Missione compiuta per la Ferrari nell'ultima gara dell'anno. Ad Abu Dhabi il Cavallino rampante difende il secondo posto nella classifica costruttori dagli attacchi della Mercedes, ma soprattutto porta a termine un meritato piazzamento d'onore nel campionato piloti per Charles Leclerc, i massimi risultati che si potessero ottenere arrivati all'ultimo atto stagionale. Ci riesce per una volta grazie anche alla strategia vincente da una sola sosta, che ha permesso al monegasco di tagliare il traguardo sul circuito di Yas Marina davanti a Perez. Segnali importanti per la rossa di Maranello in ottica 2023, quando si ripartirà da zero in classifica ma con delle buone basi sulla prossima vettura. Soddisfatto il team principal Mattia Binotto: "Questi risultati sono il frutto di un’intera stagione e non solo della gara di oggi. La squadra ha lavorato bene per tutto il weekend, non è stata distratta dalle speculazioni ed è rimasta sempre concentrata. Abbiamo fatto un ottimo lavoro anche oggi, secondo posto meritato" il commento ai microfoni di Sky Sport, riferendosi alle indiscrezioni di inizio settimana che lo vedrebbero in forte bilico per la prossima stagione.
Link utili: BINOTTO: "IO VIA DALLA FERRARI? VOCI INFONDATE"

Sulla stagione: "Non eravamo pronti alla vittoria del mondiale"

Formula 1
Ufficializzate le sedi delle sei Sprint Race del prossimo anno
8 ORE FA
"La squadra è cresciuta molto. Nessuno si aspettava che ci saremmo presentati così nel 2022 in una nuova era. Siamo arrivati quasi pronti all'appuntamento: volevamo tornare a essere competitivi, non abbiamo mai promesso una vittoria del Mondiale. La stagione ha dimostrato che non eravamo ancora maturi e pronti per una vittoria del campionato. Abbiamo commesso degli errori durante alcuni weekend: su questo cresceremo. Tra essere competitivi e vincere c'è differenza e un passo ulteriore da fare. Questa squadra ha lavorato bene nelle difficoltà e continuerà a lavorare bene anche nei momenti di critica, l'abbiamo dimostrato anche oggi. Non abbiamo mollato per centrare i nostri obiettivi, lavorando da vera squadra".

Su Leclerc

"Ha guidato molto bene e gestito bene le gomme. C’eravamo concentrati soprattutto sul passo gara, ma anche la guida del pilota era fondamentale. Hamilton si è spinto oltre ed ha rovinato le gomme. Charles invece era consapevole che risparmiare all’inizio voleva dire avere un passo migliore. Il secondo posto se l’è guadagnato e meritato tutto".

Crozza-Binotto sul rincaro benzina: "Le nostre Ferrari vanno a pellet..."

Formula 1
FIA: "Budget Cap? Sanzione Red Bull equa. I rivali volevano il sangue"
04/12/2022 ALLE 15:18
Formula 1
Addio a Patrick Tambay. Fu il sostituto di Villeneuve in Ferrari
04/12/2022 ALLE 14:17