È davvero un Giro pazzo. Ballano solo 3'' tra il primo e il secondo della classe, con Carapaz che tiene la maglia rosa, ma si vede Hindley rientrare sempre più minaccioso grazie al gioco degli abbuoni. Ma Landa e João Almeida non sono per nulla fuori dai giochi, visto che il ritardo è inferiore al minuto in classifica. Insomma, è successo di tutto ma non è fondamentalmente successo niente nella tappa del Mortirolo con nessuno che ha preso in mano il Giro. Forse è un po' deluso Landa che poteva essere più protagonista, mentre Almeida perde solo 14'' in una tappa che poteva vederlo in seria difficoltà. Faticano a tenere il passo dei primi Nibali e Pozzovivo: il siciliano perde qualcosa nel finale ma, paradossalmente, si ritrova in 5a posizione nella generale. Superato proprio Pozzovivo che perde tanto perché vittima di una caduta. Ad Aprica arriva quindi la fuga con Jan Hirt che batte Arensman e regala all'Intermarché-Wanty Gobert la seconda tappa di questo Giro dopo il successo di Girmay a Jesi.

La nuova classifica generale

CorridoreTempo
1. Richard Carapaz68h49'06''
2. Jai Hindley+3''
3. João Almeida+44''
4. Mikel Landa+59''
5. Vincenzo Nibali+3'40''
6. Domenico Pozzovivo+3'48''
7. Pello Bilbao+3'51''
8. Emanuel Buchmann+4'45''
9. Jan Hirt+7'42''
10. Alejandro Valverde+9'04''
11. Juan Pedro López+9'55''
Giro d'Italia
Perché Carapaz e altri corridori indossano un braccialetto blu?
24/05/2022 A 10:36

Calendario e Risultati

Startlist, ritirati e squalificati | Il montepremi | Percorso, calendario e risultati del Giro
CHI VINCE IL GIRO D'ITALIA 2022?

24 in fuga, ci sono anche Ciccone e Fortunato

Pronti, via e parte subito la fuga. Chi parte per primo? Il solito van der Poel che cerca l'azione insieme a Cavendish, De Gendt, Juul-Jensen, Eenkhoorn e Peters. Ma ai piedi della salita di Goletto di Cadino, ci sono altri scatti e si forma una fuga di 24 corridori. Ben 7 italiani: Zana, Mattia Bais, Fortunato, Rota, Ciccone, Cataldo e Formolo. Ma occhio anche a corridori come Arensman, Simon Yates, Valverde, Bouwman, Guillaume Martin, Hirt e Kelderman. Chi cerca la vittoria di tappa, chi la maglia azzurra di miglior scalatore, chi per fungere da punto d'appoggio per il proprio capitano. Nei pressi della vetta del GPM, ecco la volata tra Ciccone e Bouwman con l'abruzzese che anticipa il neerlandese e rientra in classifica. Prima del Mortirolo la fuga si spacca e va all'attacco un drappello di 8 uomini: dentro Bouwman, Poels, Rota, Valverde, Arensman, Chris Hamilton e Kämna che prendono un po' di vantaggio in quel di Edolo.

Ciccone, obiettivo GPM: passa per primo a Goletto di Cadino

Ciccone si stacca. Hirt vince il duello con Arensman

Il gruppo maglia rosa comincia il Mortirolo con più di 5' di ritardo, un po' troppo e quindi Nibali mette a tirare la squadra. Sulla salita si formano tre gruppetti: gli 8 davanti inseguiti da Ciccone, Hirt e Hugh Carty e un po' più indietro il quartetto composto da Simon Yates, Kelderman, Guillaume Martin e Fortunato. Riusciranno a rientrare sulla testa della corsa solo Hugh Carthy e Hirt, con Ciccone che si stacca a due passi dal ricongiungimento. Prima dell'ultima salita di Valico di Santa Cristina, restano in 6 là davanti ma il gruppo si avvicina e parte Kämna che cerca l'impresa solitaria. Il tedesco parte troppo presto e viene rimontato da Arensman e Hirt. L'azione decisiva la fa il ceco dell'Intermarché-Wanty Gobert che parte ai 7,8 km e arriva in solitaria sul traguardo di Aprica.

