Jean Alesi è finito in prima pagina per un episodio piuttosto particolare: l'ex pilota di Formula 1 è stato arrestato dopo aver fatto scoppiare un petardo e aver rotto il vetro di un architetto di Avignon, ex fidanzato della sorella. Eccolo spiegare l'accaduto al "Corriere della Sera".
Mi sembra tutto sproporzionato, c’è stato un grosso malinteso: per esempio l’ex fidanzato di mia sorella è diventato mio cognato. Era solo uno scherzo, non mi sarei mai immaginato che un petardo potesse provocare tutto questo".

Il petardo

Formula 1
Verstappen svela il casco 2022: numero 1 e stella d'oro
17 ORE FA
"Avevo comprato questo petardo in Italia in una stazione di servizio vicino a Ventimiglia: eravamo in macchina con amici e abbiamo detto: “proviamolo”. Così l’ho buttato lì (a Villeneuve-lès-Avignon ndr), davanti allo studio di questo architetto, ma non mi aspettavo che potesse fare un botto del genere. E che potesse fare quei danni"

Il presunto cognato

"Con mia sorella si sono lasciati da due anni e ormai non parliamo più di lui. Sono stato io a presentarmi il giorno dopo alla polizia per chiarire. Ho subito detto che avrei ripagato tutto, il vetro rotto, i danni. Che c’ero io su quella macchina, e non mio fratello. Perché lì? Una casualità, passavamo di lì e ho detto: “proviamo a lanciarlo qui".

In stato di fermo

"Per ventiquattr’ore. Prima ero stato chiuso dentro a una stanza su ordine del magistrato, poi i poliziotti mi hanno “liberato”, non capivano perché ci fosse tanto accanimento nei miei confronti. E nel commissariato abbiamo passato una serata fantastica prima di essere rilasciato, e tornare a casa"
...

Sorella arrabbiata?

"Si è messa a ridere. E mi ha detto: 'Ma io ora come faccio a trovare un fidanzato?'".

La Mercedes rinuncia al ricorso: titolo a Verstappen

Formula 1
E' nato Gilles Villeneuve: Jacques chiama il 5° figlio come il nonno
UN GIORNO FA
Formula 1
Alfa Romeo, cambia il nome e scompare il tricolore dal logo
20/01/2022 A 17:58