Distacchi non impossibili, anche perché sarebbe stato difficile farli in 7,51 km di cronometro. Ma Primoz Roglic e Remco Evenepoel hanno già fatto un po' di differenza in questa prima uscita in quel di Hondarribia. Sono gli unici due a scendere sotto il muro dei 10', gli unici due ad andare sopra i 45 km/h di media. Non a caso uno è campione olimpico a cronometro, l'altro uno dei pochi ad essere riuscito a battere Ganna nelle prove contro il tempo. Sarà questa la sfida che animerà la settimana nei Paesi Baschi, con lo sloveno che batte subito un colpo e dà 5'' al rivale che ha, invece, una voglia matta di spaccare il mondo dopo un avvio di stagione non facile della sua Quick Step Alpha Vinyl, visto il risultato nelle ultime Classiche. Restano comunque agguerriti gli Ineos Grenadiers che in questa corsa a tappe presentano ben tre capitani: Geraint Thomas, Adam Yates e Daniel Martínez. Ma chi sarà il vero leader? Comunque aggiorniamo le statistiche. Per Roglic sono 17 le vittorie a cronometro in carriera, 8 delle quali proprio in Spagna (4 alla Vuelta e 4 al Giro dei Paesi Baschi).

L'ordine d'arrivo

CorridoreTempo
1. Primoz Roglic9'48''
2. Remco Evenepoel+5''
3. Rémi Cavagna+16''
4. Geraint Thomas+18''
5. Adam Yates+18''
6. Aleksandr Vlasov+18''
7. Bruno Armirail+20'
8. Ion Izagirre+20'
9. Jonas Vingegaard+20'
10. Ben Tulett+21''
11. Daniel Martínez+21''
Giro dei Paesi Baschi
Roglic fa 17 a crono come Ganna: Dennis davanti a tutti
04/04/2022 ALLE 17:32
CHI VINCE IL GIRO DEI PAESI BASCHI 2022?

Cavagna batte gli Ineos, male Higuita

Il primo tempo di riferimento lo piazza Adam Yates con 10'06'', con il britannico che va a 44,601 km/h di media. Tempo migliorato dal suo compagno di squadra Geraint Thomas poco dopo, che lo batta per 16 centesimi di secondo. Uno dei favoriti di giornata è Rémi Cavagna e l'ex campione nazionale francese fa subito vedere di che pasta è fatto, con un buon 10'04'' alla media di 44,7 km/h. In chiave classifica, non male il piazzamento di Vlasov che chiude in 10'06'', alti invece i tempi di Guaudu (10'20''), Uran (10'28'') e Sergio Higuita (10'33'').

Cavagna vola: suo il miglior tempo provvisorio, battuto Geraint Thomas

Vingegaard c'è, Evenepoel ci prova, Roglic vince

Vingegaard, compagno di squadra di Roglic, si piazza subito dietro a Yates e Thomas, dando prova che la Jumbo Visma si giocherà la doppia carta in chiave classifica generale. Partono anche Pello Bilbao ed Enric Mas, ma restano tutti dietro con più di 10'' di ritardo. Ritardo che si dilata quando parte Remco Evenepoel che mostra subito la faccia aggressiva al primo intertempo: 4'27'' e 42,46 km/h di media dopo il San Telmo, con il corridore belga che straccia il tempo del compagno di squadra Cavagna anche all'arrivo.

Evenepoel parte forte, è secondo nella crono: rivivi l'arrivo

Evenepoel deve fare però i conti con Primoz Roglic: lo sloveno parte soft, per così dire, con 56 centesimi di secondo di ritardo all'intertempo. Poi nelle due salitelle presenti sul percorso il corridore della Jumbo alza il ritmo e arriva al traguardo con 5'' di margine sul suo rivale più importante.

Rivivi la 1a tappa del Giro dei Paesi Baschi (contenuto premium)

Premium
Ciclismo

Giro dei Paesi Baschi | 1a tappa

02:18:40

Replica
Giro dei Paesi Baschi
Startlist definitiva: Roglic sfida Evenepoel e Alaphilippe
03/04/2022 ALLE 21:02
Giro dei Paesi Baschi
La Vollering fa 3 su 3, vince anche questa: Marta Cavalli 3a
15/05/2022 ALLE 12:30