Finalmente una vittoria italiana! Il contatore alla Vuelta e ancora a 0, ma c'è un bel successo di Simone Velasco nella terza frazione del Limousin con un'efficace azione in fuga. Terza vittoria da professionista per il corridore bolognese, che non vinceva dal marzo 2019 (terza tappa della Coppi e Bartali), che piazza il colpo vincente a 3 km dal traguardo, battendo così i compagni di fuga e il gruppo che stava rientrando. Bravi comunque Wackermann, il campione in carica, e Gabburo, reattivi anche loro ad entrare nella fuga di giornata. Classifica che, comunque, non cambia dopo la frazione odierna, con Godon che mantiene la maglia gialla con 14'' di vantaggio su Barguil e Bonnamour. Intanto, nella primissima fuga di giornata si era visto anche Pinot, rientrato alle corse proprio in questa corsa a tappe dopo un “periodo di pausa”.

L'ordine d'arrivo

CorridoreTempo
1. Simone Velasco4h12'08''
2. Simon Geschke+11''
3. Luca Wackermann+11''
4. Veljko Stojnic+11''
5. Pierre Rolland+11''
6. José Manuel Díaz+11''
7. Antonio Angulo+11''
8. Peter Vakoc+11''
9. Davide Gabburo+11''
10. Vincenzo Albanese+22''
Tour du Limousin
Pinot: "Ritirarmi? Ho ancora voglia di attaccare il numero dietro la schiena"
18/08/2021 ALLE 01:20

Cronaca

Prima parte di tappa caratterizzata dall'azione della Groupama-FDJ che fa un grande ritmo in testa al gruppo. Dopo poco più di 40 km, ecco che parte proprio Thibaut Pinot che approfitta della Côte du Suc au May per distanziare il gruppo. Con lui anche Lafay e Cosnefroy, ma i tre vengono comunque ripresi passati il primo GPM. Ecco che parte una nuova azione, composta da 13 corridori: Rossetto (St Michel-Auber 93), Vakoc e Janssens (Alpecin Fenix), Lafay (Cofidis), Guglielmi (Groupama FDJ), Cañaveral e Gabburo (Bardiani-CSF-Faizané), Juaristi (Euskaltel Euskadi), Burgaudeau e Grellier (TotalEnergies), Hardy (Arkéa Samsic), Rolland (B/B Hotels) e Adrià (Kern Pharma) poi raggiunti da Périchon (Cofidis). Sulla seconda salita di giornata, la Côte de Saint Ybard, la fuga si sfoltisce ancora e restano all'attacco Vakoc, Gabburo e Rolland, poi raggiunti da Simone Velasco e Luca Wackermann.
Il gruppo resta comunque a distanza, con un vantaggio che non supera mai il minuto. Tanto che nei km successivi ci sono altri tentativi per raggiungere la testa della corsa. Ci provano (e ci riescono) José Manuel Díaz, Geschke, Stojnic, Angulo e Cuadrado, andando così a formare una fuga di 10 uomini. A questo punto l'AG2R di Godon e l'Arkéa Samsic di Barguil cominciano a spingere in testa al gruppo maglia gialla per ricucire lo strappo, ma i 10 si danno cambi regolari negli ultimi muri di giornata. Restano in 9 a giocarsi la tappa, esce di scena Cuadrado, con meno di 40'' a margine. Quando sembra che il gruppo si stia avvicinando, ecco che parte secco Velasco a 3 km dalla fine. Il corridore della Gazprom RusVelo non verrà più ripreso, giungendo al traguardo di Lubersac con 11'' di vantaggio sui compagni di fuga. Il gruppo arriverà a 22'' con Godon che mantiene la maglia di leader.

La classifica generale

CorridoreTempo
1. Dorian Godon12h53'07''
2. Warren Barguil+14''
3. Franck Bonnamour+14''
4. Pierre-Luc Périchon+20''
5. Sébastien Reichenbach+20''
6. Urko Berrade+20''
7. Simone Velasco+30''
8. Davide Gabburo+50''
9. Antonio Angulo+51''
10. José Manuel Díaz+52''

Cort Nielsen esulta! Roglic stacca i rivali, 3° Bagioli: rivivi l'arrivo

Vuelta di Spagna
Vuelta 2021: risultati e highlights di tutte le tappe
15/08/2021 ALLE 02:17
Vuelta di Spagna
La classifica generale: Eiking leader, Roglic 3°, Ciccone 11°
14/08/2021 ALLE 20:49