La stagione di Remco Evenepoel si è fermata molto presto, bloccata da un drammatico incidente al Giro di Lombardia. Molti lo ricorderanno per gli attimi di paura del corridore e dell’intero staff della Deceuninck Quick-Step ma per fortuna se l’è cavata e oggi possiamo riportare i suoi buoni propositi che nel 2021 lo vedono di nuovo in sella.
E pensare che solo qualche giorno prima, al Giro di Polonia, la Deceuninck aveva subito una grossa perdita, quella di Fabio Jakobsen coinvolto nell’incidente con Dylan Groenewegen. Anche in questa caso, il 2021 significa ripartenza perché Jakobsen è tornato in bici e Evenepoel ricorda proprio quei momenti toccanti del Polonia come riporta TuttoBiciWeb.
“Anche oggi, dopo tutto quel tempo, non riesco a esprimere a parole come ci siamo sentiti quella sera e tutti i pensieri che ci sono passati per la mente. Pensavamo di fermare la gara, ma abbiamo deciso di proseguire dopo aver parlato con la famiglia di Fabio. Ci hanno detto che era quello che lui avrebbe voluto che facessimo, quindi abbiamo deciso di andare avanti, senza farci coinvolgere da situazioni difficili”
Giro d'Italia
Viviani: "Nel 2022 sarebbe bello conquistare la maglia ciclamino"
9 ORE FA
Da corridore a corridore, non c’è cosa più bella di una vittoria e nel momento in cui probabilmente sapeva che avrebbe vinto, Evenepoel ha pensato di omaggiare il suo compagno ricoverato in ospedale.
“La mattina della penultima tappa ho chiesto al nostro addetto stampa il numero di gara di Fabio. Nel momento in cui ho avuto il suo numero nelle mie mani, ho subito pensato che quella sarebbe stata la mia giornata ed ero pronto a dare il massimo e vincere per Fabio”
Detto fatto, vittoria conquistata e promessa mantenuta.
Vincere con il numero di Fabio tenuto bene in alto, è stato molto emozionante. L'intera giornata e tutto quello che è venuto dopo sono stati emozionanti, non solo per me, ma per l'intera squadra
Quel momento è stato decisamente intenso per lui e per l’intera Deceuninck che stava vivendo un momento molto duro. Ma la forza della squadra è proprio questa, tant’è che a Evenepoel è anche arrivato il messaggio più bello, anche più della vittoria stessa.
"Alcuni giorni dopo la vittoria, la ragazza di Fabio mi ha mandato un messaggio per dirmi che Jakobsen aveva visto le immagini e che era molto orgoglioso e felice. Questo per me vale molto di più della vittoria di tappa o della classifica generale in Polonia, perché qui al Wolfpack siamo più che compagni di squadra, siamo tutti una famiglia e siamo l'uno la forza per l'altro e nulla è più importante"

Evenepoel, vittoria con dedica "da pelle d'oca" a Jakobsen al Giro di Polonia

Ciclismo
Chiesti due anni di carcere per Bernard Sainz
UN GIORNO FA
Ciclismo
Come Froome ha valorizzato il 2021 della Israel Start Up Nation
25/11/2021 A 15:52