Dal blu al giallo. Questione di colori per Brandon McNulty, nuovo leader del Giro dei Paesi Baschi. Nella quarta tappa, lo statunitense ha disputato un finale all'attacco e con un'azione in compagnia di altri cinque corridori è arrivato a giocarsi la gara, poi vinta da Ion Izagirre. Ha chiuso terzo, ma con un premio pesante in arrivo: la maglia di nuovo leader della classifica generale, spodestando lo sloveno Primoz Roglic. Un onore un po' a sorpresa, come confermato dallo stesso atleta della UAE Emirates nel dopo gara. "Avevamo la vittoria di tappa in testa, questo è sicuro. Ma non pensavo di poter prendere la maglia gialla quest'oggi, anche se tutto può succedere nel ciclismo. Venerdì ci aspetta una tappa più semplice, anche se non si sa mai. Sabato invece dovremo andare a tutta, il corridore con le gambe migliori vincerà la corsa. Io ci proverò, ma con Tadej (Pogacar) siamo in due a potercela giocare".
A ruota ha parlato anche Tadej Pogacar, il capitano designato della UAE Emirates, che ora è scivolato al quinto posto in classifica a 43 secondi dal compagno di squadra: "Abbiamo provato ad anticipare tutti in salita. Brandon ha seguito l'attacco di Landa, era una buona opportunità per lui. Poi nella discesa dopo il Gpm si è avvantaggiato con altri buoni corridori e io sono rimasto dietro a controllare la corsa. Ha preso la maglia gialla, sono molto contento per lui. Ora vedremo cosa faranno gli altri corridori, ma credo che abbia ottime chance di vincere la corsa".
Giro dei Paesi Baschi
Roglic: "Me la sono goduta. Team giovane e di talento"
10/04/2021 A 21:26

Rivivi la quarta tappa (Contenuto premium)

Premium
Ciclismo

Giro dei Paesi Baschi | 4a tappa

01:41:20

Replica
Giro dei Paesi Baschi
Pogacar: "Nessuno ha collaborato per riprendere Roglic"
10/04/2021 A 21:01
Giro dei Paesi Baschi
Roglic: "Ho fatto il kamikaze. Vingegaard sono fiero di te"
10/04/2021 A 19:00