Certe volte gli occhi delle telecamere possono scovare dettagli liminali ma ben celati, alcuni dei quali non vorremmo mai conoscere. E' il caso del coach tedesco Patrick Moster, che quest'oggi, durante la gara cronometro vinta dallo sloveno Primoz Roglic, è stato pizzicato dalla regia mentre si rivolgeva a corridori africani e mediorientali con epiteti razzisti.
Il medagliere | Il calendario completo | Gli Azzurri
Il coach è stato ripreso sul ciglio della strada, mentre affiancava il suo corridore Nikias Arndt: incitandolo a gran voce, l'allenatore si è lasciato scappare un doppio "Hol die Kameltreiber", che in tedesco significa "acchiappa i cammellieri/corridori di cammelli". Arndt, che a quel punto aveva pedalato per 22 minuti, stava inseguendo un gruppo di avversari, tra cui anche africani e mediorientali. Nel tentativo di spronare il suo atleta, Moster ha scelto un'ingiustificabile combinazione di parole.
Tokyo 2020
Il ciclismo su strada a Tokyo 2020: gare, percorso e calendario
10/03/2020 A 15:04

CACCIATELO! "Vai a riprendere i cammellieri": il ct della Germania a Arndt

I due corridori a precedere Arndt erano l'iraniano Saeid Safarzadeh e Ahmad Badreddin Wais, rappresentante del Team Rifugiati. Alcuni secondi prima erano passati dallo stesso punto anche l'eritreo Amanuel Ghebreigzabhier, alle calcagna dell'algerino Azzedine Lagab.
Guarda tutte le gare delle Olimpiadi di Tokyo 2020 abbonandoti a Discovery+: 3000 le ore live, fino a 30 canali in contemporanea dedicati a tutte le 48 discipline e a tutti i 339 eventi previsti. E potrai rivedere quando vuoi tutte le gare nella sezione VOD. Abbonati ora su discoveryplus.it: dal 19 luglio al 1 agosto, 3 giorni di free trial e abbonamento per 12 mesi a 29,90 euro complessivi. Attiva la promozione!

Le scuse di Moster

Le scuse di Moster sono state diramate tempestivamente tramite un'agenzia di stampa tedesca: "Ero nella zona di rifornimento e ho applaudito Nikias Arndt. Nella foga e con il peso complessivo del momento, la mia scelta delle parole è stata sbagliata", ha detto. "Mi dispiace tanto, posso solo scusarmi. Non volevo denigrare nessuno. Noi stessi abbiamo molti amici con radici nordafricane. Come ho detto, mi dispiace".

La Federazione: "Andremo a colloquio con Moster"

La Federazione olimpica tedesca ha preso tra le mani il caso Moster, annunciando dei provvedimenti piuttosto celeri. Il presidente Alphons Hormann ha dichiarato a tal proposito: "La squadra tedesca è sinonimo di adesione ai valori olimpici di rispetto, correttezza e tolleranza e li vive in tutte le sue competizioni sportive. È importante che Patrick Moster si sia scusato subito dopo la gara. Cercheremo un colloquio personale con lui oggi e affronteremo la situazione".

SPORT EXPLAINER: Ciclismo su strada

Tokyo 2020
Ganna punta ora alla Parigi-Roubaix: "Non mi fermo qui"
08/08/2021 A 17:47
Tokyo 2020
L'inseguimento viaggia veloce: uomini e donne vedono le medaglie
02/08/2021 A 09:44