Si conclude mestamente e con largo anticipo la Vuelta di Tom Dumoulin. Il corridore della Jumbo Visma ha annunciato il ritiro dalla corsa con un messaggio sui propri profili social poco prima del via dell'ottava tappa. "Abbiamo deciso per il mio ritiro dalla Vuelta. Sia io che gi allenatori pensiamo sia la scelta migliore. All'inizio della corsa mi sentivo già stanco e non mi sono più ripreso. Non ha senso per me continuare".
Dumoulin era arrivato alla corsa spagnola dopo un Tour de France in crescendo, affrontato da gregario di lusso di Primoz Roglic. E se lo sloveno aveva chiuso secondo in classifica generale, lui si era issato fino alla settima posizione. Niente male. Un risultato che poteva portarlo ad essere addirittura il capitano dello squadrone giallonero in questa Vuelta e di certo uno dei favoriti della vigilia per il successo finale. Ma Tom ha faticato fin dalla prima tappa. Mai con i migliori quando la strada saliva, sfiancato da un percorso esigente fin da subito. E con una condizione che non gli ha permesso neanche di essere utile come uomo squadra. Dumoulin lascia così da 53esimo della generale, a 42 minuti dalla maglia rossa di Richard Carapaz.
Ciclismo
Bernal, il ko è più grave del previsto: "Devo stare fermo per mesi"
27/10/2020 A 21:13
CHI VINCE LA VUELTA?

Primoz Roglic e Tom Dumoulin, Team Jumbo Visma

Credit Foto Getty Images

Anche il diretto sportivo della Jumbo, Martijn Zeeman, ha confermato la l'inevitabilità della scelta. "È un peccato che Tom debba tornare a casa, ma abbiamo monitorato la sua stanchezza quotidianamente e continua ad aumentare. Questa sua partecipazione era un investimento per il 2021, ma abbiamo raggiunto il limite e dobbiamo assumerci le responsabilità a riguardo".

Roglic in difficoltà! Lo sloveno perde la maglia

Vuelta di Spagna
La classifica generale della Vuelta: Carapaz, altro giorno in maglia roja
27/10/2020 A 18:35
Vuelta di Spagna
0 positivi al Covid alla Vuelta, si può continuare
27/10/2020 A 11:14