Fabio Aru ha fatto il suo attesissimo esordio con la maglia della Qhubeka-Assos, sua nuova squadra a partire dal 1° gennaio 2021. Il Cavaliere dei Quattro Mori ha preso parte al Trofeo Città di Cremona, tradizionale prova di ciclocross di livello nazionale che è andata in scena nella campagna cremasca fuori Montodine. Oggi splendeva il sole nella località lombarda, ma il tracciato era caratterizzato da tanto fango e dalla neve che è scesa copiosamente nei giorni scorsi e che ha messo a dura prova gli organizzatori del Vélo Club Cremonese B&P Recycling, bravi a tenere in vita l’evento.
Il sardo si è ben distinto in una gara estremamente impegnativa e ha conquistato un convincente sesto posto a oltre due minuti dal vincitore. Il 30enne era alla sua terza gara nel ciclocross nel giro di una settimana: dopo il quarto posto di domenica scorsa ad Ancona e la quindicesima piazza ottenuta martedì a San Fior, oggi Fabio Aru si è reso protagonista di una bella prova e prosegue così con grande fiducia la sua personale operazione di rilancio. Dopo tre anni estremamente complessi e avari di soddisfazioni alla UAE Emirates, il vincitore della Vuelta di Spagna 2015 è estremamente fiducioso sul suo futuro e sta correndo col sorriso in questa specialità (il suo primo amore ciclistico). Buona la prima con i colori della formazione sudafricana iscritta al World Tour.
Il Cavaliere, già due volte sul podio al Giro d’Italia e quinto al Tour de France 2017, proverà a essere protagonista nella stagione su strada che incomincerà tra qualche settimana (lo vedremo alla Corsa Rosa?). Fabio Aru ha ribadito che vorrebbe disputare ancora qualche gara di cross, vedremo se nei prossimi giorni sarà nuovamente impegnato nel fango e se resterà viva la suggestione di una partecipazione al Mondiale di fine gennaio in Belgio. Oggi ha davvero fatto bella figura e ha destato ottime impressioni. La vittoria è andata a Gioele Bertolini, tre volte Campione d’Italia di ciclocross e grande favorito della vigilia (si era imposto anche ad Ancona settimana scorsa). Alle sue spalle si sono piazzati Cristian Cominelli e Luca Cibrario.
Ciclocross
Aru in Nazionale? Il ct dell'Italia di ciclocross lo aspetta
29/12/2020 A 21:54

Cronaca

Gioele Bertolini cerca di forzare subito il ritmo e prende un po’ di margine nel corso del primo giro, riuscendo a precedere Cristian Cominelli, mentre Fabio Aru è quinto alle spalle di Luca Cibrario e Samuele Leone. La situazione si cristallizza durante il secondo giro e al termine della terza tornata Bertolini è in fuga con 30” di vantaggio su Cibrario, 38” su Cominelli, 44” su Leone, 1’25” su Aru.
Il battistrada fatica un po’ nei chilometri successivi, Cominelli si porta a 23” dopo aver superato Cibrario, mentre Aru è sempre quinto non lontano da Leone. Bertolini stringe i denti e conserva una ventina di secondi su Cominelli all’inizio dell’ultimo giro mentre Cibrario è terzo a 50”. Fabio Aru è quinto alle spalle di Leone, a oltre due minuti di ritardo dal battistrada.
Posizioni cristallizzate nell’ultima tornata, Bertolini si invola verso una meritata vittoria in solitaria. Sul podio salgono anche Cominelli (attardato di 12”) e Cibrario. Fabio Aru conclude con un buon sesto posto alle spalle di Leone e di Ghiso, che ha superato il sardo proprio nel finale.

Van der Poel vince per il 3° giorno di fila: van Aert resta 1°

Ciclocross
Fabio Aru riparte dal ciclocross, 4° ad Ancona
27/12/2020 A 16:07
Ciclocross
È crisi per tutti, tranne che per van Aert e van der Poel
19/11/2020 A 21:26