Gianni Moscon è tornato, era ora. Dopo tre anni di digiuno, il corridore della Ineos Grenadiers ritrova una vittoria molto importante per rilanciare la sua stagione e la sua carriera visto che, dopo tante delusioni, era a rischio anche il suo contratto con il team. Moscon non gareggiava dalla Kuurne-Bruxelles-Kuurne, dopo aveva rimediato una frattura al polso, ma il corridore trentino riparte con un grande successo. Un colpo di mano da grandissimo a battere tutti i big che erano pronti a guadagnare già qualcosa, a livello di secondi, sul traguardo di Innsbruck. Ci aveva provato Hugh Carthy, ci aveva provato Pello Bilbao, ma alla fine si devono arrendere tutti a Moscon. Ben tornato Gianni!

Moscon vince dopo 911 giorni di digiuno: rivivi il finale

L'ordine d'arrivo

Tour of the Alps
Froome: "Sarà corsa dura, ma voglio salire di condizione"
19/04/2021 A 10:31
CorridoreTempo
1. Gianni Moscon3h29'24''
2. Idar Andersenst
3. Alexandr Riabushenkost
4. Fabio Fellinest
5. Nick Schultzst
6. Enrico Battaglinst
7. Gianluca Brambillast
8. Ruben Guerreirost
9. Natnael Tesfatsionst
10. Reinardt Janse van Rensburgst

Moscon: "Conoscevo già il percorso. Difenderò la maglia ma..."

De Marchi in fuga

Si parte con una fuga di 3 uomini con Alessandro De Marchi (Israel) che si porta dietro Márton Dina (Eolo Kometa) e Felix Engelhardt (Tirol KTM). Bravissimo il compagno di squadra di Froome a partire all'attacco, sfruttando la prima salita di Natz. I 3 guadagnano quasi sei minuti di sul gruppo ma, passato il Brennero, è l'Astana di Vlasov a mangiare quasi tutto il margine dei battistrada. Sul primo passaggio dell'Axams, secondo GPM di giornata, De Marchi prova ad andarsene da solo, prendendo altri punti per essere il primo leader della classifica scalatori.

Occhio a Pello Bilbao in discesa

De Marchi viene però ripreso e dietro si susseguono gli scatti con azioni di Hugh Carthy, Großschartner, Attila Valter e altri corridori, ma occhio alla discesa. Pello Bilbao si fionda nel tratto in discesa dopo l'Axams e con lui ci sono anche Savini (Bardiani), Umba (Androni) e Skjelmose Jensen (Trek Segafredo). Dietro Astana e Ineos Grenadiers che provano a chiudere.

Moscon come una palla di cannone: l'attacco a Innsbruck

Moscon brucia tutti

Il lavoro di Salvatore Puccio è efficace e i quattro battistrada vengono raggiunti. Ai -3,8 dall'arrivo ecco che parte Gianni Moscon che piazza una fiammata letale per tutto il gruppo. Lo riprenderà solo Andersen della Uno-X Pro, una volta entrati nell'ultimo km, ma Moscon riparte negli ultimi 300 metri e brucia tutti, andandosi a prendere un successo che mancava ormai da tre anni.

Rivivi la 1a tappa del Tour of the Alps On Demand (Contenuto Premium)

Iscriviti per guardare

Hai già un account?

Accedi
Ciclismo

Tour of the Alps | 1a tappa

00:00:00

Replica
Giro d'Italia
Nibali, Froome, Pogacar: Giro o Tour? Cosa fanno i big?
18/02/2021 A 16:42
Ciclismo
Ciclismo in diretta: calendario e risultati del World Tour 2021
05/02/2021 A 17:58