L’immagine più bella è quella di Sonny Colbrelli in lacrime sul traguardo degli Europei di Trentino 2021, l’azzurro è campione europeo e l’Italia festeggia per la 4a volta consecutiva in una rassegna partita già col tricolore in alto. La vittoria della mixed relay, le medaglie e i piazzamenti per il successo sicuro della competizione.
Ma cosa c’è dietro un Campionato Europeo, nell’organizzazione e nella creazione di questi splendidi ricordi? Lo abbiamo chiesto a Maurizio Rossini, presidente di Trentino Marketing.
A pochi giorni dai campionati Europei, vittoria di Sonny Colbrelli ma non solo… com’è andata?
Mondiali
Italia di bronzo, poi la Germania con Tony Martin: il podio di Bruges
15 ORE FA
"Siamo contenti, nonostante uno sforzo organizzativo molto importante e prolungato nel tempo con 13 eventi e 13 campioni da premiare. Siamo contenti perché l'organizzazione ha funzionato, non ci sono stati disagi, incidenti o elementi negativi e questo è già un buon punto. Secondo aspetto, l’aver avuto più di 800 atleti dal Continente, numero record anche per gli Europei stessi. Ci hanno dimostrato soddisfazione sia per la tipologia di percorso, che per il contesto che hanno trovato. Terza cosa, la partecipazione della nostra comunità e delle persone che sono arrivate in Trentino e che hanno fatto vivere alla città un momento di festa come non lo vivevamo da tempo. Ultimo aspetto, la presenza molto forte dei network internazionali, le immagini sono state diffuse in 71 paesi. Era uno degli obiettivi, ma non era scontato!"
Parliamo del percorso, tecnico, studiato alla perfezione per rendere la gara bella dal punto di vista ciclistico ma anche estetico.
"Il primo impegno è stato proprio quello di definire un percorso che avesse specifiche caratteristiche. Per far questo, ci siamo confrontati con gli esperti tecnici della Federciclismo e delle federazioni Nazionali per cogliere eventuali vincoli o esigenze, mettendo al primo posto la sicurezza. E poi c’è stato un confronto positivo con la città in tutte le sue componenti, per condividere la nostra scelta di percorso - partenza fuori città con un percorso che arrivasse fino al centro storico di Trento - Aver concordato tutto con le diverse componenti, ci ha permesso di gestire ogni cosa al meglio"

Ilgruppo dei Campionati Europei a Trento sullo sfondo delle Dolomiti (Foto Tornanti.cc)

Credit Foto From Official Website

Trentino e Sport: un binomio vincente, che non si limita solo al ciclismo. Basket, Volley… e poi?
"Abbiamo lo sport nel nostro DNA. Trentino è la provincia più sportiva d’Italia. Qui si pratica sport tutto l’anno, un po’ siamo fortunati perché nelle quattro stagioni possiamo sbizzarrirci nelle attività da fare. Partiamo da una comunità che vede nello sport un aspetto importante per i valori che riesce a trasmettere e perché far star bene"
Trentino e gli sport invernali: cosa aspettarsi dalla nuova stagione?
"Tra i grandi eventi invernali c’è la Coppa del Mondo di sci, con la tappa di Madonna di Campiglio e la storica 3Tre. La Coppa del Mond, e in alcune occasioni anche campionati del Mondo, di sci nordico e combinata nordica (2003) in Val di Fiemme. Ogni anno abbiamo degli eventi internazionali importanti di Pattinaggio su ghiaccio a Pinè. Tra i nuovi eventi, Sci Alpinismo e una tappa di Coppa del Mondo di ciclocross sulla neve a Vermiglio, sul Tonale (11-12 dicembre)"
Apriamo il capitolo Olimpiadi: Ruggero Tita, oro con Caterina Banti nel NACRA è il 1° trentino a conquistare l’Oro Olimpico nella rassegna estiva, una bella cartolina tutta Trentina…
"È un orgoglio per tutti noi. È davvero un ragazzo d’oro, ha tenacia, costanza e ha fatto anche delle scelte personali difficili rinunciando alla Coppa America per prepararsi al meglio per i Giochi Olimpici di Tokyo 2020 e ce l’ha fatta. Lui ci aiuta a comunicare il Trentino come territorio di acqua. Quasi 300 laghi qui in Trentino, quindi sì un territorio alpino con questa caratteristica peculiare. Tita - Trentino: punti in comune? La forza e la tenacia con le quali ha raggiunto l’oro si possano estendere a tutta la nostra comunità che nella storia ha dimostrato di avere la capacità di emergere da momenti durissimi"

Tita-Banti, supremazia d'oro: il film di un trionfo esagerato

Festival dello Sport, altro fiore all’occhiello di Trentino...
"Abbiamo messo insieme la passione per lo sport, grandi eventi e grandi campioni del Trentino e non, questo ci ha permesso di creare un grande appuntamento dove i campioni appunto potessero incontrarsi e raccontarsi. 4 anni fa la prima edizione che ci ha sorpreso anche per l’impatto che ha avuto nelle persone e così mercoledì 15 settembre a Milano, verrà presentato il Cartellone 2021 del Festival dello Sport in scena 7-8-9-10 ottobre nelle piazze, teatri e palazzi della città di Trento il cui tema sarà L’attimo vincente"

Trentino 2021, gli highlights di una rassegna d’oro

Mondiali
Regalo d'addio per Tony Martin: Germania d'oro nella mixed relay
18 ORE FA
Mondiali
L'Italia si prende un altro podio: bronzo nella Mixed Relay
18 ORE FA