Gioia Hirt! Fuga e trionfo all'Aprica, rivivi l'arrivo

Landa piazza uno scatto, ma si decide in volata tra Hindley e Carapaz

Sulla salita del Mortirolo fatica un po' João Almeida, mentre i capitani restano praticamente senza compagni di squadra. Carapaz ha solo Sivakov, Hindley ha Buchmann, Landa ha il solito Bilbao, Almeida ritrova Formolo. Occhio però alla discesa, con Nibali che piazza un mini allungo, ma rientrano tutti. Cade invece Pozzovivo, che riesce però a rientrare prima del Teglio. L'azione degli Astana non serve per recuperare la testa della corsa e si mettono in testa i Bahrain Victorious di Landa che vuole riaprire tutto. Richiamato anche Poels per fare l'andatura sull'ultima salita, mentre si staccano Pozzovivo e Juan Pedro López. Dopo Buitrago e Poels, tocca a Pello Bilbao lavorare in testa, ma prima della menata finisce a terra in una caduta molto strana.

Pasticcio Bilbao: cade e per poco non trascina giù Landa

A questo punto tocca a Landa che piazza l'attacco ai -9,3 km dal traguardo. Nibali e Almeida si staccano, ma Carapaz e Hindley rispondono presente. Si forma quindi un terzetto e, ad un certo punto, i tre collaborano anche per distanziare il più possibile il portoghese. Almeida però resta lì, non troppo distante, mantenendo il proprio passo per non andare fuori giri. Nibali invece perde più di qualche secondo, anche se non crolla definitivamente. Alla fine è volata tra Hindley, Carapaz e Landa per un posto sul podio, c'è anche Valverde che era stato ripreso, ma vince ancora una volta l'australiano che rosicchia altri 4'' all'ecuadoriano.

Landa ci aveva provato: Nibali si stacca, ma Carapaz e Hindley sono lì

E Pozzovivo si stacca: non ce la fa più dopo la caduta

L'ordine d'arrivo

CorridoreTempo
1. Jan Hirt5h40'45''
2. Thymen Arensman+7''
3. Jai Hindley+1'24''
4. Richard Carapaz+1'24''
5. Alejandro Valverde+1'24''
6. Mikel Landa+1'24''
7. Lennard Kämna+1'38''
8. João Almeida+1'38''
9. Vincenzo Nibali+2'06''
10. Hugh Carthy+2'13''
11. Pello Bilbao+3'23''
12. Domenico Pozzovivo+4'11''

Rivivi la tappa 16 del Giro (Contenuto Premium)

Premium
Ciclismo

Giro d'Italia | 16a tappa

06:46:03

Replica

Dove seguire in tv e streaming il Giro d'Italia

Il Giro d'Italia 2022 sarà trasmesso in DIRETTA su Eurosport 1 e 2 (Canali 210 e 211 di Sky e su DAZN) con la telecronaca di Luca Gregorio e Riccardo Magrini e commento bonus di Moreno Moser e Wladimir Belli. Se non volete perdervi neanche un metro delle 21 tappe di questa edizione, potrete seguire il Giro d'Italia in DIRETTA INTEGRALE, dal km 0, in streaming su Eurosport Player, Discovery+ (Scopri l'offerta) e GCN+ con tanti contenuti esclusivi in più. Sarà anche possibile recuperare tutte le corse On Demand su tutte le nostre piattaforme.

Quanto si guadagna al Giro? Ecco il montepremi nel dettaglio

Giro d'Italia
Non solo Girmay! Da Petacchi a Cavendish: gli infortuni più strani nel ciclismo
18/05/2022 A 18:16
Giro d'Italia
Da Budapest a Verona: tutte le tappe del Giro 2022. La guida
01/05/2022 A 21:19