Andiamo a vedere nel dettaglio come si è evoluta la corsa tra penalizzati e ritirati durante il Tour de France. La regola delle borracce è cambiata nuovamente, ma occhio a non gettare qualcosa fuori dalle famose green zone. Uno sguardo anche a chi è arrivato a Parigi: hanno concluso la corsa 141 dei 184 corridori partiti da Brest per la tappa inaugurale di questo Tour.

Classifiche e risultati

| L'Albo d'oro del Tour | La top 10 dei corridori più pagati |
Tour de France
L'Albo d'oro del Tour de France: tutti i vincitori dal 1903 al 2021
14/06/2021 A 13:11
CHI POTEVA BATTERE POGACAR IN QUESTO TOUR?

Ritiri e abbandoni

-1a tappa Jasha SÜTTERLIN (DSM): ha abbandonato per una contusione e ematomi al polso;
-1a tappa Ignatas KONOVALOVAS (Groupama-FDJ): ha abbandonato per un trauma cranico con iniziale perdita di coscienza. Il corridore si è ripreso, ma è in ospedale per gli accertamenti del caso;
-1a tappa Cyril LEMOINE (B/B Hotels): ha abbandonato per una trauma toracico e una lesione profonda al collo;

Disastro: altra caduta, Froome fatica a rialzarsi dopo la botta

-2a tappa Marc SOLER (Movistar): non parte per la frattura dei capitelli radiali di entrambe le braccia e la frattura dell'ulna del braccio sinistro;
-3a tappa Robert GESINK (Jumbo Visma): abbandona dopo una caduta con Geraint Thomas in cui ha riportato una commozione cerebrale e una possibile frattura alla clavicola destra;

Caduta Geraint Thomas, riparte ma deve inseguire

-3a tappa Jack HAIG (Bahrain Victorious): abbandona dopo a causa di una commozione cerebrale e un trauma alla clavicola destra;

Scontro pazzesco Ewan-Sagan all'ultima curva: rivivi la volata

-4a tappa Caleb EWAN (Lotto Soudal): non riparte a causa di una frattura della clavicola destra;
-9a tappa Primoz ROGLIC (Jumbo Visma): non riparte a seguito dei postumi della caduta di Pontivy;

Roglic, che botto dopo il contatto con Colbrelli: Tour già finito?

-9a tappa Mathieu VAN DER POEL (Alpecin Fenix): non riparte per preparare le Olimpiadi di Tokyo;

La gialla per Poulidor, l'assolo sul Mûr: il meglio di van der Poel

-9a tappa Nans PETERS (AG2R Citroën): abbandona dopo una caduta in cui ha riportato una frattura della vertebra lombare;
-9a tappa Tim MERLIER (Alpecin Fenix): abbandona durante la tappa dopo aver perso le ruote del 'gruppetto';
-9a tappa Jasper DE BUYST (Lotto Soudal): ha abbandonato durante la tappa per problemi alla schiena;
-9a tappa Arnaud DÉMARE (Groupama-FDJ): arrivato fuori tempo massimo (oltre i 37'20'');
-9a tappa Jacopo GUARNIERI (Groupama-FDJ): arrivato fuori tempo massimo (oltre i 37'20'');
-9a tappa Anthony DELAPLACE (Arkéa Samsic): arrivato fuori tempo massimo (oltre i 37'20'');
-9a tappa Stefan DE BOD (Astana Premier-Tech): arrivato fuori tempo massimo (oltre i 37'20'');
-9a tappa Nic DLAMINI (Qhubeka NextHash): arrivato fuori tempo massimo (oltre i 37'20'');
-9a tappa Bryan COQUARD (B/B Hotels): arrivato fuori tempo massimo (oltre i 37'20'');
-9a tappa Loïc VLIEGEN (Intermarché-Wanty Gobert): arrivato fuori tempo massimo (oltre i 37'20'');

Cavendish in lacrime: arriva in tempo, il suo Tour non è finito

-10a tappa Jonas KOCH (Intermarché-Wanty Gobert): non riparte dopo il giorno di riposo;
-11a tappa Tony MARTIN (Jumbo Visma): abbandona dopo una violenta caduta ad inizio tappa;

