Buona la terza per Felix Grossschartner. Il corridore della BORA Hansgrohe era stato uno degli uomini-fuga in questo Tour of the Alps, sfiorando il successo nella seconda tappa vinta da Gianni Moscon. L'ultimo tentativo, però, è quello vincente: l'austriaco saluta i compagni di fuga a 16 km dal traguardo e si invola nella discesa verso Riva del Garda, per un successo che ai punti ha di certo meritato. Alle sue spalle, a distanza di sicurezza, chiudono Nicolas Roche e Alessandro De Marchi, gli unici a resistere al ritorno del gruppo maglia verde a parte il vincitore. I big non si fanno del male: nessun attacco, nessuna scintilla e buon per Simon Yates. Il britannico controlla la corsa senza affanni e conquista la classifica generale, dopo cinque giorni da padrone. Il miglior viatico possibile verso il Giro d'Italia.

Grossschartner ce la fa! Fuga in porto al terzo tentativo

L'ordine d'arrivo

Tour of the Alps
Froome è felice: "Sono stato in fuga, mi aiuterà nel futuro"
24/04/2021 A 19:57
1. F. GROSSSCHARTNER3h03'38''
2. N. ROCHE+34''
3. A. DE MARCHIst
4. G. MOSCON+38''
5. A. OSORIOst
6. R. BARDETst
7. L.L. SANCHEZst
8. R. GUERREIROst
9. M. PADUNst
19. M. FABBROst

La cronaca

Dopo il gran numero di Pello Bilbao, la corsa riparte emettere i suoi verdetti finali e scoprire se la solida leadership di Simon Yates può ancora vacillare. Pianura, questa sconosciuta nella breve ma esplosiva Valle del Chiese-Riva del Garda, con due Gpm ufficiali e saliscendi insidiosi a caratterizzare il percorso. Come prevedibile, la corsa esplode fin da subito e coinvolge anche alcuni pesci grossi. Alle pendici del Passo Duron, scappano questi sedici: Matteo Fabbro e Felix Großschartner (BORA-Hansgrohe), Daniel Martin e Alessandro De Marchi (Israel), Tony Gallopin (AG2R Citroen), Vadim Pronskiy (Astana), Tejay Van Garderen (EF Education), Nicolas Roche e Michael Storer (Team DSM), Thibaut Pinot (Groupama FDJ), , Hermann Pernsteiner (Bahrain Victorious), Julen Amezqueta (Caja Rural), Callum Scotson (BikeExchange), Ivan Ramiro Sosa (INEOS Grenadiers), Francois Bidard (AG2R) e Georg Steinhauser (Tirol KTM).
De Marchi scollina per primo al Gpm e certifica la vittoria nella classifica degli scalatori. Come successo nella quarta tappa, la Bike-Exchange tiene la corsa ampiamente sotto controllo, avvicinandosi nei tratti di discesa e rifiatando quando si sale. A 50 km dalla conclusione, nella picchiata che conduce al primo passaggio sul traguardo, il gruppo dei fuggitivi si fraziona: restano al comando Pinot, Gallopin, De Marchi, Grossschartner, Roche, Steinhauser e Amezqueta. Sulla salita di Lago di Tenno si muove l'Astana con Fabio Felline, poi ci prova anche Gianluca Brambilla. Ma sono dei fuochi di paglia.
L'azione decisiva si compie al secondo passaggio sull'ascesa conclusiva. Grossschartner ne ha più di tutti e saluta gli altri reduci della fuga. Mollano tutti, tranne Roche e De Marchi che collaborano all'inseguimento. Dietro c'è una mezza accelerazione di Quintana, ma il sussulto maggiore è una banale caduta che coinvolge anche Vlasov, ma senza conseguenze. Grosschartner scollina con margine e deve solo gestire verso Riva del Garda, dove può esultare per la sua quarta vittoria da professionista.

La classifica generale

1. S. YATES18h36'06''
2. P. BILBAO+58''
3. A. VLASOV+1'06''
4. J. CEPEDA+2'25''
5. H. CARTHY+2'37''
6. P. SIVAKOV+2'44''
7. N. QUINTANA+2'54''
8. R. GUERREIRO+3'12''
9. R. BARDETst
10. N. SCHULTZ+3'36''

Rivivi la quinta tappa (contenuto premium)

Iscriviti per guardare

Hai già un account?

Accedi
Ciclismo

Tour of the Alps | 5a tappa

00:00:00

Replica
Tour of the Alps
Pinot e De Marchi in fuga, a Yates il Tour: gli highlights
23/04/2021 A 19:12
Tour of the Alps
Grossschartner ce la fa! Fuga in porto al terzo tentativo
23/04/2021 A 13:36