Gli e-sports stanno diventando sempre più popolari, tanto da essere stati anche presi in considerazione per un possibile inserimento alle Olimpiadi del 2024, e hanno ormai raggiunto uno status di eccellenza anche a livello economico. Le finali della World Cup di Fortnite, il videogame più popolare al mondo in questo momento, hanno messo in palio un montepremi totale di 30 milioni di dollari, 3 dei quali per il vincitore: a trionfare è stato Kyle "Bugha" Giersdorf, un teenager 16enne della Pennsylvania che ha intascato il ricchissimo assegno battendo altri 99 tra i migliori giocatori del pianeta.
I 3 milioni di dollari sono secondi soltanto al premio riservato per il vincitore degli US Open di tennis, incrementato quest'anno a 3,850 milioni: Wimbledon e Australian Open sono ancora sotto quella cifra (il Roland Garros ancor di più...) mentre il torneo più ricco di golf, gli US Open, si ferma a 2,250 milioni. Conto in banca milionario anche per gli altri ragazzi che hanno completato il podio: Harrison "Psalm" Chang, secondo classificato e tra i concorrenti più anziani del lotto con i suoi 24 anni, ha intascato 1,8 milioni, mentre Shane "Epikwhale" Cotton, 16enne, ne ha guadagnati 1,2.
e-Sports
Ecco ETCR, la prima serie di Turismo elettrico
09/10/2020 A 11:21
Nel novero degli avversari sbaragliati da "Bugha", c'è anche Turner "Tfue" Tenney, 21enne della Florida, conosciuto come il più forte giocatore di Fornite al mondo: si è piazzato soltanto 67esimo, ma ha comunque incassato 50.000 dollari. Assente, invece, il 28enne Tyler "Ninja" Blevins, l'e-gamer più famoso al mondo, che non è riuscito a qualificarsi: l'abbraccio con "Bugha" al termine del torneo simboleggia quasi un passaggio di consegne tra la vecchia e la nuova generazione degli e-gamers.
e-Sports
24 ore di Le Mans virtuale: vittoria per Rebellion Williams, male Leclerc, Alonso e Verstappen
14/06/2020 A 14:50
e-Sports
Che Juventus con Chiellini al joystick: segna Higuain su assist di Ronaldo, Yaya Touré disperato
13/06/2020 A 21:26