Dopo il prologo di Oron, con qualche sorpresa e qualche delusione, ecco la prima vera tappa del Romandia che poteva essere l'unica occasione per le ruote veloci. Non tutti hanno risposto all'appello, vedi Moschetti o Elia Viviani che non sono "sopravvissuti” all'ultimo passaggio delle due salite all'interno del circuito. C'erano però Cort Nielsen, Dion Smith, Pasqualon, Colbrelli, ma soprattutto Peter Sagan che vince il suo secondo sprint stagionale dopo quello di Mataró alla Volta a Catalunya. Segno che l'ex campione del mondo sa ancora battere tutti in volata (zero successi per lui allo sprint nel 2020). Non cambia praticamente nulla in classifica generale, l'unico che resta dietro è Froome, ancora una volta, che arriva staccato con un ritardo di 3'35'' nel gruppetto con Viviani e Moschetti.

Sagan sa ancora vincere: rivivi la volata con Colbrelli

L'ordine d'arrivo

Tour de Romandie
Sagan: “Sono tornato? Non sono mai andato via”
28/04/2021 A 17:21
CorridoreTempo
1. Peter Sagan4h12'40''
2. Sonny Colbrellist
3. Patrick Bevinst
4. Andrea Pasqualonst
5. Alessandro Covist
6. Magnus Cort Nielsenst
7. Dion Smithst
8. Clément Venturinist
9. Mattia Cattaneost
10. Jacopo Moscast

6 in fuga: ci sono Boaro e Conca

Prima tappa in linea del Tour de Romandie che ricalca quello che sarebbe dovuto essere il percorso iridato del 2020, con la frazione Aigle-Martigny che vede 9 salite da affrontare, anche se tutte di terza categoria. Tappa per attaccanti e vanno in fuga Gougeard (AG2R Citroën), Boaro (Astana), Conca (Lotto Soudal), Arensman (DSM), Suter (Nazionale svizzera) e Power (Qhubeka Assos). Suter fa incetta di punti sulle salite, vincendo 7 GPM su 8, conquistando così la prima maglia a pois di questo Tour de Romandie. Dietro sempre la Ineos a fare l'andatura, almeno fino alla conclusione del circuito. All'inizio dell'ultimo giro il gruppo aumenta il ritmo e la fuga si spacca, resta al comando Arensman che si prende il GPM di Produit, ma viene ripreso sull'ultima salita.

Attacchi di Cavagna e Küng

Dopo il circuito parte subito all'attacco Cavagna, ma il corridore della Dececuninck Quick Step, abituato a questi scatti da finisseur, viene ripreso in un paio di km dagli uomini della Bahrain di Sonny Colbrelli. A 13 km dal traguardo è la volta di Stefan Küng, ma anche lo svizzero viene ripreso. Ci riprova Cavagna che si porta dietro il compagno Cattaneo, Howson (BikeExchange) e Reichenbach (Groupama-FDJ), ma sono ancora i Bahrain a chiudere tutto. Tra i velocisti sopravvissuti alle salite non ci sono Viviani e Moschetti, gli avversari di Colbrelli sono Sagan, Dion Smith e Magnus Cort Nielsen.

Conca lancia la borraccia: occhio alla squalifica ma il bambino è contento

Colbrelli battuto da Sagan

Negli ultimi 3 km provano a lavorare gli Israel per Bevin, ma all'ultimo km va decisa la Bahrain. Colbrelli parte però troppo presto e il corridore azzurro viene rimontato e scavalcato da Peter Sagan che fa sua la vittoria di tappa. Niente da fare per Sonny che chiude al 2° posto davanti a Bevin, Pasqualon, Covi, Cort Nielsen e Smith.

Sagan evita Tratnik e rimonta Colbrelli: rivivi il numero dall'alto

La classifica generale

CorridoreTempo
1. Rohan Dennis4h18'06''
2. Geraint Thomas+9''
3. Richie Porte+9''
4. Rémi Cavagna+11''
5. Peter Sagan+12''
6. Jan Tratnik+13''
7. Patrick Bevin+14''
8. Jesús Herrada+14''
9. Marc Hirschi+15''
10. Mattia Cattaneo+15''

Rivivi la 1a tappa del Tour de Romandie On Demand (Contenuto Premium)

Iscriviti per guardare

Hai già un account?

Accedi
Ciclismo

Giro di Romandia | 2a tappa

00:00:00

Replica
Tour de France
Froome il più pagato, Nibali 11°: la classifica degli stipendi
19/04/2021 A 21:53
Giro d'Italia
Nibali, Froome, Pogacar: Giro o Tour? Cosa fanno i big?
18/02/2021 A 16:42