Il ciclista britannico Chris Froome, quattro volte trionfatore al Tour de France e recente vincitore della Vuelta in Spagna, è stato trovato positivo al salbutamolo (un broncodilatatore usato per curare l’asma) durante un controllo antidoping effettuato proprio nella corsa a tappe spagnola, il 7 settembre, al termine della 18ª tappa da Suances a Santo Toribio de Liebana. La sua difesa e quella del suo Team Sky si basa proprio sulla cura della malattia che Froome ha sin da quando era bambino, l’asma appunto. I precedenti esistono e sono abbastanza rilevanti. Potrebbe arrivare anche la squalifica.

Salbutamolo: cos’è e in che dosi è consentito

Il salbutamolo (anche conosciuto con il nome di albuterolo) è un farmaco broncodilatatore impiegato nel trattamento dell'asma. Si tratta di un farmaco (presente nel Ventolin) permesso dalle regole della Wada, per il quale non è necessario nemmeno il TUE (esenzione per uso terapeutico, ndr) a patto che non si inalino più di 1600 microgrammi ogni 24 ore e più di 800 ogni 12". Come detto, tuttavia, la concentrazione di salbutamolo nelle urine di Froome il 7 settembre, era superiore al consentito: 2000 ng/ml, il doppio esatto della soglia massima permessa (1000 ng/ml, appunto).
Giro d'Italia
Nibali, Froome, Pogacar: Giro o Tour? Cosa fanno i big?
18/02/2021 A 16:42

Giro d'Italia 2014, Diego Ulissi (AP/LaPresse)

Credit Foto LaPresse

I quattro precedenti più famosi: Petacchi, Ulissi, Contador e Volandri

I casi recenti più famosi legati all’eccessivo uso di questo farmaco per la cura dell’asma sono essenzialmente quattro. Tre riguardanti il ciclismo (uno con sostanza diversa, ma equiparabile), uno il tennis.
Diego Ulissi, 2014
1900ng/ml di salbutamolo durante il Giro D’Italia. Gli vennero dati nove mesi di squalifica, con la sola accusa di “negligenza” e “senza avere volontà di migliorare le proprie prestazioni agonistiche, così come accertato dall’antidoping svizzera".
Alberto Contador, 2010
Tour de France. La sostanza incriminata in questo caso è il clenbuterolo, che sarebbe vietato in qualsiasi quantità assunto. Contador venne prima squalificato due anni, ma nel frattempo continuò a correre, poi alla fine venne fermato un anno. Lo citiamo perché il clenbuterolo, pur essendo un beta agonista, usato "off label" come stimolante con proprietà anoressiche (dimagrante), è una sostanza simile al salbutamolo.
Filippo Volandri, 2009
Indian Wells 2009. Tre mesi di stop per aver assunto un antiasmatico che conteneva un'alta percentuale di salbutamolo. Dopo una lunga difesa i tre mesi gli vennero tolti e fu riconosciuta la sua “buona fede”.
Alessandro Petacchi, 2007
1360ng/ml al Giro d’Italia, un anno di squalifica. Squalifica poi tolta grazie a un certificato, presentato all’UCI, che consentirebbe l'assunzione di un medicinale, il Ventolin, ma in dosi minori a quelli riscontrate nelle sue urine. Il tribunale antidoping riconobbe "il frutto di un'assunzione del farmaco a fini terapeutici e per via inalatoria”. Un anno dopo ci fu, però, una nuova sentenza del TAS che squalificò nuovamente il corridore spezzino, togliendogli le 5 tappe vinte al Giro 2007.

Froome rischia una squalifica? La risposta è sì

Il caso Froome è abbastanza delicato. Prima di tutto va detto che, nonostante la sua positività fosse nota all’UCI da settembre, è emersa solo ora perché gli sono stati dati tre mesi di tempo per presentare ricorso. Rischia una squalifica? Per adesso no e non ci sarà nemmeno una sua sospensione provvisoria. Ma che nel prossimo futuro c’è un concreto rischio che la richiesta di squalifica arrivi. I precedenti di Alessandro Petacchi e Diego Ulissi lo testimoniano, anche se poi al primo la squalifica venne tolta. Se anche a Froome toccasse la stessa sorte, tra l'altro, Vincenzo Nibali vincerebbe a tavolino la sua seconda Vuelta, dato che fu proprio il siciliano a contendere al britannico la maglia rossa fino all'ultimo giorno, e a salire sul secondo gradino del podio a Madrid. Ipotesi difficile, ma non così impossibile, soprattutto viste le dosi di salbutamolo riscontrate nel britannico.
La tappa incriminata nella Vuelta di Froome
Ciclismo
Froome: "Ho preso calci nel sedere, ma sono fiducioso"
06/04/2021 A 17:54
Volta a Catalunya
Il vecchio Froome è ancora in grado di vincere?
23/03/2021 A 11:46