È tutto pronto per una delle prove regine che incontreremo ai Mondiali in Australia. Alle 5.40 di domenica 18 settembre, scatta la cronometro élite uomini. Filippo Ganna andrà a caccia del suo terzo iridato consecutivo dopo i successi di Imola 2020 e Bruges 2021. Non ci saranno Wout van Aert e Rohan Dennis a sfidare il corridore verbanese, ma non mancherà la concorrenza. Da Tadej Pogacar, vincitore in carriera di due cronometro al Tour de France, ad uno specialista come Remco Evenepoel che arriva direttamente dalla vittoria della Vuelta, là dove la cronometro è stata decisiva ai fini della maglia roja.

Dove seguire la cronometro in diretta tv e live streaming

Da domenica 18 a domenica 25 settembre, Eurosport 1 e Discovery+ trasmettono in diretta integrale i Mondiali 2022 in Australia. La prova a cronometro maschile élite sarà trasmessa in DIRETTA su Eurosport 1 (Canali 210 di Sky e su DAZN) con la telecronaca di Luca Gregorio e Riccardo Magrini a partire dalle 05.40 (ore italiane). Potete seguire tutte le prove dei Mondiali in streaming e senza pubblicità su Eurosport Player, Discovery+ (Scopri l'offerta) e GCN+ con tanti contenuti esclusivi in più. Sarà anche possibile recuperare tutte le gare On Demand su tutte le nostre piattaforme.
Mondiali
Calendario, risultati, programma e medagliere dei Mondiali in Australia
16/09/2022 ALLE 02:54
CHI VINCE LA CRONO DEI MONDIALI?

Il percorso

Quella di Wollongong non sarà una cronometro piatta, anche se il dislivello complessivo sarà 'solo' di 312 metri. Ci sarà qualche dentello in avvio di gara tra Beaton Park e Gwynneville, ma il momento clou arriverà dopo 7 km con la scalata del Mount Ousley. Un muro più che una salita vera propria, ma sono 700 metri al 6,7%. Un punto cruciale per la cronometro perché specialisti, magari meno forti in salita, potranno perdere qualche secondo prezioso su questo passaggio. Occhio anche all'immediata discesa poi si arriverà tutto sommato senza problemi a Ragstaff Hill Park: altro dentello e si ricomincia tutto da capo con il secondo giro del circuito. Ancora Beaton Park e Gwynneville ma, soprattutto, il secondo passaggio sul Mount Ousley. Muro in cui si potrà guadagnare qualcosa, avendo ormai capito come gestirsi su queste pendenze. Poi la strada sarà sostanzialmente pianeggiante fino a Ragstaff Hill Park dove tende leggermente all'insù. La particolarità del circuito del 2022 è che uomini e donne, per la prima volta nella storia dei Mondiali, correranno sullo stesso percorso e sullo stesso chilometraggio.
https://i.eurosport.com/2022/09/13/3452941.jpg

Tutte le salite

-Al km 7,1 Mount Ousley (0,7 km al 6,7%);
-Al km 24,5 Mount Ousley (0,7 km al 6,7%);

"Oh Yes!": la reazione di Pogacar quando capisce che ha vinto la crono

I favoriti

Favorito numero 1, ovviamente, è Filippo Ganna che arriva a questo appuntamento con l'ambizione di vincere il suo terzo titolo iridato consecutivo. Cosa capitata solo ad altri due corridori nella storia dei Mondiali: Michael Rogers (2003-2005) e Tony Martin (2011-2013). Non mancherà la concorrenza, ma non ci sarà quello che era uno spauracchio alla vigilia del Mondiale: quel Rohan Dennis - campione del mondo due volte in carriera - che avrebbe corso questo Mondiale in casa. Non ci sarà Dennis, ma Ganna dovrà affrontare Remco Evenepoel, l'ultimo vincitore della Vuelta. E, proprio alla Vuelta, la cronometro di Alicante è stata decisiva, con il corridore belga che ha inflitto ad Enric Mas un distacco clamoroso che è stato poi determinante per la conquista della maglia roja. Per intenderci, se non ci fosse stata la cronometro, sarebbe stato Mas il vincitore finale della Vuelta.

Filippo Ganna sfiora il colpo sul bagnato: rivivi la sua crono in 90"

Evenepoel non sarà l'unico avversario. Occhio anche a Bissegger e Küng: il primo ha battuto Ganna proprio agli ultimi Europei, il secondo ha vinto una solo cronometro in questa stagione, ma attenzione che non si sia tenuto il meglio proprio per la crono in Australia. E gli italiani? Oltre a Ganna c'è di più: in corsa ci saranno anche Edoardo Affini, vincitore della cronosquadre alla Vuelta, e Matteo Sobrero, vincitore dell'ultima crono del Giro d'Italia a Verona. Né Affini né Sobrero partono con l'intento di vincere questa crono, ma entrambi proveranno a conquistare il miglior piazzamento possibile.

Ultimo km da paura: Bissegger è il nuovo campione europeo

E poi c'è TadejPogacar. Sì la Slovenia schiera in campo il classe '98, vincitore di quattro cronometro in carriera, incluse due crono proprio al Tour de France. La Slovenia punta sicuramente alla medaglia anche se non ci sarà il campione olimpico a cronometro in carica, visto che Roglic si è infortunato all'ultima Vuelta.
Ganna, Evenepoel *****
Bissegger, Küng, Pogacar ****
Cavagna, Hayter, Affini, Bjerg, Lampaert ***
João Almeida, Cort Nielsen, Foss, Armirail, Sobrero **
Mollema, Nelson Oliveira, Craddock, Plapp, Sheffield, Bodnar, Lutsenko, Durbridge *

Affini va forte, ma il gatto di più! Fuoriprogramma nella crono

Info utili

-Orario di partenza: 5:40 ore italiane;
-Lunghezza: 34,2 km;
-Dislivello: 312 metri;

Sobrero da sballo! Crono di Verona dominata, rivivila

Mondiali
Italia, i convocati per i Mondiali: Trentin e Bettiol le punte
12/09/2022 ALLE 15:38
Mondiali
L'Irlanda di Bennett non ci sarà in Australia: "la trasferta costa troppo"
30/08/2022 ALLE 13:42