Primoz ROGLIC (Jumbo Visma)

Io e i miei compagni abbiamo lottato ogni giorno. Abbiamo considerato ogni tappa come una Classica, sono molto orgoglioso della prestazione e del risultato. Nel corso delle tre settimane mi sono sempre sentito bene, sono felice di poter concludere la stagione in questo modo. Adesso mi prenderò una pausa, ma poi pianificherò il 2021 con la squadra. Ci sono ancora obiettivi che voglio raggiungere nella mia carriera, questo mi motiva tantissimo per i prossimi anni

Vuelta di Spagna
Vuelta 2020: tutte le tappe da Irún a Madrid
08/11/2020 A 21:38

Il podio della Vuelta 2020: Roglic è il Campeón

La vittoria del 2019 è stata speciale perché era il mio primo Grande Giro. Tuttavia ritengo questa vittoria di alto livello, perché fa parte di una grande stagione per me. Dobbiamo essere felici, vista la situazione mondiale, di essere riusciti a correre la Vuelta quest’anno. Per questo vorrei ringraziare gli organizzatori e tutte le persone coinvolte. C’è stata una organizzazione perfetta

ROGLIC VINCE LA VUELTA: SUCCESSO MERITATO?

Richard CARAPAZ (Ineos Grenadiers)

Sono felice di come sia andata. Ho vissuto questi ultimi giorni con grande entusiasmo, spinto dalle numerose bandiere dell’Ecuador che ho visto sulla strada. Ho sentito tantissimo sostegno e ho vissuto momenti bellissimi. Il Tour de France 2021? Non lo so ancora, non abbiamo ancora deciso con la squadra. So che sicuramente nel 2021 correrò per far bene in qualche Grande Giro

Pascal ACKERMANN (Bora Hansgrohe)

Non ero affatto sicuro di aver vinto, l’ho chiesto anche a Sam Bennett e nemmeno lui lo sapeva. Ho aspettato, poi è arrivato un messaggio nell’auricolare che me lo ha annunciato. Devo ringraziare i miei compagni, è stato un finale folle e molto veloce. Fortunatamente siamo riusciti a riprendere il controllo della corsa nel finale. Sono lo sprinter con più successi? Non sento mia la prima vittoria a tavolino. Dal mio punto di vista siamo tutti a un successo, quindi siamo stati tutti alla pari tra me, Sam Bennett e Jasper Philipsen

Ackermann al fotofinish su Bennett: rivivi l'ultima volata

Guillaume MARTIN (Cofidis)

Sono andato in fuga per la settima volta in diciotto tappe. Ho mantenuto le buone abitudini. Purtroppo in questi giorni mi sono spremuto tantissimo e nel finale non avevo le gambe per competere per il successo di tappa. L’andare continuamente all’attacco mi ha permesso di conquistare la maglia a pois, ma in futuro devo cambiare strategia. Punterò un po’ di più alle vittorie di tappa e, per questo, dovrò gestire meglio le energie e capire quali sono le giornate giuste

Roglic, tributo alla sua bici Bianchi: purtroppo sarà addio

Vuelta di Spagna
Tutte le classifiche della Vuelta: il riscatto di Roglic
08/11/2020 A 18:25
Vuelta di Spagna
Vuelta 2020: ritiri, non partenti e squalificati
08/11/2020 A 18:22