È stata una disfatta per Primoz Roglic che, perso le ruote del gruppo sul Signal d'Uchon, è arrivato al traguardo con un ritardo di quasi 4 minuti rispetto ai rivali di classifica. Evidentemente, si sono fatte ancora sentire le ferite riportate nella tappa di Pontivy. Il tutto, venendo addirittura lasciato da solo dai suoi compagni di squadra. Questi però sono stati gli ordini di Scuderia in casa Jumbo Visma che ha cambiato strategia, e che punterà ora su Jonas Vingegaard per la classifica generale, oltre che con Wout van Aert, attualmente 2° a 30'' da van der Poel.

Classifiche e risultati

| Classifica generale | Ritiri e squalificati | L'Albo d'oro del Tour |
Tour de France
Tour de France: startlist, ritirati e squalificati dalla Giuria
27/06/2021 A 00:54

Roglic rassegnato ma...

È stato un inizio veloce e ho risentito dei colpi della terza tappa. Ho lasciato tutto sulla stra. Purtroppo l'incidente avuto mi ha lasciato molte ferite che si sentono ancora. Cercherò di recuperare e vedremo ciò che accadrà. [Primoz Roglic]

Le ferite si fanno sentire: Roglic crolla e dice addio ai sogni

Grischa Niermann (ds): "Roglic ormai lontano"

Dobbiamo riorganizzarci. Abbiamo avuto la caduta di Tony Martin a causa della tifosa e quella di Roglic con Colbrelli. C'è stato il ritiro di Gesink in Bretagna e altre cadute che hanno coinvolto Kruijswijk, Vingegaard e van Aert. Nonostante questo non siamo messi così male in classifica generale, anche se dobbiamo ripensare alla nostra strategia. Se Wout supererà le grandi montagne, lo supporteremo, altrimenti ci giocheremo la carta Vingegaard. E Roglic? Primoz è ormai lontano, davvero lontano

Maxi caduta al Tour! Strike clamoroso per colpa di una "tifosa"

Van Aert non ci crede però...

Ora che non c'è più Roglic sono il capitano? Non so cosa sia successo con Roglic, so che ha perso molto tempo, ma non so cosa sia successo. Quando salirò sul bus capiremo. Certo, sono contento di essere protagonista e voglio provare ad esserlo ancora. Al momento sono davanti ed è bello giocarmela. Ma per la classifica, sono troppo pesante...
Scaramucce con van der Poel? Forse da fuori sembra che abbiamo corso l'uno contro l'altro. Ovviamente ci siamo marcati, perché eravamo uno il corridore più pericoloso per l'altro in chiave classifica. Ma abbiamo anche lavorato insieme. Non ci sono risentimenti tra noi e alla fine abbiamo deciso di collaborare per riprendere Asgreen. Quando abbiamo capito che non ci staccavamo, era più sensato lavorare insieme per guadagnare sui nostri avversari e riprendere Asgreen

Il bel gesto di Roglic: regala una borraccia a un bimbo

Tour de France
L'Albo d'oro del Tour de France: tutti i vincitori dal 1903 al 2021
14/06/2021 A 13:11
Tour de France
Froome il più pagato, Nibali 11°: la classifica degli stipendi
19/04/2021 A 21:53