Dopo la sfortuna accusata l'anno scorso al Tour de France e il lungo periodo di assenza dalle corse, Wout van Aert sta cercando di riprendersi tutte le emozioni perdute. Una settimana fa la vittoria alla Strade Bianche, qualche giorno fa il 3° posto alla Milano-Torino, oggi il successo alla Milano-Sanremo con una gestione incredibile della corsa. Il belga mantiene gli occhi ben aperti per tutta la giornata, resta vigile, e risponde presente all'attacco di Alaphilippe sul Poggio. Il francese sembra averne di più sulla salita finale, ma il corridore della Jumbo Visma è bravo a rientrare in discesa sfruttando un errore in curva di Alaphilippe. I due si giocano il tutto per tutto in volata, dove a spuntarla è proprio il belga che è il vero uomo forte di questo “inizio di stagione”. Un bravo comunque ad Alaphilippe che dopo un problema meccanico avuto prima della Cipressa, era riuscito a rientrare e fare la differenza sul Poggio. Niente da fare per Vincenzo Nibali che aveva provato a muovere le pedine con Conci, Mosca e Ciccone, ma il timido attacco abbozzato sul Poggio è stato subito respinto. Lontani gli altri favoriti: Van Avermaet (8°), van der Poel (13°), Kwiatkowski (14°), Formolo (16°), Bettiol (18°), Nibali appunto (23°) e Démare (24°).

La prima non si scorda mai: quando van Aert batté Alaphilippe

L'ordine d'arrivo

Milano - Sanremo
Van Aert: "Festeggerò con un buon vino"; Alaphilippe: "Ci ho provato, ma ha vinto il più forte"
08/08/2020 ALLE 18:33
CorridoreSquadraTempo
1. Wout VAN AERTJumbo-Visma7h16'09''
2. Julian ALAPHILIPPEDeceuninck-Quick Stepst
3. Michael MATTHEWSSunweb+2''
4. Peter SAGANBora Hansgrohe+2''
5. Giacomo NIZZOLONTT+2''
6. Dion SMITHMitchelton-Scott+2''
7. Alex ARANBURUAstana+2''
8. Greg VAN AVERMAETCCC Team+2''
9. Philippe GILBERTLotto Soudal+2''
10. Matej MOHORICBahrain-McLaren+2''
13. Mathieu VAN DER POELAlpecin-Fenix+2''
14. Michal KWIATKOWSKITeam Ineos+2''
16. Davide FORMOLOUAE Emirates Team+2''
18. Alberto BETTIOLEducation First+2''
23. Vincenzo NIBALITrek Segafredo+2''

7 fuggitivi animano la corsa: Gilbert lavora in testa al gruppo

Si parte subito con 7 fuggitivi, che accumulano un vantaggio massimo di 6'30'' sul gruppo guidato dalla Lotto Soudal di Caleb Ewan. I battistrada sono Boaro, Damiano Cima, Bais, Carretero, Frapporti, Mazzucco e Tonelli che cercano l'azione da lontano in un percorso infinito di 305 km. Dopo l'andatura della Lotto Soudal, interviene anche la Deceuninck-Quick Step di Alaphilippe e Sam Bennett e, infatti, il vantaggio degli attaccanti cala notevolmente. A lavorare nelle prime posizioni anche Philippe Gilbert che, in pratica, dice addio al sogno di vincere la quinta Monumento diversa in carriera (il corridore della Lotto ha già conquistato Fiandre, Lombardia, Liegi e Parigi-Roubaix), per aiutare nella prima parte di corsa il compagno Ewan.

Caduta alla Milano-Sanremo: botta alla spalla per Matteo Trentin che abbandona la corsa

Nibali muove le pedine. Alaphilippe ha un problema meccanico

Il gruppo piano-piano rientra sui fuggitivi, intanto ai -57 km Vincenzo Nibali prova a muovere le pedine lanciando Nicola Conci, anche se il trentino viene riassorbito dal gruppo dopo pochi km. Via via vengono ripresi i fuggitivi, fino a Manuele Boaro che è l'ultimo ad essere ripescato dal gruppo ai -34,7 km dall'arrivo. Intanto arriva la foratura di Julian Alaphilippe con Declercq che prova a riportarlo in gruppo. Comincia la Cipressa e partono Jacopo Mosca della Trek e Vliegen della Circus-Wanty Gobert, anche Ciccone prova un sussulto, ma vengono tutti ripresi. Fanno fatica, invece, Viviani, Caleb Ewan e Gaviria.

Il momento in cui Alaphilippe ha forato: quante energie perse prima della Cipressa

Oss prova l'allungo in discesa: poi Alaphilippe attacca sul Poggio

Daniel Oss prova l'allungo in discesa prima dell'imbocco del Poggio, ma il corridore della Bora Hansgrohe viene ripreso a 10 km dal termine a causa del grande lavoro di Deceuninck-Quick Step e Mitchelton Scott. Ai piedi della salita ecco che provano ad accelerare Ciccone e Moscon, ma tutti i big restano attaccati. Ci prova anche Brambilla: è il preludio all'attacco di Vincenzo Nibali, ma appena parte il siciliano ecco che si fa vedere Alaphilippe. Il francese stacca tutti, ma un errore in curva - in un tratto di discesa - regala a van Aert la chance di rientrare.

Che numero aveva fatto Alaphilippe sul Poggio! Magrini perde completamente la testa

Vince van Aert: Alaphilippe si deve accontentare del 2° posto

Diventa quindi un duello tra van Aert e Alaphilippe. Il campione in carica contro il vincitore dell'ultima Strade Bianche. I due non fanno melina e dietro non rientra nessuno, nonostante i disperati tentativi di Formolo, van der Poel e Van Avermaet. Alaphilippe è il primo a far partire la volata, ma van Aert risponde e riesce a spuntarla per una questione di millimetri.

Nibali: "Ho attaccato troppo presto, favorendo Alaphilippe e van Aert. Lombardia? Vediamo"

Tour de l'Ain
Tappa e maglia per Roglic: Bernal è battuto a Lélex. Conti 3°, si fa vedere anche Fabio Aru
08/08/2020 ALLE 14:48
Tour de Pologne
Fabio Jakobsen è uscito dal coma: nessun danno cerebrale o spinale, dimissioni tra due settimane
07/08/2020 ALLE 12:33