Le Olimpiadi, per quanto riguarda il ciclismo, di fatto si sono concluse (spedizione quasi da dimenticare per l'Italia), ma è già cominciata una corsa parallela che per molti sarà un punto fondamentale verso l'avvicinamento alla Vuelta (che inizierà il 14 luglio). Il Tour de l'Ain dello scorso anno fu trampolino di lancio per il Tour, con il duello Roglic-Bernal, quest'anno ha un parterre meno ricco e ha visto la volata ad aprire questa tre giorni. A vincere è sempre la Deceuninck Quick Step: dopo i successi di Cavendish al Tour, poi di Jakobsen al Vallonia, tocca quindi a Álvaro Hodeg trionfare a Bourg-en-Bresse e a prendersi la prima maglia di leader. Primo successo in questo 2021 per il colombiano che non vinceva da due anni. Nella volata si sono piazzati Niccolò Bonifazio (4°) e Riccardo Minali (6°). A proposito di italiani, ancora in corsa dopo il Vallonia Andrea Bagioli che ha ritrovato finalmente continuità dopo l'infortunio al ginocchio: anche per lui è una forma di preparazione in vista della Vuelta.

L'ordine d'arrivo

CorridoreTempo
Álvaro Hodeg3h04'57''
Nacer Bouhannist
Bryan Coquardst
Niccolò Bonifaziost
Jason Tessonst
Riccardo Minalist
Florian Vermeerschst
Emmanuel Morinst
Clément Venturinist
Dries De Bondtst
Tokyo 2020
Italia, spedizione (quasi) da dimenticare; Roglic si rialza sempre
28/07/2021 A 20:20

Cronaca

Parte una fuga a due composta da Etxeberria (Caja Rural) e Tarlton (Nazionale tedesca) a cui si aggiunge successivamente Duchesne (Groupama-FDJ). Il terzetto non supera però i 3 minuti di vantaggio, tenuto sotto controllo dall'Arkéa Samsic di Bouhanni e dalla Deceuninck Quick Step di Hodeg. Ai -50 km il gruppo intensifica il ritmo e il vantaggio si riduce a 1'30'' quando si passa il cartello dei -25, ai piedi dell'ultimo GPM di giornata. La salita, infatti, fa perdere consistenza alla fuga e la stessa viene neutralizzata a 10 km dal traguardo.
Occhio alla sparata di Latour su un falsopiano, ma il corridore della TotalEnergies viene immediatamente stoppato dalla Deceuninck Quick Step. La voglia di vincere, anche oggi, è tanta e Archbold, Steels, Bagioli e Steimle preparano la volata per Hodeg. Bouhanni e Coquard provano ad inserirsi nel treno per "dare fastidio" e sfruttare loro la velocità prodotta dal team belga, ma Steimle è bravo a tenere davanti Hodeg che batte tutti in volata.

Roglic fenomeno: spazza tutti e si prende l'oro, la crono in 220''

Tokyo 2020
Coach tedesco nella bufera: epiteti razzisti a corridori africani
28/07/2021 A 12:19
Tour de France
Froome il più pagato, Nibali 11°: la classifica degli stipendi
19/04/2021 A 21:53