Niente Parigi-Roubaix. Almeno non l'11 aprile, giorno in cui era segnata in calendario. La notizia del rinvio non è ancora ufficiale, ma l'indiscrezione arriva dal quotidiano francese Le Parisien. Nulla di così sorprendente, in realtà. Le voci si rincorrono da giorni e le dichiarazioni del governo locale delle ultime ore non lasciavano presagire un regolare svolgimento della Regine delle Classiche, giudicata incompatibile con le norme di sicurezza in un'area sottoposta a regime di lockdown. In attesa di una presa di posizione definitiva della prefettura (attesa bei prossimi giorni), si parla già di una ricollocazione della corsa in autunno (il 24 o il 31 ottobre?), quando si spera l'emergenza sanitaria possa essere sotto controllo.
Ricordiamo che nel 2020 rivoluzionato dal Covid, tutte le maggiori corse del panorama ciclistico internazionale erano riuscite a trovare il loro spazio in calendario. Tutte tranne la Roubaix, che avrebbe dovuto tenersi il 25 ottobre per poi essere cancellata un paio di settimane prima del via a causa dell'aggravarsi della situazione coronavirus. L'ultimo vincitore resta sempre Philippe Gilbert, campione nel Velodromo nel 2019 per la sua quarta Monumento diversa.
Parigi - Roubaix
Merckx: "Colbrelli è un campione, non una sorpresa"
07/10/2021 A 07:54

Fabian Cancellara racconta la vittoria della Parigi-Roubaix 2016: "Quel successo mi cambiò la vita"

Parigi - Roubaix
Colbrelli: "Roubaix come la Champions, Juve ora tocca a te"
05/10/2021 A 07:38
Parigi - Roubaix
Fango, pavé e Colbrelli: la Roubaix vista dall'onbike camera
04/10/2021 A 15:24