Football Americano

“Colin in Black and White”, docu-serie su Kaepernick: dalla NFL a leader antirazzismo

Condividi con
Copia
Condividi questo articolo

Colin Kaepernick bei einem privaten Training

Credit Foto Getty Images

DaGiulia Cicchinè
30/06/2020 A 15:38 | Aggiornato 30/06/2020 A 15:44
@lacicchine

Si chiamerà “Colin in Black and White” una serie di 6 episodi prodotta da Netflix dedicata al quarterback Colin Kaepernick. La serie ci porterà indietro ai tempi della high school parlando sì di Football ma anche dell’attivismo del giocatore, delle esperienze e di tutto quello che lo ha portato ad essere uno dei giocatori più influenti del mondo.

In primavera è stato Michael Jordan ad accompagnarci nell’ultimo anno dei Bulls, in “The Last Dance”, documentario di Netflix che ha allietato tutti durante il periodo di quarantena. Siamo certi che quest’estate ne arriverà anche un altro su uno dei protagonisti della palla a spicchi, Kobe Bryant (“Mamba Out", docu-serie in 8 episodi dal 5 luglio su Youtube) gli appassionati di sport potranno gustarsi anche la storia di Colin Kaepernick.

NFL

I Washington Redskins verso una svolta epocale: "Pronti a cambiare il nome, è offensivo"

03/07/2020 A 20:20

Lui è uno dei quarterback più famosi del mondo, non solo per quanto dimostrato su un campo da football ma anche per il suo attivismo contro il razzismo: è diventato “famoso” ai più, se così si può dire, nel 2016 quando ha iniziato ad inginocchiarsi durante l’inno nazionale degli Stati Uniti d’America in segno di protesta per le disuguaglianze razziali e contro la violenza della polizia verso gli afroamericani. Per i suoi gesti, le sue parole e l’ispirazione, Kaepernick diventerà il protagonista della nuova serie di Netflix: “Colin in Black and White”

Questa docu-serie di 6 episodi si concentrerà sugli anni del liceo di Kaepernick e - come si legge nel comunicato rilasciato da Netflix - “si parlerà delle esperienze significative che lo hanno fatto diventare l'attivista che è oggi". La storia narrata quindi è proprio la sua, quella di un ragazzo di colore adottato e cresciuto in una famiglia e un quartiere di bianchi.

La serie sarà diretta da Ava DuVernay, produttrice, sceneggiatrice e regista già impegnata in tematiche di diritti civili e la sceneggiatura sarà quella di Michael Starrbury che i fan di Netflix conosceranno per “When They See Us”, dove ha lavorato con la DuVernay.

Già dalla crew impegnata nella stesura, questa docu-serie sembra essere decisamente interessante e attuale. La voce narrante sarà proprio quella di Kaepernick che ha commentato così la sua nuova avventura sullo schermo:

Troppo spesso vediamo il razzismo e le storie degli afroamericani raccontate attraverso lo sguardo dei bianchi. Vogliamo dare una nuova prospettiva alle diverse realtà che affrontano le persone di colore. Esploriamo i conflitti razziali che ho affrontato essendo un ragazzo adottato nero in una comunità bianca durante gli anni del liceo. Portare in vita queste storie, in collaborazione con Ava, perché il mondo possa vederle, è un vero onore.

Non si conosce ancora la data di uscita del documentario ma gli esperti azzardano a dire che addirittura questa serie avrà un successo pari, se non superiore, a “The Last Dance”. Siamo pronti a vederla!

Stephen Jackson, l'amico fraterno di George Floyd che giura: "Porterò la figlia Gianna all'altare"

00:01:44

NFL

Da Washington a Kaepernick: tutta la storia della "spirale" razzista nel football americano

17/06/2020 A 12:35
NFL

NFL: giocatori di Cowboys e Texans positivi al Coronavirus, anche la stella Zeke Elliott

16/06/2020 A 11:58
Contenuti correlati
Football Americano
Condividi con
Copia
Condividi questo articolo