Dopo la Gent-Wevelgem (conquistata da Girmay) e l'Attraverso le Fiandre, si chiude il trittico con il Giro delle Fiandre, la seconda Monumento della stagione dopo la Sanremo vinta da Mohoric. 18 muri e 18 settori in pavé, costituiranno le difficoltà della 106esima edizione che si preannuncia piena di colpi di scena e di altissimo profilo. Di nuovo la sfida van der Poel-Asgreen, con il danese già vincitore nel 2021, e un Pogacar che è sempre lì in agguato, pronto a stupire per l'ennesima volta. Lo sloveno, in realtà, è qui per fare esperienza sul pavé in vista della 5a tappa del Tour de France, ma non si può mai escludere dalla lista dei papabili. E gli italiani? Nella startlist c'è Alberto Bettiol, vincitore nel 2019, ma purtroppo non è più lo stesso Bettiol... Ricopriremo il ruolo degli outsider, considerando anche la presenza di Moscon e Trentin ma mai dire mai...

Dove vedere il Giro delle Fiandre in tv e streaming

Giro delle Fiandre
Da Magni a Bettiol: cinque imprese italiane al Fiandre
01/04/2022 ALLE 06:26
Il Giro delle Fiandre sarà trasmesso in DIRETTA integrale a partire dalle 10:00 su Eurosport 1 (Canale 210 di Sky e su DAZN), Eurosport Player, Discovery+ (Scopri l'offerta) e GCN con il commento di Luca Gregorio e Riccardo Magrini. L'evento sarà visibile anche in streaming per poter vedere la corsa anche su computer, tablet, smartphone e smartTV tramite le applicazioni di Eurosport Player, Discovery+ e GCN. Sarà anche possibile recuperare la gara On Demand su tutte le piattaforme.
CHI VINCE IL GIRO DELLE FIANDRE 2022?

van der Poel ingiocabile! Si mangia Benoot e vince lo sprint

Il percorso

Prima parte tutto sommata tranquilla prima che si scateni la bagarre sui muri. Dopo 99 km ci sarà il primo settore in pavé, con Lippenhovestraat e Paddestraat attaccati l'uno all'altro. Al km 136, invece, il primo muro, con il primo passaggio sull'Oude Kwaremont (2 km al 4,4%, con picco al 7,8%). Poi ci saranno in rapida successione Kortekeer, Achterberg e Wolvenberg. Un attimo di respiro e si ricomincia con Molenberg (picco al 14,2%), Marlboroughstraat, Berendries e Valkenberg (picco all'11%). Siamo solo a metà corsa ed è improbabile che sia venuta fuori la fuga buona. Dopo 218 km, secondo passaggio sul Vecchio Kwaremont e subito dopo c'è il Paterberg (0,4 km al 9,7%, con picco al 10%). Questo sarà un punto cruciale, invece, per sfoltire il gruppo di testa. Poi Koppenberg, Steenbeekdries e Taaienberg (0,5 km al 7,6%, con picco al 10,7%). Mancano 37 km al traguardo e qui qualcuno partirà e, se riuscirà, a portarsi dietro 3-4 uomini, può essere l'azione decisiva. Mancano tre muri: Kruisberg, terzo e ultimo passaggio sul Kwaremont e il secondo passaggio sul Paterberg. Dall'ultimo muro mancheranno 13,8 km al traguardo.
https://i.eurosport.com/2022/03/28/3346075.jpg

Tutti i muri

-Al km 136,3 Oude Kwaremont (2 km al 4,4%, con picco al 7,8%),
-Al km 146,8 Kortekeer (0,9 km al 6,6%, con picco all'8,3%),
-Al km 153,3 Achterberg (1,5 km al 4,2%, con picco al 6,1%),
-Al km 158,2 Wolvenberg (0,6 km al 6,7%, con picco al 10,6%),
-Al km 170,7 Molenberg (0,4 km al 7%, con picco al 14,2%),
-Al km 174,6 Marlboroughstraat (2,1 km al 2,6%, con picco al 5,8%),
-Al km 178,7 Berendries (0,9 km al 6,8%, con picco all'8,7%),
-Al km 184 Valkenberg (0,5 km al 7,4%, con picco all'11%),
-Al km 196,5 Berg ten Houte (1,1 km al 5,6%, con picco al 6,1%),
-Al km 202 Kanarieberg (1 km all'8%, con picco al 9,6%),
-Al km 217,9 Oude Kwaremont (0,4 km al 9,7%, con picco al 10%),
-Al km 221,4 Paterberg (0,4 km al 9,7%, con picco al 10%),
-Al km 227,9 Koppenberg (0,6 km al 9,7%, con picco all'11,5%),
-Al km 233,3 Steenbeekdries (1,1 km al 2,6%, con picco al 4,9%),
-Al km 235,7 Taaienberg (0,5 km al 7,6%, con picco al 10,7%),
-Ak km 246 Kruisberg-Hotond (2,6 km al 4,1%, con picco al 6,8%),
-Al km 255,8 Oude Kwaremont (2 km al 4,4%, con picco al 7,8%),
-Al km 259,2 Paterberg (0,4 km al 9,7%, con picco al 10%),