Tony Martin finisce nella scarpata: altro ritiro al Tour

-11a tappa Clément RUSSO (Arkéa Samsic): ha abbandonato durante la tappa;
-11a tappa Tosh VAN DER SANDE (Lotto Soudal): ha abbandonato durante la tappa;
-11a tappa Miles SCOTSON (Groupama-FDJ): ha abbandonato durante la tappa;
-11a tappa Daniel McLAY (Arkéa Samsic): ha abbandonato durante la tappa;
-11a tappa Tiesj BENOOT (DSM): ha abbandonato durante la tappa;
-11a tappa Victor CAMPENAERTS (Qhubeka NextHash): ha abbandonato durante la tappa;
-11a tappa Luke ROWE (Ineos Grenadiers): arrivato fuori tempo massimo (oltre i 37'39'');

Kragh Andersen ce la fa per 3'': Rowe fuori tempo massimo

-12a tappa Peter SAGAN (Bora Hansgrohe): non riparte per un problema al ginocchio a seguito della caduta di Pontivy alla terza tappa con Caleb Ewan;

Sagan: "Tokyo? Vediamo come risponde il ginocchio"

-13a tappa Michael GOGL (Qhubeka NextHas): non riparte;
-13a tappa Roger KLUGE (Lotto Soudal): abbandona dopo una maxi caduta dove ha riportato escoriazioni e abrasioni su tutta la schiena e al gomito destro per cui ci sono voluti punti di sutura;
-13a tappa Simon YATES (BikeExchange): abbandona dopo una maxi caduta dove ha riportato un trauma alla parete addominale;
-13a tappa Lucas HAMILTON (BikeExchange): abbandona dopo una maxi caduta dove ha riportato una lussazione all'articolazione acromion-claveare;

Brutta maxi caduta: corridori nella scarpata, si ritira Yates

-14a tappa Warren BARGUIL (Arkéa Samsic): non riparte dopo la caduta nella tappa del giorno precedente;
-14a tappa Soren KRAGH ANDERSEN (DSM): non riparte dopo la caduta nella tappa del giorno precedente;
-15a tappa Nacer BOUHANNI (Arkéa Samsic): abbandona dopo essersi staccato dal gruppo maglia gialla dopo i primi km, rischiando di finire fuori tempo massimo;
-15a tappa Edvald BOASSON HAGEN (TotalEnergies): arrivato fuori tempo massimo (oltre il +43'42'');
-16a tappa Vincenzo NIBALI (Trek Segafredo): non riparte per preparare le Olimpiadi di Tokyo;
-16a tappa Amund Grøndahl JANSEN (BikeExchange): non riparte per la terza settimana;
-17a tappa Steven KRUIJSWIJK (Jumbo Visma): abbandona in avvio di tappa per una condizione fisica non perfetta dopo il giorno di riposo;
-19a tappa Michael WOODS (Israel Start-Up Nations): non parte per ultimare la preparazione verso le Olimpiadi di Tokyo;
-19a tappa Miguel Ángel LÓPEZ (Movistar): non parte per cominciare la preparazione verso la Vuelta 2021;
-21a tappa Jakob FUGLSANG (Astana): non partito per un calo di condizione causato da una reazione avversa alla seconda dose del vaccino anticovid;

Penalizzazioni e squalifiche

-2 tappa Enrico POITSCHKE (ds Bora Hansgrohe): 500 franchi svizzeri per lancio di materiale di scarto fuori dalla green zone;
-2 tappa Rolf ALDAG (ds Bahrain Victorious): 100 franchi svizzeri per lancio di materiale di scarto fuori dalla green zone;
-3a tappa Luke ROWE (Ineos Grenadiers): 300 franchi svizzeri di multa e -20 nella classifica a punti UCI per essersi espresso con frasi ingiuriose contro i Commissari di Giuria che gli intimavano di non sfruttare la scia delle ammiraglie per riportare in gruppo Geraint Thomas;
-3a tappa Ide SCHELLING (Bora Hansgrohe): 200 franchi svizzeri di multa e 20'' di penalizzazione in classifica generale per aver fatto rifornimento all'ammiraglia negli ultimi 20 km. 1000 franchi svizzeri di multa al DS della Bora Hansgrohe;
-7a tappa Soren KRAGH ANDERSEN (DSM): 500 franchi svizzeri di multa per non essersi presentato alla cerimonia di presentazione della tappa;
-7a tappa Tiesj BENOOT (DSM): 500 franchi svizzeri di multa per non essersi presentato alla cerimonia di presentazione della tappa;
-7a tappa Cees BOL (DSM): 500 franchi svizzeri di multa per non essersi presentato alla cerimonia di presentazione della tappa;
-7a tappa Mark DONOVAN (DSM): 500 franchi svizzeri di multa per non essersi presentato alla cerimonia di presentazione della tappa;
-7a tappa Nils EEKHOFF (DSM): 500 franchi svizzeri di multa per non essersi presentato alla cerimonia di presentazione della tappa;
-7a tappa Joris NIEUWENHUIS (DSM): 500 franchi svizzeri di multa per non essersi presentato alla cerimonia di presentazione della tappa;
-7a tappa Casper PEDERSEN (DSM): 500 franchi svizzeri di multa per non essersi presentato alla cerimonia di presentazione della tappa. Multato per 500 franchi svizzeri anche il direttore sportivo Luke Roberts;
-7a tappa Warren BARGUIL (Arkéa Samsic): 200 franchi svizzeri di multa per essersi attaccato all'ammiraglia con la borraccia. 200 franchi svizzeri anche per il ds;
-7a tappa Michael SCHÄR (AG2R Citroën): 500 franchi svizzeri di multa e -25 punti nella classifica UCI per aver buttato materiale di rifiuto fuori dalla green zone;

