Si sono sfidati nelle gare di ciclocross, si sono sfidati nelle Classiche, da Nord a Sud Europa, si sono sfidati nelle brevi corse a tappe. Mathieu van der Poel e Wout van Aert, sempre loro due, in una sfida - definita dal New York Times - la migliore dello sport, anche più di Cristiano Ronaldo contro Messi. Ma qualcuno avrebbe mai immaginato che i due potessero duellare anche per la classifica generale del Tour de France? Van der Poel ha detto che se ne andrà per preparare le Olimpiadi, van Aert doveva fare il gregario di Roglic, ma sono primi e secondi della classifica dopo aver dato 3'35'' a Pogacar grazie ad una fuga clamorosa. E a volte si dice: giacché mi trovo nel ballo, mi tocca ballare. Stiamo calmi, le grandi montagne devono ancora arrivare e Pogacar resta il favorito numero 1, anche senza squadra, però... Appunto. La squadra di Pogacar ha anche lavorato, ma l'azione dell'UAE Emirates non è servita a tenere a bada il gruppo e, al momento clou, lo sloveno si è ritrovato con il solo Majka a sostegno. E gli è andata anche bene, perché ci aveva provato anche Carapaz, ma l'ecuadoriano è stato fermato dalla Movistar. In ballo c'è la posizione di Enric Mas e la solita diatriba Carapaz-Movistar, faida di vecchia data. Lo sconfitto di giornata è Roglic che invece perde 3 minuti sul gruppo dei forti, dicendo addio alla classifica. A colpire è stato il fatto di non essere stato aiutato da nessuno dei suoi. Ma, in fondo, si sapeva che avrebbe fatto questa fine dopo le botte prese a Pontivy. Sloveni sempre protagonisti, se contiamo il fatto che Mohoric ha vinto la tappa, partendo a 87 km dal traguardo. Dopo aver vinto alla Vuelta e al Giro, il corridore della Bahrain Victorious trova la gioia anche al Tour (è il 103° nella storia).

Mohoric da solo: 103° corridore a vincere al Tour, Giro e Vuelta

La nuova classifica generale

Tour de France
Tour de France: startlist, ritirati e squalificati dalla Giuria
27/06/2021 A 00:54
CorridoreTempo
1. Mathieu van der Poel25h39'17''
2. Wout van Aert+30''
3. Kasper Asgreen+1'49''
4. Matej Mohoric+3'01''
5. Tadej Pogacar+3'43''
6. Vincenzo Nibali+4'12''
7. Julian Alaphilippe+4'23''
8. Alexey Lutsenko+4'56''
9. Pierre Latour+5'03''
10. Rigoberto Uran+5'04''
11. Jonas Vingegaard+5'18''
12. Richard Carapaz+5'19''
33. Primoz Roglic+9'11''

Nibali: "Van der Poel e van Aert? Sembravano sulla Vespa"

Classifiche e risultati

| Classifica generale | Ritiri e squalificati | L'Albo d'oro del Tour |
IL TOUR È GIÀ FINITO?

Van Aert, van der Poel, Asgreen, Cavendish e Nibali in fuga

È la tappa più lunga del Tour, ma i corridori vanno ai 50 km/h già dal km 0. Il più attivo è Wout van Aert che vuole andare in fuga, lo marcano stretto van der Poel e Alaphilippe, gli altri due favoriti di giornata. Si muovono in tanti, ci sono anche Campenaerts, De Gendt, Gilbert, Pedersen: tanti attacchi nei primi km di questa corsa.

Nibali se ne va in fuga: ci sono anche van Aert e van der Poel

Ai -206 km dal traguardo viene via la fuga di giornata, con 29 corridori all'attacco. Ci sono quasi tutte le squadre rappresentate, ma non l'UAE Emirates che si deve mettere a tirare, anche perché in fuga ci sono Mathieu van der Poel (il 1° della generale) e Wout van Aert (il 3° della classifica). Con loro due anche corridori come Mohoric, Simon Yates, Asgreen, Stuyven, Vincenzo Nibali, Gilbert, van Baarle, Kragh Andersen, Laporte e Campenaerts. C'è anche Cavendish e il corridore della Deceuninck Quick Step ne approfitta per sprintare al traguardo volante di Saint-Benin-d'Azy per prendersi altri 20 punti per la sua classifica, nonostante il dispetto tentato da Mohoric. Dietro c'è solo l'UAE a muoversi e il gruppo scivola ben presto a 6 minuti di ritardo.

