In Francia lo stupore non è stato poco, sono arrivate anche accuse del tutto inattese. Sonny Colbrelli domenica si è portato a casa un meraviglioso successo alla Parigi-Roubaix, entrando nella storia del ciclismo italiano ed anche internazionale, visto lo scenario unico con il quale è andato a trionfare nel Velodromo.

L'inno di Mameli risuona a Roubaix: Colbrelli è il re del Nord

A smentire le polemiche è intervenuto il più forte ciclista di sempre, il Cannibale Eddy Merckx: "La Roubaix è una corsa unica e Sonny Colbrelli è stato superbo: un campione che ha piegato altri campioni. Una sorpresa? No, in questa stagione ha dimostrato spesso di poter stare al passo dei migliori. Solo chi segue il ciclismo in modo distratto può meravigliarsi del suo successo" le sue parole alla Gazzetta dello Sport.
Giro d'Italia
Colbrelli: "Giro? Deciderà la squadra, ma vorrei esserci"
12/11/2021 A 11:46

Prosegue

"Colbrelli ha corso con intelligenza, sempre nelle prime posizioni, ora tutti sanno che può diventare un cliente pericoloso per le classiche monumento. I suoi avversari? Van der Poel deve dosarsi meglio e lo stesso discorso vale per Van Aert. Un applauso lo merita Gianni Moscon che senza la foratura avrebbe vinto".

Colbrelli da sogno: il film di un 2021 indimenticabile

Ciclismo
A Colbrelli il Giglio d'Oro: miglior ciclista italiano, battuto Ganna
02/11/2021 A 18:06
Gran Piemonte
Gran Piemonte: orari, diretta tv, percorso e favoriti
07/10/2021 A 09:00