Vederci chiaro. Lo spagnolo Carlos Sainz si è fatto un po’ di domande dopo quanto è emerso in Race Direction sull’episodio di Interlagos (Brasile) tra Lewis Hamilton e Max Verstappen nel Mondiale 2021 di F1.
La decisione di non procedere contro l’olandese, infatti, ha avuto delle reazioni. In primis, il monegasco Charles Leclerc aveva detto esplicitamente che se Max non fosse stato punito, il suo approccio in pista sarebbe cambiato di conseguenza, ovvero maggiormente aggressivo rispetto ai rivali.
Il suo compagno in Ferrari non è stato così diretto, ma dei punti interrogativi ci sono. Parlandone dopo il GP del Qatar ad Autosport.com, l’iberico del Cavallino Rampante ha manifestato i propri dubbi: “Sinceramente ci sono alcune cose da chiarire in termini di approccio alla gara. Ne abbiamo già parlato molte volte in passato, ma credo sia necessario rianalizzare il tutto perché, come accaduto in Brasile, certe situazioni possono portare a una valutazione diversa. Magari al termine di questo campionato ne riparleremo in vista del Mondiale 2022“, le considerazioni di Sainz.
Formula 1
Ecclestone: "Hamilton troppo deluso, non correrà nel 2022"
24/12/2021 A 15:14
E’ chiaro che la manovra in curva-4 del GP del Brasile di Verstappen venga analizzata dai suoi colleghi anche per comprendere come e cosa fare quando ci si troverà ad affrontare una circostanza simile.

Perez-show per le strade di Città del Messico con la sua Red Bull

Formula 1
Wolff: "Lewis derubato, Masi inadeguato. Galà Fia? Non ci andrò"
16/12/2021 A 14:08
Formula 1
Verstappen: "Ad Abu Dhabi ho sconfitto sia Hamilton che il dolore"
16/12/2021 A 10:48