cosa chiedo al 2021? Voglio divertirmi"
02/01/2021 A 10:11