Aveva preso un sacco di sberle nella prima parte del Tour de France. Battuto da Alaphilippe e van der Poel nelle due tappe da Classiche, le sue tappe, era stato sconfitto da Pogacar nella crono di Laval. Ha provato a fare classifica generale dopo l'addio di Roglic ma è rimbalzato il giorno e, come ultima battuta, se l'è giocata con Cavendish in volata, piazzandosi al 2° posto. Un po' brutto per l'autostima. Ma Wout van Aert è un corridore totale, sa vincere su ogni terreno e il campione belga, lo sapevamo, ci avrebbe riprovato. Forse la tappa del doppio Mont Ventoux era troppo dura per lui, ma questo van Aert non lo sapeva ed è andato a riprendere Alaphilippe in fuga. C'erano anche Elissonde e Mollema e il corridore della Jumbo Visma ha staccato tutti sul secondo passaggio del 'Monte Calvo' trovando un successo clamoroso, spaziale, una vera impresa. Niente da fare per Alaphilippe che ci riproverà; purtroppo non abbiamo visto gli italiani visto che ci aspettavamo qualcosa da Nibali e Cattaneo. Poi il capitolo classifica, con Carapaz che proprio non riesce a staccare Pogacar, anzi, non ci ha provato nemmeno. Chi ha fatto un numero è stato Vingegaard che sul secondo Mont Ventoux ha dato 40'' allo sloveno. Peccato che li abbia persi tutti in discesa. Il danese è una bella scoperta, anche se già aveva fatto vedere qualcosa in stagione (ricordate il Giro dei Paesi Baschi?) e l'anno scorso alla Vuelta. Non duellerà con Pogacar per la maglia gialla, ma è una sfida che vedremo negli anni a venire. Si starà mordendo le mani Roglic, con un van Aert e un Vingegaard così...

Superbo van Aert: rivivi l'arrivo dopo i due Mont Ventoux

La nuova classifica

Tour de France
Tour de France: startlist, ritirati e squalificati dalla Giuria
27/06/2021 ALLE 00:54
CorridoreTempo
1. Tadej Pogacar43h44'38''
2. Rigoberto Uran+5'18''
3. Jonas Vingegaard+5'32''
4. Richard Carapaz+5'33''
5. Ben O'Connor+5'58''
6. Wilco Kelderman+6'16''
7. Alexey Lutsenko+6'39''
8. Enric Mas+7'11''
9. Guillaume Martin+9'29''
10. Pello Bilbao+10'28''
11. Matteo Cattaneo+15'35''

Classifiche e risultati

| Classifica generale | Ritiri e squalificati | L'Albo d'oro del Tour |

16 in fuga: ci sono Alaphilippe, van Aert e 3 della Trek (ma non Nibali)

È la tappa del doppio Mont Ventoux e il primo a partire è Julian Alaphilippe. Prova a seguirlo Nairo Quintana, ma la maglia a pois non riesce a tenere il ritmo del campione del mondo che è indiavolato. Dopo i primi due GPM si forma la fuga di giornata: con Alaphilippe ci sono anche Rolland (B/B Hotels), Perez (Cofidis) e Daniel Martin (Israel). Alle loro spalle un gruppo inseguitore composto da 12 corridori, tra questi anche van Aert, Van Avermaet, Sbaragli e 3 uomini della Trek Segafredo, ma non c'è Vincenzo Nibali. Nel gruppo maglia gialla, invece, si vedono gli uomini di Carapaz a fare l'andatura. Dopo il Col de la Liguière, vinto da Daniel Martin, rientrano i 12 inseguitori, rimpolpando così la fuga di giornata. La testa della corsa comincia il 'primo' Mont Ventoux con 5 minuti di vantaggio sul plotone e si fa subito fatica: nel gruppo maglia gialla si staccano dopo pochi km Quintana, Gaudu e Pello Bilbao. Alaphilippe è carico e il campione del mondo passa per primo sul Mont Ventoux, facendo un pensierino alla classifica scalatori. Restano solo 8 corridori: Alaphilippe, van Aert, Mollema Bernard, Elissonde, Mollema, Perez, Meurisse e Durbridge, con la Trek Segafredo in netta superiorità numerica.

Tony Martin finisce nella scarpata: altro ritiro al Tour

Van Aert stacca tutti sul Mont Ventoux

Inizia il secondo Mont Ventoux e, dopo il lavoro di Bernard, parte all'attacco Elissonde con Mollema che resta a controllare la situazione in marcatura di van Aert e Alaphilippe. Il belga però non vuole aspettare e parte all'inseguimento di Elissonde. Mollema e Alaphilippe restano staccati e van Aert riesce anche ad eliminare Elissonde dall'equazione, tentando la vittoria in solitaria.

Van Aert se ne va: il momento in cui stacca tutti sul Mont Ventoux

La progressione del corridore della Jumbo Visma è pazzesca e in un paio di pedalate guadagna 1' su tutti i rivali. Perde qualcosa nella parte finale della salita, rispetto agli uomini di classifica che cominciano ad attaccare, ma è ormai fatta. In discesa van Aert vola e coglie una vittoria spaziale. Quarto successo per lui sulle strade del Tour de France.

C'è la torcida belga per van Aert: cori e lancio del bouquet

Vingegaard stacca Pogacar sul Mont Ventoux, ma non basta

Nel gruppo maglia gialla, invece, restano solo 8 corridori: Kwiatkowski fa l'andatura per Carapaz, poi ci sono Pogacar, Vingegaard, Enric Mas, Lutsenko, Rigoberto Uran e Kelderman. Via via si staccano Mas, Lutsenko e Kelderman e quando il lavoro Kwiatkowski è finito, tocca a Carapaz. L'ecuadoriano non ha però la forza di attaccare Pogacar, ce la fa invece Vingegaard che stacca tutti, compreso lo sloveno. Il danese ci prova, c'è comunque l'obiettivo podio da andare a prendere, e in cima al Mont Ventoux ha 40'' di vantaggio.

Pogacar è umano: Vingegaard lo stacca sul Mont Ventoux

Peccato che il corridore della Jumbo Vima non faccia una discesa degna della sua salita e verrà ripreso dal trio Pogacar-Uran-Carapaz proprio sulla linea del traguardo. Come guadagnare 40'' in salita e perderli tutti in discesa... Si autoelimina invece Ben O'Connor e, almeno per ora, Uran e Vingegaard trovano posto sul podio.

L'ordine d'arrivo

CorridoreTempo
1. Wout van Aert5h17'43''
2. Kenny Elissonde+1'14''
3. Bauke Mollema+1'14''
4. Tadej Pogacar+1'38''
5. Rigoberto Uran+1'38''
6. Richard Carapaz+1'38''
7. Jonas Vingegaard+1'38''
8. Alexey Lutsenko+1'56''
9. Wilco Kelderman+1'56''
10. Enric Mas+3'02''
15. Ben O'Connor+5'35''
16. Mattia Cattaneo+5'35''

Maxi caduta al Tour! Strike clamoroso per colpa di una "tifosa"

Tour de France
L'Albo d'oro del Tour de France: tutti i vincitori dal 1903 al 2021
14/06/2021 ALLE 13:11
Tour de France
Froome il più pagato, Nibali 11°: la classifica degli stipendi
19/04/2021 ALLE 21:53