"Ma cosa vuoi?" Cavendish manda a quel paese Guerreiro

Mohoric se ne va: Roglic crolla, Pogacar attaccato da Carapaz

Mohoric va a sprintare al primo GPM di giornata, con lui Van Moer e i due provano ad evadere dal gruppo dei fuggitivi per mettersi in proprio. Da dietro spuntano Campenaerts e Stuyven che agganciano i due di testa, parte anche Nibali ma il siciliano viene ripreso da van der Poel. Campenaerts però non resiste, mentre Mohoric fa il pieno dei punti a disposizione nei GPM per prendersi la maglia a pois. La salita di Signal d'Uchon è il momento decisivo della corsa: Mohoric stacca Stuyven e Van Moer, dietro continuano gli scatti e controscatti con van Aert e van der Poel che si marcano a vicenda.

Le ferite si fanno sentire: Roglic crolla e dice addio ai sogni

In gruppo, invece, si registra il crollo di Roglic continua a sentire il peso delle ferite rimediate a Pontivy. Lo sloveno si stacca e ora tutta la squadra resta attorno a Vingegaard. Non nelle primissime posizioni anche Pogacar, rimasto col solo Majka, e lo sloveno viene così attaccato da Carapaz.

Vince Mohoric, van Aert e van der Poel guadagnano su Pogacar

Nonostante gli scatti e controscatti di van der Poel e van Aert, di Nibali e Asgreen, e il tentativo di Stuyven, Mohoric se ne va in solitaria fino al traguardo. Colpo triplo per il corridore della Bahrain Victorious, che vince la tappa, completa la sua personalissima tripla corona vincendo almeno una volta al Tour, Vuelta e Giro e si porta a casa anche la maglia a pois. Dietro Stuyven e Cort Nielsen, che beffa van der Poel nella volata per gli abbuoni. Quel che è certo, però, è che sia VDP che van Aert riescono a mettere un bel vantaggio tra loro e Pogacar che arriverà con 3'35'' di ritardo rispetto ai due. Pogacar resta il favorito numero 1, ma l'olandese e il belga possono davvero sognare in grande? Ci aveva provato anche Carapaz, ma l'ecuadoriano è rimontato proprio sulla linea del traguardo dall'azione dei Movistar, che non volevano perdere altre posizioni con Enric Mas. Roglic giunge invece con più di 9 minuti di ritardo. Nibali fa comunque un bel salto nella generale, portandosi al 6° posto della classifica.

Van der Poel non molla la gialla, anzi: dà 3'35'' a Pogacar

L'ordine d'arrivo

CorridoreTempo
1. Matej Mohoric5h28'20''
2. Jasper Stuyven+1'20''
3. Magnus Cort Nielsen+1'40''
4. Mathieu van der Poel+1'40''
5. Kasper Asgreen+1'40''
6. Franck Bonnamour+1'40''
7. Patrick Konrad+1'40''
8. Wout van Aert+1'40''
9. Brent Van Moer+1'44''
10. Dorian Godon+2'45''
13. Vincenzo Nibali+2'57''
21. Richard Carapaz+5'15''
26. Tadej Pogacar+5'15''
65. Primoz Roglic+9'03''

Maxi caduta al Tour! Strike clamoroso per colpa di una "tifosa"

Tour de France
L'Albo d'oro del Tour de France: tutti i vincitori dal 1903 al 2021
14/06/2021 A 13:11
Tour de France
Froome il più pagato, Nibali 11°: la classifica degli stipendi
19/04/2021 A 21:53