Altra squalifica: fermato Schär per aver lanciato una borraccia

-7a tappa Mathieu VAN DER POEL (Alpecin Fenix): 500 franchi svizzeri di multa e -25 punti nella classifica UCI per aver buttato materiale di rifiuto fuori dalla green zone;
-7a tappa Toms SKUJINS (Trek Segafredo): 200 franchi svizzeri di multa e 20'' di penalizzazione per aver fatto rifornimento negli ultimi 20 km. 1000 franchi svizzeri di multa al suo ds;
-9a tappa Michal KWIATKOWSKI (Ineos Grenadiers): 200 franchi svizzeri di multa per essersi attaccato all'ammiraglia con la borraccia. 200 franchi svizzeri anche per il ds;
-9a tappa Jorge ARCAS (Movistar): 200 franchi svizzeri di multa per essersi attaccato all'ammiraglia con la borraccia. 200 franchi svizzeri anche per il ds;
-9a tappa Dylan TEUNS (Bahrain Victorious): 200 franchi svizzeri di multa per essersi attaccato all'ammiraglia con la borraccia. 200 franchi svizzeri anche per il ds;
-10a tappa Davide BALLERINI (Deceuninck Quick Step): 200 franchi svizzeri di multa e -25 nella classifica a punti UCI per aver gettato rifiuti fuori dalla green zone;
-10a tappa Dries DEVENYNS (Deceuninck Quick Step): 200 franchi svizzeri di multa e -25 nella classifica a punti UCI per aver gettato rifiuti fuori dalla green zone;
-10a tappa Jonas RICKAERT (Alpecin Fenix): 200 franchi svizzeri di multa e -25 nella classifica a punti UCI per aver gettato rifiuti fuori dalla green zone;
-10a tappa Wout VAN AERT (Jumbo Visma): 200 franchi svizzeri di multa e -25 nella classifica a punti UCI per aver gettato rifiuti fuori dalla green zone;
-11a tappa Nacer BOUHANNI (Arkéa Samsic): 200 franchi svizzeri di multa per essersi attaccato all'ammiraglia con la borraccia;
-11a tappa Élie GESBERT (Arkéa Samsic): 200 franchi svizzeri di multa per essersi attaccato all'ammiraglia con la borraccia;
-11a tappa Jonas RUTSCH (Education Nippo): 200 franchi svizzeri di multa per essersi attaccato all'ammiraglia con la borraccia;
-11a tappa Omer GOLDSTEIN (Israel Start-Up Nation): 200 franchi svizzeri di multa per essersi attaccato all'ammiraglia con la borraccia;
-11a tappa Valentin MADOUAS (Groupama-FDJ): 200 franchi svizzeri di multa per essersi attaccato all'ammiraglia con la borraccia;
-11a tappa Luka MEZGEC (BikeExchange): 200 franchi svizzeri di multa per essersi attaccato all'ammiraglia con la borraccia;
-11a tappa Hugo HOULE (Astana): 200 franchi svizzeri di multa per essersi attaccato all'ammiraglia con la borraccia;
-11a tappa Ion IZAGIRRE (Astana): 200 franchi svizzeri di multa per essersi attaccato all'ammiraglia con la borraccia;
-11a tappa Jérémy CABOT (TotalEnergies): 200 franchi svizzeri di multa per essersi attaccato all'ammiraglia con la borraccia;
-11a tappa Iván GARCÍA CORTINA (Movistar): 200 franchi svizzeri di multa per essersi attaccato all'ammiraglia con la borraccia;
-11a tappa Nacer BOUHANNI (Arkéa Samsic): 200 franchi svizzeri di multa, 40'' di penalizzazione in classifica generale, -8 nella classifica scalatori e -4 nella classifica a punti per aver sfruttato la scia dell'ammiraglia;
-11a tappa Davide BALLERINI e Dries DEVENYNS (Deceuninck Quick Step) e Jonas RICKAERT (Alpecin Fenix): rimossa la multa di 200 franchi svizzeri per lancio di rifiuti fuori dalla green zone grazie alla VAR;
-11a tappa Andrej HAUPTMAN (ds UAE Emirates): 500 franchi svizzeri di multa per il lancio di rifiuti fuori dalla green zone da parte di un suo corridore non identificato;
-12a tappa André GREIPEL (Israel Start-Up Nations): 200 franchi svizzeri di multa per essersi attaccato all'ammiraglia con la borraccia;
-13a tappa Pierre LATOUR (TotalEnergies): 200 franchi svizzeri di multa per essersi attaccato all'ammiraglia con la borraccia;
-13a tappa Anthony TURGIS (TotalEnergies): 200 franchi svizzeri di multa per essersi attaccato all'ammiraglia con la borraccia;
-13a tappa Boy VAN POPPEL (Intermarché-Wanty Gobert): 500 franchi svizzeri di multa e -25 nella classifica a punti UCI per aver gettato rifiuti fuori dalla green zone;
-13a tappa Jasper STUYVEN (Trek Segafredo): 500 franchi svizzeri di multa e -25 nella classifica a punti UCI per aver gettato rifiuti fuori dalla green zone;
