"Le squadre e i corridori che correranno la Parigi-Nizza saranno multati ed esclusi dalla UCI". Resta valida, al momento, la minaccia del presidente UCI Pat Mc Quaid, perché il TAS di Losanna (al quale d'urgenza l'Associazione delle squadre professionistiche si era rivolto nella serata di mercoledì) si è dichiarato incompetente a decidere sul tema in questione.
Tema in questione la 66ma Parigi-Nizza, corsa illegale secondo la UCI, corsa invece assolutamente legale secondo gli organizzatori di ASO, che solo 24 ore fa, via comunicato, ne hanno confermato il regolare svolgimento, dal 9 al 16 marzo, sotto l'egida della Federciclismo francese, in applicazione della legge francese e dunque totalmente fuori dall'alveo UCI.
UCI che ha ventilato 6 mesi di squalifica per tutti i corridori che prenderanno il via, domenica 9, dalla rampa di Amilly, la cittadina che ospita il cronoprologo della Cosiddetta Corsa Verso il Sole, che parte in realtà al buio. Immaginando dunque una buona fetta del gruppo, diciamo almeno 160 corridori, tra costoro anche Cunego e Rebellin, ai box sino ai primi di settembre, con la colpa di aver voluto adempiere ai propri doveri professionali, prendendo parte, con l'avallo dei rispettivi sponsor e tecnici, alla prima grande corsa a tappe di stagione, un po' viene da ridere perché il quadretto sarebbe pittoresco e un po' viene da pensare che boss Mc Quaid stia giocando al bluff.
Parigi-Nizza
Parigi-Nizza, il trionfo di Rebellin
16/03/2008 A 19:33
Poco interessa dei procedimenti disciplinari aperti dalla UCI contro la Federciclismo francese e il suo presidente Pitalier e contro il capo dell'Associazione delle squadre professionistiche Boyer. Più interessante riportarvi del meeting convocato d'urgenza dalla stessa Associazione, che si è espressa, a maggioranza, per la regolare partecipazione alla Parigi-Nizza delle squadre ammesse al via. La 66ma Parigi-Nizza si correrà dunque, dal 9 al 16 marzo, o meglio, intanto si parte da Amilly e dopo di che chi vivrà vedrà. Nelle alte sfere del ciclismo si continua a sparare, ma i proiettili ricadono in strada laddove passano i corridori. Corridori, è giunta l'ora di alzare la testa e ribellarvi, o preferite il tritacarne della marca UCI?
Parigi-Nizza
Il Sole su Rebellin
16/03/2008 A 16:32
Parigi-Nizza
Ciclismo, Parigi-Nizza: 6a tappa
15/03/2008 A 16:19