La XXXII edizione dei Giochi olimpici estivi si disputerà dal 23 luglio all'8 agosto 2021 a Tokyo, un anno dopo rispetto al programma originario a causa del rinvio dovuto alla pandemia globale del Covid-19. Saranno presenti atleti di 33 sport diversi, per un totale di 50 discipline e 339 eventi che assegneranno le medaglie. Questo è il programma completo delle gare di ciclismo su strada, con il percorso, il programma e alcune curiosità.

Sede e gare

Il ciclismo su strada si svolgerà tra il 24 al 28 luglio 2021 e prevede quattro eventi. Entrambe le prove in linea partiranno da Musashinonomori Park di Chofu, a ovest di Tokyo, e si concluderanno al Fuji Speedway, circuito automobilistico nella prefettura di Shizuoka. Proprio nella sede d'arrivo sarà disegnato anche il percorso delle due cronometro.
Tokyo 2020
Ganna punta ora alla Parigi-Roubaix: "Non mi fermo qui"
08/08/2021 A 17:47

Il monte Fuji, la vetta più alta del Giappone

Credit Foto Getty Images

Percorso

Il percorso olimpico sarà molto selettivo. La prova in linea maschile sarà lunga 234 km e presenterà 4865 metri di dislivello. ll gruppo affronterà un primo tratto completamente pianeggiante di 40 km, poi la strada comincerà a salire in maniera leggera ma costante fino al GPM di Doushi Road. Dopo un breve falsopiano, ascesa breve ma impegnativa verso il Kagosaka Pass. Dopo la discesa verso Gotemba, si salirà verso il Fuji Sanroku, punto più alto con il GPM collocato a 1451 metri di altitudine. La salita misura 15 km con una pendenza media del 6%, impossibile non aspettarsi una prima selezione nel gruppo principale. Dopo un tratto nervoso, la quarta salita in programma condurrà sul Mikuni Pass (201 km), 6.5 km di lunghezza con una pendenza media addirittura in doppia cifra (10.6%) e punte al 22%, mentre l’ultima difficoltà altimetrica sarà nuovamente il Kagosaka Pass (212 km).
https://i.eurosport.com/2018/10/03/2432556.jpg
La rapida discesa successiva introdurrà nel circuito conclusivo, del quale il gruppo dovrà compiere un giro e mezzo per un totale di 17.7 km. La presenza di un ulteriore strappo potrebbe regalare ancora spettacolo nel caso in cui la situazione non fosse già delineata. La prova femminile sarà lunga 137 km per 2692 metri di dislivello. Uguale a quella maschile nella prima parte, non presenterà però le ascese al Monte Fuji e al Mikuni Pass. Le due prove contro il tempo si disputeranno Fuji Speedway, per l’occasione predisposto di un circuito di 22.1 chilometri che le donne affronteranno una volta e gli uomini due. Il circuito è molto ondulato e ha un dislivello di 423 metri a giro con due salite: la prima lunga 5.4 km con una pendenza media del 4.1%, la seconda sarà di 2 km al 4.5%.
LA STARTLIST PROVVISORIA

Calendario

24 luglio - Corsa in linea uomini
25 luglio - Corsa in linea donne
28 luglio - Cronometro uomini e cronometro donne

L'Italia

In virtù del ranking, la squadra azzurra potrà gareggiare con 5 atleti nella prova in linea maschile, al pari di Belgio, Francia, Olanda, Spagna e Colombia. Su un percorso così duro, è il CT Davide Cassani ha convocato Vincenzo Nibali, Giulio Ciccone, Damiano Caruso, Alberto Bettiol e Gianni Moscon. Bettiol sarà impegnato anche nella prova a cronometro insieme a Filippo Ganna. Saranno quattro, invece, le componenti della squadra azzurra femminile: Elisa Longo Borghini (che correrà anche la crono), Soraya Paladin e due tra Marta Cavalli, Marta Bastianelli, Tatiana Guderzo.

Vincenzo Nibali, Italia, Italy - Men's Road Race Rio 2016 Olympic Games - Getty Images

Credit Foto Getty Images

Storia

Il ciclismo su strada è presente ai Giochi fin dal 1896, anche se dal 1900 al 1912 è rimasto fuori dal programma. La prova a cronomentro entrò nella rassegna nel 1912, per scomparire nel 1936 e ritornare nel 1996. Le donne gareggiano nella prova in linea dal 1984 e dal 1996 anche a cronometro. Tra gli uomini, nessuno ha fatto meglio dell'Italia con 6 ori (Attilio Pavesi, Ercole Baldini, Mario Zanin, Pierfranco Vianelli, Fabio Casartelli, Paolo Bettini) e 3 argenti, tutti in linea. Nessuno ha vinto più di Fabian Cancellara, 2 ori a cronometro e un argento in linea tra il 2008 e il 2016. In campo femminile la nazione più decorata è l'Olanda, con 6 ori e due bronzi tra prova in linea e cronometro, mentre la statunitense Kristin Armstrong è l'atleta più vincente avendo trionfato nelle ultime tre edizioni contro il tempo. L'Italia vanta un argento (Imelda Chiappa) e due bronzi (Tatiana Guderzo e Elisa Longo Borghini), tutti in linea.
Tokyo 2020
L'inseguimento viaggia veloce: uomini e donne vedono le medaglie
02/08/2021 A 09:44
Tokyo 2020
Dagnoni: "Cassani? Abbassiamo i toni, pensiamo alle gare"
31/07/2021 A 21:28