-13a tappa Michael MORKOV (Deceuninck Quick Step): 500 franchi svizzeri di multa e -25 nella classifica a punti UCI per aver gettato rifiuti fuori dalla green zone;
-13a tappa José Luis ARRIETA (ds Movistar): 500 franchi svizzeri di multa per il lancio di rifiuti fuori dalla green zone da parte di un suo corridore non identificato;
-14a tappa Max WALSCHEID (Qhubeka NextHash): 500 franchi svizzeri di multa e -25 nella classifica a punti UCI per aver gettato rifiuti fuori dalla green zone;
-14a tappa Élie GESBERT (Arkéa Samsic): 500 franchi svizzeri di multa e -25 nella classifica a punti UCI per aver gettato rifiuti fuori dalla green zone;
-14a tappa Wout POELS (Bahrain Victorious): 500 franchi svizzeri di multa e -25 nella classifica a punti UCI per aver gettato rifiuti fuori dalla green zone;
-14a tappa Edvald BOASSON HAGEN (TotalEnergies): 500 franchi svizzeri di multa e -25 nella classifica a punti UCI per aver gettato rifiuti fuori dalla green zone;
-14a tappa Marc HIRSCHI (UAE Emirates): 200 franchi svizzeri di multa per essersi attaccato all'ammiraglia con la borraccia;
-14a tappa Dmitriy GRUZDEV (Astana): 200 franchi svizzeri di multa per essersi attaccato all'ammiraglia con la borraccia;
-14a tappa Reto HOLLENSTEIN (Israel): 200 franchi svizzeri di multa, -40'' in classifica generale, -1 nella classifica scalatori, -6 nella classifica a punti per aver sfruttato la scia dell'ammiraglia;
-15a tappa Jonathan CASTROVIEJO (Ineos Grenadiers): 500 franchi svizzeri di multa e -25 nella classifica a punti UCI per aver gettato materiale di rifiuto fuori dalla green zone;
-15a tappa Pierre ROLLAND (B/B Hotels): 500 franchi svizzeri di multa, penalizzazione di 20'' in classifica generale, -8 nella classifica scalatori e -16 nella classifica a punti per aver corso sul marciapiede;
-15a tappa Mike TEUNISSEN (Jumbo Visma): 200 franchi svizzeri di multa per essersi attaccato all'ammiraglia con la borraccia;
-15a tappa Omar FRAILE (Astana): 200 franchi svizzeri di multa per essersi attaccato all'ammiraglia con la borraccia;
-16a tappa David GAUDU (Groupama-FDJ): 500 franchi svizzeri di multa e -25 nella classifica a punti per aver gettato materiale di rifiuto fuori dalla green zone;
-17a tappa Rigoberto URAN (Education Nippo): 500 franchi svizzeri di multa e -25 nella classifica a punti per aver gettato una borraccia fuori dalla green zone;
-19a tappa Tadej POGACAR (UAE Emirates): 500 franchi svizzeri di multa e -25 punti nella classifica UCI per aver buttato una borraccia fuori dalla green zone;
-19a tappa Davide FORMOLO (UAE Emirates): 500 franchi svizzeri di multa e -25 punti nella classifica UCI per aver buttato una borraccia fuori dalla green zone;
-19a tappa Vegard Stake LAENGEN (UAE Emirates): 500 franchi svizzeri di multa e -25 punti nella classifica UCI per aver buttato una borraccia fuori dalla green zone;
-19a tappa Mike TEUNISSEN (Jumbo Visma): 500 franchi svizzeri di multa e -25 punti nella classifica UCI per aver buttato una borraccia fuori dalla green zone;
-19a tappa Brent VAN MOER (Lotto Soudal): 500 franchi svizzeri di multa e -25 punti nella classifica UCI per aver buttato una borraccia fuori dalla green zone;
-19a tappa Simon GESCHKE (Cofidis): 500 franchi svizzeri di multa e -25 punti nella classifica UCI per aver buttato una borraccia fuori dalla green zone;
-19a tappa Michael MATTHEWS (BikeExchange): 500 franchi svizzeri di multa e -25 punti nella classifica UCI per aver buttato una borraccia fuori dalla green zone;
-19a tappa Christopher JUUL-JENSEN (BikeExchange): 500 franchi svizzeri di multa e -25 punti nella classifica UCI per aver buttato una borraccia fuori dalla green zone;
-19a tappa Dmitriy FOFONOV (ds Astana): 500 franchi svizzeri di multa perché un suo corridore (non identificato) ha gettato una borraccia fuori dalla green zone;
-20a tappa Pello BILBAO (Bahrain Victorious): 500 franchi svizzeri di multa e -25 punti nella classifica UCI per aver buttato materiale di rifiuto fuori dalla green zone;

