Il Tour de France non è ancora cominciato ma ci sono già i primi guai, o meglio solo delle avvisaglie. La polizia di Copenaghen si è presentata questa mattina l’albergo Scandic di Glostrup e la polizia giudiziaria, con una autorizzazione del giudice in mano, ha avviato una perquisizione alla Bahrain Victorious: la conferma alla stampa danese è arrivata proprio dalla direzione dell’hotel. Secondo le ricostruzioni, la richiesta sarebbe partita da una richiesta fatta dal tribunale della polizia francese.

Il comunicato della Bahrain Victorious

Tour de France
Podcast e i consigli di ten Hag: come la Jumbo ha distrutto Pogacar
31/07/2022 A 13:35
“L’indagine sui membri del team, iniziata quasi un anno fa e che non ha prodotto risultato, continua poco prima del Tour de France e danneggia la reputazione dei singoli e del team. A causa di recenti indagini, la squadra ritiene che la tempistica di questa indagine sia finalizzata a danneggiare intenzionalmente la reputazione della squadra“.
La Bahrain-Victorious si riferisce infatti a ciò che è successo lo scorso anno durante il Tour, quando la Gendarmeria entrò nell’albergo della squadra il 14 luglio per controllare i file di allenamento e l’autobus, susseguente ad alcuni dubbi che si erano sparsi da alcuni addetti ai lavori, con velate accuse nei loro confronti.
La squadra continua con il suo comunicato: “Poco dopo lo svolgimento delle indagini, gli inquirenti hanno fornito illegalmente informazioni sugli oggetti sequestrati, sulla base delle quali è stato pubblicato un articolo su una rivista medica professionale. Il giornale affermava che il team non possedeva sostanze illecite. Tuttavia, questo comportamento degli inquirenti mette in dubbio la credibilità dell’indagine, dato che le informazioni delle autorità francesi sono arrivate ai media. Al contrario, il team non ha ricevuto alcun aggiornamento”.
“Dopo quasi un anno di sforzi infruttuosi da parte della squadra per ottenere ulteriori informazioni – prosegue la Bahrain – gli inquirenti hanno deciso nuove indagini pochi giorni prima dell’inizio della gara ciclistica più importante, che getta senza dubbio un’ombra sul suo scopo. Il team ha sempre collaborato in modo completamente trasparente con tutte le istituzioni competenti e continuerà a farlo in futuro, con la speranza di una maggiore trasparenza e di un maggior senso di indipendenza degli investigatori, nonché di parità di trattamento di tutte le squadre”.

Tappa 1: Copenaghen-Copenaghen, l'altimetria

Tour de France
Pogacar vs Vingergaard, la nuova rivalità del ciclismo moderno
28/07/2022 A 11:30
Tour de France
Danimarca pazza per Vingegaard: accoglienza super per il re del Tour
27/07/2022 A 17:18