Che duello. Le favorite era Lucinda Brand (dominatrice della stagione con 11 prove vinte su 23) e Carmen Alvarado (la campionessa in carica), ma la Alvarado ha da subito sventolato bandiera bianca a causa di una caduta al primo giro. Lucinda Brand se l'è dovuta giocare contro la Worst, che ha venduto cara la pelle, ma è caduta proprio nel momento clou della gara a poche tornate dalla conclusione, quando era riuscita a raggiungere la Brand. Caduta che ha così favorito la classe '89 che è stata la più regolare, ed è giunta al traguardo in solitaria. Per Lucinda Brand è il primo Mondiale in carriera, lei che era sempre andata a podio negli ultimi tre anni, ma si era dovuta accontentare di un piazzamento: 3a a Valkenburg (2018), 2a a Bogense (2019) e 3a a Dübendorf (2020). Secondo argento consecutivo per Annemarie Worst, ma la classe '95 ha mostrato anche oggi grande qualità e se non ce l'ha fatta questa volta, ci riuscirà sicuramente nelle prossime stagioni. Un bello spettacolo in attesa degli uomini che gareggeranno domenica 31.

L'ordine d'arrivo

CiclistaTempo
1. Lucinda Brand46'53''
2. Annemarie Worst+8''
3. Denise Betsema+19''
4. Clara Honsinger+52''
5. Yara Kastelijn+1'04''
6. Carmen Alvarado+1'12''
7. Evie Richards+1'13''
8. Sanne Cant+1'43''
9. Elisabeth Brandau+2'07''
10. Christine Majerus+2'08''
11. Eva Lechner+2'18''
12. Marianne Vos+2'23''
14. Alice Maria Arzuffi+3'01''
Ciclocross
Pim Ronhaar Campione del mondo U23: Fontana 11°
30/01/2021 A 14:42

Lucinda Brand sul tetto del mondo: l'arrivo in solitaria

Cronaca

Pronti, via e c'è già una caduta che coinvolge tra le altre la campionessa del mondo Alvarado. L'olandese fatica a ritrovare il ritmo, ma comunque si riavvicina alle prime nel corso di due giri. A metà gara comincia, però, a farsi sentire la fatica e la campionessa in carica sembra essersi rassegnata anche al 'semplice' piazzamento sul podio.
Lontana anche Marianne Vos e le italiane, partite malissimo, che non hanno trovato il guizzo per attivare la loro gara. Alla fine è sfida tra Worst, Betsema e Brand, con le tre che si alternano al primo posto. La Brand è la più regolare delle tre, con Worst e Betsema che fanno paura, ma vanno a fiammate. All'ultimo giro è sfida tra la Brand e la Worst che di gran carriera rientra alle spalle della connazionale, ma sul più bello cade al momento del sorpasso. Per la Brand la strada è così spianata verso la vittoria.

Scontro Brand-Worst: Mondiale deciso da una spallata?

Non benissimo le italiane. Era difficile lottare per il podio, ma si sognava una top 5: Eva Lechner chiude all'11° posto con 2'18'' di ritardo, la campionessa italiana Alice Maria Arzuffi è 14a con 3'01'' di ritardo. Entrambe hanno pagato una partenza molto lenta, e hanno poi faticato a prendere ritmo. Poi Rebecca Gariboldi è 18a (a 3'58''), Silvia Persico 22a (a 4'22''), Chiara Teocchi 33a (a 7'24'').

Rivivi il Mondiale femminile On Demand (Contenuto Premium)

Iscriviti per guardare

Hai già un account?

Accedi
Ciclo-Cross

Mondiali Elite | Ostenda

00:00:00

Replica
Ciclocross
Van der Poel vs Van Aert, la storia infinita
30/01/2021 A 09:59
Ciclocross
L'albo d'oro dei Mondiali: i vincitori dal '50 al 2021
29/01/2021 A 16:38