La Tirreno-Adriatico è ormai andata in archivio e si pensa all'imminente Milano-Sanremo che sarà la prima Classica Monumento della stagione. Al contrario del 2020, si torna ad un percorso più tradizionale ma i favoriti sono sempre gli stessi. E li abbiamo visti già all'opera nella Corsa dei due Mari: il campione del mondo Alaphilippe, Wout van Aert e Mathieu van der Poel. Sono loro i corridori in pole position, ma c'è spazio per un po' di vintage. Tra gli outsider non possiamo non considerare Philippe Gilbert, proprio l'ex campione del mondo che in carriera ha vinto ben 5 volte una Monumento ma mai la Milano-Sanremo.
Tutto il meglio del ciclismo LIVE su Eurosport: On Demand e senza pubblicità a metà prezzo per tutto l'anno
GILBERT PUÒ VINCERE LA SANREMO
Milano - Sanremo
Milano-Sanremo 2021: il percorso, niente Passo del Turchino
19/02/2021 ALLE 12:29

Gilbert e le Monumento: vuole fare la storia come Merckx

Quando si parla di Philippe Gilbert si sente un po' il profumo di storia. Il corridore della Lotto Soudal è ancora in corsa nonostante ogni anno si dica “può essere l'ultimo”. Il belga ha vinto in carriera 78 corse, 5 delle quali erano Classiche Monumento. Fate un po' voi. E, soprattutto, Gilbert ha vinto 4 delle 5 Classiche Monumento e gli manca solo la Milano-Sanremo per fare una storica cinquina che davvero in pochissimi sono riusciti a completare. Nella storia, solo Eddy Merckx (19), Roger De Vlaeminck (11) e Rik Van Looy (8) hanno fatto l'en plein. Una motivazione in più per Gilbert per aggiungere quel tassello che gli manca nel proprio palmarès per andarsene da grande. Lui ha studiato nei minimi particolari il percorso e si è allenato per questo appuntamento. La concorrenza è spietata, ma ci vuole provare.
I corridori che hanno vinto tutte le Monumento
CorridoriMonumento vinte
Eddy Merckx7 Sanremo (record), 2 Fiandre, 3 Roubaix, 5 Liegi (record), 2 Lombardia
Roger De Vlaeminck3 Sanremo, 1 Fiandre, 4 Roubaix (record), 1 Liegi, 2 Lombardia
Rik Van Looy1 Sanremo, 2 Fiandre, 3 Roubaix, 1 Liegi, 1 Lombardia

Come ci si allena per vincere una Classica. Parla Gilbert

Gilbert e la Milano-Sanremo: c'è sempre andato vicino ma...

Gilbert ha avuto sempre un rapporto particolare con la Milano-Sanremo. È stata la prima Classica Monumento che ha portato al termine, nel lontano 2004 quando vestiva la maglia della FDJ, con un dignitoso 14° posto. L'anno dopo fece 6°, poi nel 2008 ebbe una grande occasione ma si piazzò al 3° posto anticipato da uno splendido Cancellara che arrivò al traguardo in solitaria. Nel frattempo vinse due Giri di Lombardia; ha ormai l'esperienza per vincere una Sanremo, ma nel 2011 arrivò un altro 3° posto questa volta facendosi beffare da Matthew Goss. Gli anni passano, vince la Liegi, il Giro delle Fiandre e anche la Parigi-Roubaix ma non riesce più ad essere competitivo alla Sanremo. Alla Quick Step ci sono altre gerarchie, ci sono anche le nuove leve e Gilbert sembra perdere l'interesse. Ma quella cinquina gli resta nella testa, ci riprova nel 2020, ritrova una top 10, ma si ferma al 9° posto. Questa potrebbe/dovrebbe essere la sua ultima Sanremo e spera di pescare il jolly dal mazzo per fare la storia.
Gilbert alla Sanremo: lo storico
EdizionePiazzamento
200414°
2005
200632°
200721°
2008
200923°
2010
2011
201287°
201332°
201413°
201555°
201729°
201875°
201968°
2020

La prima non si scorda mai: quando van Aert batté Alaphilippe

Gilbert e gli ultimi anni un po' faticosi

Ma la domanda è: Philippe Gilbert può ancora vincere una Classica del genere? O non è più un corridore che può sognare fino a tanto? Se fosse stato il Gilbert del 2019 avremmo detto di sì: vincitore della Parigi-Roubaix, vincitore di due tappe alla Vuelta, uno dei favoriti per il Mondiale... Da allora però sono passati diversi mesi e, diversi infortuni, per il belga che proprio nel 2020, dopo il lockdwon, ebbe un brutto infortunio al ginocchio. È tornato, perché è un guerriero, ma non ci sono da segnalare grossi risultati che ce lo fanno immaginare come conquistatore della Sanremo. Nel 2021 ha preso parte all'Étoile de Bessèges, al Tour de la Provence, alla Omloop e alla Parigi-Nizza e il miglior risultato è stato nella Omloop con un 5° posto nella "strana" volata di gruppo vinta da Ballerini. Alla Parigi-Nizza si è un po' nascosto: potrà aver risparmiato le gambe? Noi, romanticamente, ci speriamo.

"Una volata principesca": Gilbert batte Politt, è lui l'ultimo campione

Giro d'Italia
Nibali, Froome, Pogacar: Giro o Tour? Cosa fanno i big?
18/02/2021 ALLE 16:42
Ciclismo
Ciclismo in diretta: calendario e risultati del World Tour 2021
05/02/2021 ALLE 17:58