Pello Bilbao che combini? Si perde la radiolina durante la crono ed è una furia

Starlist definitiva

UAE Emirates

1 Tadej Pogacar
2 Mikkel Bjerg
3 Alberto Rui Costa
4 Davide Formolo
5 Marc Hirschi
6 Vegard Stake Laengen
7 Rafal Majka
8 Brandon McNulty
Tutti contro Tadej Pogacar per la maglia gialla. Lo sloveno mette in palio il titolo dopo il trionfo incredibile del 2020 e parte ancora da favorito numero 1, quantomeno alla pari del connazionale Roglic. In scuderia gente che può scortarlo in salita come Rafal Majka, Davide Formolo e Brandon McNulty. Anche Marc Hirschi, dopo una stagione fin qui non brillantissima, cerca riscatto su questo grande palcoscenico.
Pogacar contro Roglic e il mondo: l'obiettivo è confermare di essere il n° 1

Questo è il ciclismo! L'epica rimonta di Pogacar in 90 secondi

Jumbo Visma

11 Primoz Roglic
12 Wout van Aert
13 Robert Gesink
14 Steven Kruijswijk
15 Sepp Kuss
16 Tony Martin
17 Mike Teunissen
18 Jonas Vingegaard
La squadra olandese ci riprova dopo aver perso il Tour 2020 all'ultima crono. Con un Dumoulin in meno, ma con Primoz Roglic più determinato che mai e con uno squadrone per le salite al suo fianco. Lo sloveno arriva alla Grande Boucle con un avvicinamento in sordina, sarà stata la scelta giusta? Van Aert alternerà lavoro per la squadra alla ricerca del successo di tappa, stuzzicato anche dalla presenza di van der Poel.

Roglic cerca riscatto al Tour con una preparazione totalmente diversa

Ineos Grenadiers

21 Geraint Thomas
22 Richard Carapaz
23 Jonathan Castroviejo
24 Tao Geoghegan Hart
25 Michal Kwiatkowski
26 Richie Porte
27 Luke Rowe
28 Dylan van Baarle
Una delle squadre più forti mai allestite per un Grande Giro, per provare a detronizzare Pogacar e respingere gli assalti di Roglic. Carapaz e Thomas partono alla pari da capitani, a ruota seguono Porte e Geoghegan Hart. Un poker d'assi clamoroso. L'obiettivo è vincere l'ottavo Tour come squadra nelle ultime dieci edizioni.

