Finalmente Peter Sagan! Era da tanto che non vinceva una volata, perché l'ultimo successo (quello di Tortoreto al Giro d'Italia) lo aveva comunque visto arrivare in solitaria dopo una fuga gloriosa. Questa volta l'ex campione del mondo riassapora il dolce gusto dell'essere il più veloce di tutti, marchio di fabbrica di Sagan che però aveva perso tra infortuni e qualche anno di troppo. Ma Sagan dimostra di esserci quando conta, basta ricordare il 4° posto a dir poco clamoroso di una settimana fa alla Sanremo. Impossibile da immaginare, considerando il poco lavoro fatto nel 2021 causa covid. Un applauso, comunque, a tutta la squadra che ha controllato la corsa, insieme alla Israel che ha visto invece un Froome al servizio del suo compagno Impey (è questo il suo nuovo ruolo?). Intanto, non cambia nulla in classifica generale in attesa della tappa di Barcellona, con l'Alt del Castell de Montjuic da ripetere 6 volte, che chiuderà questa settimana in Catalunya. E dire che Almeida ha provato anche a fare la volata, ma non è riuscito a prendere l'abbuono; si ritira invece Ciccone.
Tutto il meglio del ciclismo LIVE su Eurosport: On Demand e senza pubblicità a metà prezzo per tutto l'anno

L'ordine d'arrivo

Volta a Catalunya
Botta al ginocchio per Ciccone: si ritira dalla corsa
27/03/2021 A 15:11
CorridoreTempo
1. Peter Sagan4h23'18''
2. Daryl Impeyst
3. Juan Sebastián Molanost
4. Reinardt Janse van Rensburgst
5. Alexnder Kampst
6. Clément Venturinist
7. Alex Kanterst
8. João Almeidast
9. Michael Valgrenst
10. Maxim Van Gilsst

Sagan torna a vincere 165 giorni dopo: rivivi la volata

Sagan: "Hola a todos! Bis domani? No, domani ci salutiamo"

Tejada in fuga

Anche oggi parte una fuga da lontano con la presenza di Tejada (Astana), Skjelmose Jensen (Trek Segafredo), Duchesne (Groupama-FDJ), Mohoric (Bahrain Victorius) e Strakhov (Gazprom RusVelo). Il migliore in classifica generale è proprio il colombiano dell'Astana, anche se Tejada sperava di avere un altro ruolo in questa Volta a Catalunya. Il gruppo viene guidato dalla Bora Hansgrohe di Kelderman e Sagan che tiene i fuggitivi a non più di 4 minuti di vantaggio. Intanto si ritira Giulio Ciccone, per postumi ad una botta al ginocchio patita nella tappa di Manresa.

Strakhov è l'ultimo dei coraggiosi: parte Cavagna

Il gruppo rinviene sui fuggitivi sull'ultima salita dell'Alt El Collet e Strakhov, a questo punto, prova a partire in solitaria. Il corridore russo della Gazprom è l'ultimo dei coraggiosi, ma viene comunque ripreso a 17,9 km dal traguardo di Mataró. Prima della scollinamento ci provano in tanti: prima Knox, poi Wout Poels, in discesa allunga anche Rémi Cavagna ma il gruppo non lascia andare nessuno.

Sagan di prepotenza

Non c'è comunque nessuno treno ed è la Ineos Grenadiers di Adam Yates a portare tutti all'ultimo km. Ognuno fa per sé e in questo caso il più lesto di tutti è Peter Sagan che esce dalla ruota di Impey e va a vincere di prepotenza davanti allo stesso Impey e a Molano. 165 giorni dopo l'ultimo successo: bentornato Peter!

Valverde si complimenta con Sagan: fairplay tra ex campioni del mondo

La classifica generale

CorridoreTempo
1. Adam Yates23h08'45''
2. Richie Porte+45''
3. Geraint Thomas+49''
4. Alejandro Valverde+1'03''
5. Wilco Kelderman+1'03''
6. Esteban Chaves+1'04''
7. João Almeida+1'07''
8. Hugh Carthy+1'20''
9. Sepp Kuss+1'29''
10. Simon Yates+1'32''

Rivivi la 6a tappa della Volta a Catalunya On Demand (Contenuto Premium)

Iscriviti per guardare

Hai già un account?

Accedi
Ciclismo

Giro di Catalogna | 6a tappa

00:00:00

Replica
Giro d'Italia
Nibali, Froome, Pogacar: Giro o Tour? Cosa fanno i big?
18/02/2021 A 16:42
Tour de France
Ciclismo in diretta: calendario e risultati del World Tour 2021
05/02/2021 A 17:58