Una buona prestazione si è tramutata improvvisamente in una disfatta. Questo è quanto accaduto all’Italia nel segmento di salto della staffetta dei Mondiali di combinata nordica a Seefeld (Austria). Il quartetto formato da Alessandro Pittin, Samuel Costa, Aaron Kostner e Raffaele Buzzi aveva fatto complessivamente una prova molto positiva dal trampolino Toni Seelos di Seefeld (HS109), chiudendo al quinto posto a 1’21” dalla vetta.

Al termine della gara è arrivata però la doccia fredda: la giuria ha squalificato Samuel Costa per la lunghezza irregolare degli sci. Questo ha portato all’annullamento del suo salto e ha fatto quindi sprofondare l’Italia al penultimo posto in classifica, con un ritardo di 3’56”. Un vero peccato perché con ogni probabilità gli azzurri sarebbero riusciti a difendere il quinto posto nel fondo e raggiungere così l’obiettivo della vigilia.

Val di Fiemme
Val di Fiemme, Giappone davanti dopo la prova di salto
8 ORE FA

Per quanto riguarda invece la lotta per le medaglie, al comando c’è l’Austria che partirà con un solo secondo di vantaggio sul Giappone. Terza posizione a 17” per la Norvegia, che potrà far valere la qualità sugli sci stretti dei propri atleti per riprendere la coppia di testa. La Germania dovrà invece recuperare un gap importante di 41” e non sarà quindi facile riuscire a conquistare il terzo titolo consecutivo. Dopo l’arretramento dell’Italia, sale in quinta posizione la Francia a 1’46”, seguita dalla Polonia a 1’49” e dalla Finlandia a 2’09”.

alessandro.farina@oasport.it

Val di Fiemme
Vittoria numero 30 per Riiber, Pittin 14esimo in rimonta
IERI A 13:22
Combinata Nordica
Geiger batte ancora Riiber in volata, 15° Pittin
20/12/2020 A 15:12