Israel Start-Up Nation

31 Chris Froome
32 Guillaume Boivin
33 Omer Goldstein
34 André Greipel
35 Reto Hollenstein
36 Daniel Martin
37 Michael Woods
38 Rick Zabel
Chris Froome torna al Tour dopo tre anni, ma il capitano designato è Michael Woods. Per i successi di tappa, specie quando la strada guarderà all'insù, citofonare a Daniel Martin.
Chris Froome torna al Tour dopo tre anni: ma il capitano sarà Woods

C'era una volta Chris Froome... Che disastro la sua crono

Trek Segafredo

41 Vincenzo Nibali
42 Julien Bernard
43 Kenny Elissonde
44 Bauke Mollema
45 Mads Pedersen
46 Toms Skujins
47 Jasper Stuyven
48 Edward Theuns
Vincenzo Nibali correrà il suo nono Tour de France e il suo 25esimo Grande Giro in carriera. Lo Squalo starà lontano dalla lotta per la generale, cercando di affinare la condizione in vista di Tokyo e magari di cogliere un successo di tappa. Bauke Mollema è l'uomo classifica. L'ex iridato Pedersen e Skujins ci proveranno sicuramente a più riprese.
Solo 9 italiani al Tour: obiettivi e speranze degli azzurri

Nibali: "Olimpiadi? Ci devo arrivare con leggerezza..."

Deceuninck Quick Step

51 Julian Alaphilippe
52 Kasper Asgreen
53 Davide Ballerini
54 Mattia Cattaneo
55 Mark Cavendish
56 Tim Declercq
57 Dries Devenyns
58 Michael Morkov
Torna Mark Cavendish dopo tre anni, in seguito al forfait di Sam Bennett. L'inglese proverà a superare Merckx per vittorie al Tour (30 a 34). Non sarà semplice. Il capitano per la classifica e per successi parziali in tappe non pianeggianti sarà ovviamente Julian Alaphilippe. Asgreen e Cattaneo potrebbero cercare gloria in qualche fuga.
Cavendish può battere il record di Eddy Merckx? Il focus
CAVENDISH RIUSCIRÀ A BATTERE IL RECORD DI MERCKX?

Movistar

61 Miguel Ángel López
62 Jorge Arcas
63 Imanol Erviti
64 Iván García Cortina
65 Enric Mas
66 Marc Soler
67 Alejandro Valverde
68 Carlos Verona
La squadra spagnola si ripresenta ancora con i big three e con Marc Soler reduce da un Giro sfortunato. Miguel Ángel López dovrebbe essere il capitano di classifica per provare a migliorare il 6° posto del 2020, con Enric Mas seconda punta e Valverde regista di lusso, in cerca dei suoi squilli.

Hayter crolla: Lopez piazza il colpo tappa e maglia

Bora Hansgrohe

71 Peter Sagan
72 Emanuel Buchmann
73 Wilco Kelderman
74 Patrick Konrad
75 Daniel Oss
76 Nils Politt
77 Lukas Pöstlberger
78 Ide Schelling
Peter Sagan proverà a diventare il secondo corridore della storia (dopo Abdoujaparov) a vincere la classifica di Giro e Tour nello stesso anno. In Francia ce l'ha già fatta sette volte, un record. Buchmann non sarà il capitano di classifica, lui che è stato quarto nel 2019, ma il compito spetterà a Wilco Kelderman. Il tedesco, come Patrick Konrad, punterà a una tappa.

Sagan perfetto, 18 vittorie nei Grandi Giri: rivivi la volata

Groupama-FDJ

81 David Gaudu
82 Bruno Armirail
83 Arnaud Démare
84 Jacopo Guarnieri
85 Ignatas Konovalovas
86 Stefan Küng
87 Valentin Madouas
88 Miles Scotson
David Gaudu per le salite e la generale, Arnaud Démare (otto successi stagionali) uomo forte in volata e per la classifica a punti, supportato dal suo fido ultimo uomo Jacopo Guarnieri. Idee chiare in casa Groupama-FDJ.

