Formula 1

Bernie Ecclestone attacca: "Spesso i neri sono più razzisti dei bianchi"

Condividi con
Copia
Condividi questo articolo

Bernie Ecclestone

Credit Foto Getty Images

DaDaniele Fantini
27/06/2020 A 06:59 | Aggiornato 27/06/2020 A 07:05
@d_fantini

L'ex-patron della F1 loda Lewis Hamilton per il lavoro di sensibilizzazione dopo la morte di George Floyd ma spara: "I neri potrebbero pensare le stesse cose dei bianchi. In molti casi, i neri sono molto più razzisti dei bianchi". Immediata la presa di distanza di Liberty Media e del mondo F1 attuale.

Nel lungo periodo a capo del circus, Bernie Ecclestone ha portato la F1 a un enorme sviluppo globale e mediatico, ma si è sempre distinto per le sue idee politiche conservatrici. L'ex-patron del motorsport, oggi 89enne, ha parlato alla CNN dei risvolti che stanno avendo i movimenti di protesta sorti dopo la morte di George Floyd lodando l'operato di Lewis Hamilton ma evidenziando, allo stesso tempo, le forti spaccature all'interno della società. Hamilton è il primo e finora unico pilota nero del circus, e ha fondato una commissione (la "Hamilton Commission") per opere di sensibilizzazione razziale e incrementare la diversità negli sport motoristici, tradizionalmente bianchi.

"Hamilton è speciale. Non ha soltanto un talento enorme come pilota, ma è anche molto bravo come comunicatore. La sua campagna per le persone di colore è stata meravigliosa. Ha fatto un grande lavoro, e sono persone come lui, facilmente riconoscibili, che piacciono alla gente".

Formula 1

Lewis Hamilton: “Sono stato bullizzato perché sono nero. Per difendermi ho imparato il karate"

07/06/2020 A 16:09
Non credo che la Hamilton Commission cambierà molto nel mondo della F1, ma sono comunque cose che fanno pensare. I neri potrebbero pensare le stesse cose dei bianchi. In molti casi, i neri sono molto più razzisti dei bianchi. Il cambiamento di mentalità nei rapporti tra le razze non sarà semplice, dovrà iniziare sui banchi di scuola, cosicché i ragazzi possano crescere senza dover pensare a queste cose. Non credo che abbattere le statue dei personaggi storici sia una cosa giusta. Dovrebbero lasciarle dove sono, spiegare ai ragazzi chi fossero quelle persone, che cosa hanno fatto e perché hanno sbagliato.

Liberty Media prende le distanze da Bernie Ecclestone

Liberty Media, subentrata nel 2017 al quasi quarantennale periodo di presidenza di Ecclestone, ha subito pubblicato un comunicato in cui si definisce estranea alle dichiarazioni dell'ex-patron.

"La F1 prende totalmente le distanze da Bernie Ecclestone. I suoi commenti non hanno spazio nella F1 e nella società di oggi. Ecclestone non ha più coperto alcun ruolo nella F1 da quando ha lasciato il circus nel 2017 e il suo titolo di presidente emerito, essendo onorario, è decaduto nel gennaio scorso".

Hamilton: “Penso a Silverstone e Monza senza pubblico e provo una sensazione di vuoto”

00:01:29

Formula 1

La rabbia di Lewis Hamilton: "Il razzismo non è solo in America, non restate in silenzio"

03/06/2020 A 18:14
Formula 1

Hamilton attacca il Circus: "Sport dominato dai bianchi: nessuno commenta la morte di Floyd"

01/06/2020 A 07:24
Contenuti correlati
Formula 1Lewis Hamilton
Condividi con
Copia
Condividi questo articolo