Niente da fare! La rimonta finale sull’Alpe d’Huez aveva fatto ben sperare, ma gli accertamenti svolti all’ospedale di Grenoble hanno sancito l’addio di Vincenzo Nibali al Tour de France. Confermata l’esito dell’esame preliminare svolto sulla clinica mobile al seguito del Tour: frattura vertebrale.
Tour de France
Giornata da incubo per Nibali: sospetta frattura vertebrale e la giuria non accetta il ricorso
19/07/2018 A 17:54

Nibali il leone, che rimonta sull'Alpe d'Huez nonostante la caduta

Vincenzo Nibali era caduto ai -4 km dal traguardo, dopo essersi scontrato con una moto a causa di un restringimento di carreggiata e soprattutto a causa dei fumogeni usati dai ‘tifosi’ a bordo strada che avevano ridotto di molto la visibilità. Nibali era riuscito a rialzarsi, rimontando ad un km dal traguardo e perdendo ‘solo’ 13’’ dalla maglia gialla Geraint Thomas, vincitore - tra l’altro - della tappa. Lo stesso Nibali, alla conclusione della tappa, non era riuscito a spiegare con precisione l’accaduto…
C’era Bardet davanti che aveva attaccato. Stavano passando le moto della polizia e io ho seguito Froome che stava attaccando a sua volta, ma c’è stato un rallentamento e sono finito a terra. Sono cose che possono accadere perché c’è tanto pubblico in questi restringimenti. Stavo bene, ci credevo fortemente, la gamba girava bene, avevo buone sensazioni. Ho fatto un attacco per vedere se qualcuno reagiva, ma l’idea era di scattare nel finale

Nibali, niente bis dopo il 2014

Dopo un avvio non facilissimo per il siciliano, Nibali sembrava aver ritrovato la giusta condizione, proprio sull’Alpe d’Huez. Un primo scatto ai -10 km dal traguardo per saggiare lo stato d’animo e di forma degli avversari, prima della vera azione che si sarebbe dovuta palesare ai -3 km. A 4000 metri dall'arrivo, però, l’incidente con la moto e la rimonta fino al traguardo, che però non è servita. Nibali lascia il Tour quando occupava la 4a posizione in classifica, a 2’37’’ dalla maglia gialla Geraint Thomas.

Il fair play di Thomas e Froome

Al momento dell’incidente c’era stato lo scatto di Bardet, poi ripreso da Geraint Thomas, Froome e Dumoulin. I quattro si sono parlati e hanno rallentato nel finale, proprio per aspettare Vincenzo Nibali finito a terra dopo lo scontro con la moto. Si è parlato tanto del tema fair play nelle ultime edizioni, e il duo Sky non ha voluto sentir ragioni. Le contese sono ripartite solo quando Nibali è rientrato, con Thomas che ha poi battuto tutti in volata. Il premio Fair Play lo hanno vinto i britannici…

Nibali, Mondiale a rischio

Ancora non è stato pubblicato il referto riguardo all’infortunio di Nibali, ma la frattura vertebrale porterà a conseguenze molto gravi. I tempi di recupero possono andare fino a 3 mesi e in quel caso sarebbe addio anche ai Mondiali di Innsbruck, dove Nibali era uno dei grandi favoriti per la prova in linea del 30 Settembre (corsa durissima di 259,4 km). Anche con un mese e mezzo di stop, dovesse trattarsi di micro frattura, i tempi di recupero sarebbe complicati: Nibali arriverebbe all’appuntamento austriaco non con la condizione giusta per conquistare la maglia iridata.
Tour de France
Nibali: "Stavo seguendo Froome e sono caduto a causa di un rallentamento"
19/07/2018 A 16:31
Tokyo 2020
Nibali: "Tour finito. Tokyo? Le sensazioni sono buone"
12/07/2021 A 22:27