A Valencia vince ancora Démare: rivivi la volata

Cofidis

91 Guillaume Martin
92 Rubén Fernández
93 Simon Geschke
94 Jesús Herrada
95 Christophe Laporte
96 Anthony Perez
97 Pierre-Luc Périchon
98 Jelle Wallays
Il filosofo Guillaume Martin punta dritto alla top 5 della generale, per il definitivo salto di qualità. L'altro uomo di riferimento, in questo caso nelle volate, sarà Christophe Laporte.

Alpecin Fenix

101 Mathieu van der Poel
102 Silvan Dillier
103 Tim Merlier
104 Xandro Meurisse
105 Jasper Philipsen
106 Jonas Rickaert
107 Kristian Sbaragli
108 Petr Vakoc
Uno dei temi più interessanti di questo Tour è il debutto di Mathieu van der Poel. L'olandese è garanzia di spettacolo, figuriamoci su questi palcoscenici. La presenza di van Aert e Alaphilippe saranno uno stimolo per provarci anche nelle giornate più imprevedibili. Oltre a lui fari puntati su Tim Merlier, vincitore di una tappa all'ultimo Giro.

Van der Poel vince a Siena: rivivi lo scatto in faccia ad Alaphilippe

Education Nippo

111 Rigoberto Uran
112 Stefan Bissegger
113 Ruben Guerreiro
114 Sergio Higuita
115 Michael Valgren
116 Magnus Cort Nielsen
117 Neilson Powless
118 Jonas Rutsch
Tocca ancora a Rigoberto Uran, anche se il colombiano ha mostrato segnali di ripresa all'ultimo Giro di Svizzera. Con lui ci proverà anche il giovane Sergio Higuita che vuole continuare a crescere. Occhi a Ruben Guerreiro (punterà alla maglia a pois?) e a Bissegger che proverà a conquistare una delle due cronometro di questa edizione.

Giro Svizzera: 4a tappa premia i fuggitivi e trionfa Bissegger

AG2R Citroën

121 Benoît Cosnefroy
122 Dorian Godon
123 Oliver Naesen
124 Ben O'Connor
125 Aurélien Paret-Peintre
126 Nans Peters
127 Michael Schär
128 Greg Van Avermaet
La squadra francese si presenta al via senza un vero uomo forte per la classifica generale, ma con diversi corridori che possono portare a casa un successo parziale anche se O'Connor proverà a tenere nelle grandi salite. Cosnefroy e Van Avermaet sono i capitani, occhio anche a Oliver Naesen e Peters.

La ricognizione di Cosnefroy e Peters: alla scoperta della prima tappa di montagna

Arkéa Samsic

131 Warren Barguil
132 Nacer Bouhanni
133 Anthony Delaplace
134 Élie Gesbert
135 Dan McLay
136 Nairo Quintana
137 Clément Russo
138 Connor Swift
Stavolta la squadra non è tutta a supporto di Nairo Quintana, che proverà a restare con i migliori per un posto al sole. Warren Barguil potrà aiutare il colombiano, ma il francese si metterà anche in proprio per i successi parziali e per puntare ancora alla maglia a pois vinta nel 2017. In volata fari puntati sul focoso Nacer Bouhanni.

Bouhanni cade e s'infuria con il compagno di squadra

Team DSM

141 Soren Kragh Andersen
142 Tiesj Benoot
143 Cees Bol
144 Mark Donovan
145 Nils Eekhoff
146 Joris Nieuwenhuis
147 Jasha Sütterlin
148 Casper Pedersen
Tiesj Benoot è l'uomo per la classifica (top 10?), ma il belga potrebbe anche andare a caccia di un successo parziale. Come Kragh Andersen, che nel 2020 ci riuscì ben due volte. In volata spazio a Cees Bol.

La fagianata di Kragh Andersen: Trentin e Sagan possono solo guardare

Lotto Soudal

151 Calen Ewan
152 Jasper De Buyst
153 Thomas De Gendt
154 Philippe Gilbert
155 Roger Kluge
156 Harry Sweeny
157 Tosh Van Der Sande
158 Brent Van Moer
Caleb Ewan è il capitano, per provare a vincere almeno una tappa nei tre Grandi Giri nello stesso anno. De Gendt l'uomo-fuga per eccellenza, Gilbert in cerca degli ultimi squilli di una carriera da grandissimo.

