Fare coming out non è mai facile, soprattutto se nel tuo sport nessuno prima di te lo ha mai fatto. Lo ha fatto oggi Carl Nassib, giocatore di football americano dei Las Vegas Raiders, diventato dunque il primo professionista della National Football League (NFL) a dichiararsi gay.
28 anni, nel giro della NFL da cinque anni, Nassib ha scelto un video e alcuni post condivisi su Instagram per la sua dichiarazione.
NFL
Accusato di razzismo e omofobia: si dimette coach dei Raiders, NFL sotto shock
12/10/2021 A 07:07
"Volevo prendermi un momento per dire che sono gay. Era un po’ di tempo che volevo farlo e finalmente sono abbastanza a mio agio da togliermi questo peso".
Tanti ringraziamenti per la sua squadra, i Las Vegas Raiders, che gli è stata vicino in questo momento: nel video Nassib spiega anche la sua decisione di fare coming out deriva dal fatto che crede che la visilibtà delle persone della comunità LGBT+ sono davvero importanti. In più ha aggiunto che comincerà a collaborare con Trevor Project, un’organizzazione non-profit americana che si occupa di prevenzione del suicidio tra le giovani e i giovani della comunità LGBT+.

Il caso di Michael Sam

A ben vedere prima di Carl, ci fu qualcun altro a dichiararsi gay nello spogliatoio dei Missouri Targets: si tratta di Michael Sam, che lo fece nel 2014 ai tempi del College. la scelta di uscire allo scoperto arrivò con un bacio al fidanzato davanti alla telecamera quando fu raggiunto dalla notizia di essere stato ingaggiato dai St. Louis Rams: in realtà dopo il coming out la sua carriera divenne piuttosto complicata, non giocò mai una partita di campionato e per questo nel 2015 decise di ritirarsi.
NFL
NFL, recap week 5: Cardinals imbattuti, Tampa Bay vola con Brady
11/10/2021 A 14:33
NFL
I Cardinals stendono i Rams, Brady torna a casa
04/10/2021 A 11:25