Botte da orbi! Pidcock attacca, van der Poel alla sua ruota

Tutti i settori di pavé

-Al km 103,7 Lippenhovestraat,
-Al km 105,2 Paddestraat,
-Al km 136,3 OudeKwaremont,
-Al km 155,6 Holleweg,
-Al km 158,2 Wolvenberg,
-Al km 161,8 Kerkgate,
-Al km 164,4 Jagerij,
-Al km 170,7 Molenberg,
-Al km 196,5 Berg ten Houte,
-Al km 217,9 Oude Kwaremont,
-Al km 221,4 Paterberg,
-Al km 227,9 Koppenberg,
-Al km 231,9 Mariaborrestraat,
-Al km 233,3 Steenbeekdries,
-Al km 233,8 Stationsberg,
-Al km 235,7 Taaienberg,
-Al km 246 Oude Kruisberg,
-Al km 255,8 Oude Kwaremont,

Girmay, che faina! Il momento in cui parte insieme a Laporte

I favoriti

Le carte si sono mescolate nuovamente a causa del forfait di van Aert, positivo al covid, col rischio di saltare anche la Roubaix, oltre ai risultati dell'Attraverso le Fiandre. Ha vinto van der Poel, con Pidcock terzo. Entrambi sono saliti di quotazione dopo un inizio di stagione non facile a causa dei rispettivi infortuni. Il neerlandese però ha ricominciato a pieno regime e conta, oltre alla vittoria Waregem, anche quella di Montecatini alla Settimana Coppi e Bartali. Pidcock è cresciuto molto e avrà un'intera squadra a suo supporto, lui che ha appena rinnovato fino al 2027 con la Ineos. Il favorito però è Kasper Asgreen. Non è riuscito ancora a colpire nelle Classiche quest'anno, ma sta crescendo e vuole fare bis dopo il successo del 2021.
E Pogacar? Non è andato lontanissimo dai migliori all'Attraverso le Fiandre, anche se ha fatto capire di non essere ancora a suo agio sulle pietre. Ma lo sloveno avrà fatto tesoro di quanto provato a Waregem e proverà a dare una zampata.

Pogacar fa le prove generali sul pavè: mamma mia che frullata!

Uno che sembra molto carico è Mads Pedersen. Ha preso l'Attraverso le Fiandre solo come allenamento, ma è andato forte alla Milano-Sanremo (6°) e alla Gand (7°). Al Fiandre c'è andato molto vicino, con il 2° posto nel 2018 alle spalle di Terpstra. Il danese vuole piazzare il colpaccio questa volta.
Asgreen, van der Poel *****
Pidcock, Campenaerts, Mads Pedersen, Pogacar, Turgis ****
Laporte, Lampaert, Van Avermaert, Kristoff, Küng, Stuyven, Mohoric ***
Valgren, Vanmarcke, Trentin, Boasson Hagen, Terpstra, Politt, Naesen, Degenkolb **
Benoot, Wellens, Bettiol, Gogl, Narváez, van Baarle, Aranburu, Haussler *

Pedersen brucia tutti! Kuurne al danese, Trentin quarto

L'albo d'oro delle ultime edizioni

2021 Kasper ASGREEN;
2020 Mathieu VAN DER POEL;
2019 Alberto BETTIOL;
2018 Niki TERPSTRA;
2017 Philippe GILBERT;
2016 Peter SAGAN;
2015 Alexander KRISTOFF;
2014 Fabian CANCELLARA;
2013 Fabian CANCELLARA;
2012 Tom BOONEN;
2011 Nick NUYENS;
2010 Fabian CANCELLARA;
2009 Stijn DEVOLDER;
2008 Stijn DEVOLDER;
2007 Alessandro BALLAN;

Bettiol ci aveva provato: il momento in cui stacca il gruppo con Healy

Info utili

Orario di partenza: 10.18,
Orario d'arrivo: tra le 16.30 e le 17.07,
Lunghezza: 272,5 km,
Dislivello: 2289 metri,
Muri: 18,
Settori in pavé: 18,
Edizione: n° 106,

"Che emozione": il capolavoro di Bettiol nel 2019

Giro delle Fiandre
"Van Aert al Fiandre? Serve un miracolo per vederlo domenica"
31/03/2022 ALLE 21:22
Vuelta di Spagna
Pogacar è il più pagato al mondo: Roglic fuori dalla top 10, Nibali 11°
19/03/2022 ALLE 14:06