Clamoroso! Van Moer sbaglia strada prima del traguardo e vince Merlier

Bahrain Victorious

161 Jack Haig
162 Pello Bilbao
163 Sonny Colbrelli
164 Marco Haller
165 Matej Mohoric
166 Wout Poels
167 Dylan Teuns
168 Fred Wright
Jack Haig, Wout Poels e Pello Bilbao saranno gli uomini d'alta quota, vedremo chi di loro farà anche classifica. Le ambizioni di Sonny Colbrelli per la maglia verde sono legittime, l'azzurro ha una gran gamba ed è in fiducia dopo il titolo italiano. Occhio anche alle sortite di Matej Mohoric e Dylan Teuns. Squadra forte, che si è anche permessa di non convocare Padun che aveva fatto faville al Delfinato.
Che Sonny Colbrelli: è il nuovo campione nazionale italiano, battuto Masnada

"Il morso del cobra!": vince Colbrelli! Rivivi lo sprint con Aranburu

BikeExchange

171 Michael Matthews
172 Esteban Chaves
173 Luke Durbridge
174 Lucas Hamilton
175 Amund Jansen
176 Christopher Juul-Jensen
177 Luka Mezgec
178 Simon Yates
La squadra australiana dovrebbe puntare su Lucas Hamilton e Esteban Chaves per la classifica, con Simon Yates battitore libero dopo il terzo posto all'ultimo Giro d'Italia. Alte anche le ambizioni di Matthews, che al Tour ha già vinto tre tappe e una maglia verde.

Yates si prende Alpe di Mera! Bernal resiste, rivivi l'arrivo

Astana Premier Tech

181 Jakob Fuglsang
182 Alex Aranburu
183 Stefan de Bod
184 Omar Fraile
185 Dmitriy Gruzdev
186 Hugo Houle
187 Ion Izagirre
188 Alexey Lutsenko
Squadra esperta e polivalente, con tanti corridori che possono lasciare il segno. Jakob Fuglsang proverà a fare classifica, ma il danese come i vari Fraile e Lutsenko avrà come obiettivo principale una vittoria di tappa. Lo stesso vale, negli arrivi veloci, per Alex Aranburu.

Aranburu sulle gambe e Fraile va dritto: è campione di Spagna

Qhubeka NextHash

191 Sergio Henao
192 Carlos Barbero
193 Sean Bennett
194 Victor Campenaerts
195 Simon Clarke
196 Nic Dlamini
197 Michael Gogl
198 Max Walscheid
Ci sarebbe dovuto essere anche Fabio Aru, ma la convocazione dell'azzurro è saltata a sorpresa. A questo punto il capitano dovrebbe essere Sergio Henao, con Clarke e Campenaerts pronti a inserirsi in più fughe possibili.

Festa Campenaerts a Gorizia! Altra fuga in porto, rivivi l'arrivo

TotalEnergies

201 Pierre Latour
202 Edvald Boasson Hagen
203 Jérémy Cabot
204 Víctor de la Parte
205 Fabien Doubey
206 Cristián Rodríguez
207 Julien Simon
208 Anthony Turgis
Pierre Latour proverà a fare classifica, Boasson Hagen e Simon si inseriranno nelle fughe, De La Parte potrebbe muoversi nelle tappe ad alta quota, ma occhio soprattutto a Turgis.

Intermarché - Wanty Gobert

211 Louis Meintjes
212 Jan Bakelants
213 Jonas Koch
214 Lorenzo Rota
215 Boy van Poppel
216 Danny van Poppel
217 Loïc Vliegen
218 Georg Zimmermann
L'uomo di riferimento è Louis Meintjes, due volte ottavo nella generale nel 2016 e nel 2017. Per le fughe ci sono Jan Bakelants e il nostro Lorenzo Rota, mentre i frateli van Poppel sgomiteranno nelle volate.

Vliegen prende in giro l'UCI e lancia per finta la borraccia

B/B Hotels

221 Bryan Coquard
222 Cyril Barthe
223 Franck Bonnamour
224 Maxime Chevalier
225 Cyril Gautier
226 Cyril Lemoine
227 Quentin Pacher
228 Pierre Rolland
L'esperienza di Pierre Rolland a guidare il team francese, che avrà in Pacher una mina vagante in frazioni mosse. Bryan Coquard è l'uomo veloce, per provare a riscattare un 2021 in ombra.

Rivivi la pazzesca rimonta di Alaphilippe su Roglic sul Mur

Tour de France
Froome il più pagato, Nibali 11°: la classifica degli stipendi
19/04/2021 A 21:53
Ciclismo
Ciclismo in diretta: calendario e risultati del World Tour 2021
05/02/2021 A 17:58